Vedere e disattivare i servizi a pagamento sul cellulare Vodafone, Wind, TIM, 3, PosteMobile, iliad e Fastweb

Come disattivare i servizi a pagamento non richiesti sul cellulare Vodafone, Wind, TIM, 3, PosteMobile, iliad e Fastweb

Se sul credito telefonico del proprio cellulare risultano mancare euro ingiustificatamente è probabile che come tanti altri utenti si è attivato per errore un servizio a pagamento.

Ovvero gli ormai famosi truffaldini SMS e/o abbonamenti Premium noti anche come Servizi o SMS a Sovraprezzo e SMS a Valore Aggiunto (VAS), che a insaputa dell’utente, il quale magari per errore o in buona fede navigando su internet ha premuto un banner ingannevole, si vedrà ricevere a cadenza perlopiù settimanale oroscopi, immagini, suonerie, giochi, wallpaper, news, servizi informativi, app e quant’altro con addebito automatico sul credito telefonico di 5 euro o più.

Se si è caduti vittima di tale truffa torneranno utili questi consigli su come cancellarsi dai messaggi a pagamento e bloccarli sul cellulare definitivamente, rispondendo a tali SMS con un altro messaggio con scritto STOP oppure richiedendo al proprio operatore telefonico il Barring SMS e la disattivazione dei servizi a sovrapprezzo che andrà a bloccare fra gli altri anche tale tipologia di abbonamenti e servizi (cosa fra l’altro consigliabile da prendere in considerazione di fare preventivamente per non cadere in queste situazioni); sotto a seguire i numeri per contattare il servizio clienti degli operatori telefonici italiani per richiedere il Barring SMS e la disattivazione dei servizi a sovrapprezzo:
  • Vodafone chiamare il 190
  • Wind chiamare il 155
  • Tim chiamare il 119
  • Tre chiamare il 133
  • PosteMobile chiamare il 160
  • iliad chiamare il 177 (oppure procedere online come spiegato in questa guida)
Per vedere e disattivare i servizi a pagamento sul cellulare, i clienti Vodafone, Wind, TIM, 3, Poste Mobile e Fastweb possono anche contare sul servizio SelfCare del sito internet www.mobilepay.it una piattaforma di pagamento realizzata dai sei maggiori operatori italiani di telefonia mobile (quelli appena citati poco sopra).

NOTA: Per la disattivazione dei servizi a sovrapprezzo i clienti Vodafone possono procedere direttamente dall’applicazione dedicata per Disattivare e bloccare i servizi digitali e farsi rimborsare dall’app My Vodafone.

Il tutto fra l’altro si effettua in maniera semplice e veloce. Più nello specifico una volta arrivati su questa pagina del servizio SelfCare, come nell’esempio sotto in figura:
Selfcare inserire dati
si dovrà inserire il proprio numero di cellulare, indicare il proprio operatore telefonico e cliccare il pulsante “Invia Password“. Entro circa un minuto si riceverà sul cellulare un SMS da parte di MobilePay nel quale è riportato il PIN per accedere al servizio SelfCare da immettere, sul sito web, nell’apposito campo di inserimento “Inserisci la password ricevuta via SMS“; confermare poi cliccando il pulsante “Entra“.

Subito dopo, spostandosi nella scheda “Abbonamenti” si avrà così modo di vedere gli eventuali servizi a pagamento attivi sul proprio cellulare (come nell’esempio sotto in figura):
Selfcare vedere e disattivare abbonamenti attivi cellulare
con tanto di nome del servizio, fornitore, data di attivazione ed eventualmente di disattivazione, il costo e lo stato. Nel mio caso non è attivo, dunque non è visualizzato nessun abbonamento, ma se per il vostro numero di cellulare nella scheda “Abbonamenti” di SelfCare dovessero risultare servizi attivi, nella lista basterà semplicemente cliccare il corrispondente link “Disattiva” per interromperlo e smettere così di pagare.

Se ci fossero problemi di sorta la soluzione migliore resta sempre quella di chiamare il centro assistenza del proprio operatore telefonico e chiedere la disattivazione dei servizi a pagamento non richiesti, e/o come detto prima il Barring SMS.

LEGGI ANCHE: Come riconoscere le email di phishing per non cascare nella truffa



Lascia un commento