Traduzioni veloci su Firefox con Translate Man (addon basato su Google Traduttore)

A seconda delle fonti dalle quali ci si documenta su internet, non è raro finire su pagine web scritte in lingua straniera e per le quali è necessario ricorrere alla traduzione.

Se da questo punto di vista il browser web Chrome è il più avvantaggiato in quanto gode di default dell'integrato Google Traduttore, gli altri browser internet devono invece affidarsi ad appositi componenti aggiuntivi come ad esempio quelli già indicai in questo articolo dedicato.

Per quanto riguarda Firefox, potrebbe tornare utile l'estensione Translate Man grazie alla quale è possibile tradurre all'istante il testo che si è selezionato (Translate Man utilizza l'API di Google Traduttore per effettuare traduzioni).
Due esempi di traduzione con l'estensione Translate Man per Firefox
Più nello specifico, come nell'esempio sopra in figura, non si deve fare altro che selezionare la parola, oppure la frase, oppure il paragrafo di testo che si desidera tradurre, ed ecco che subito dopo comparirà in sovrimpressione il popup contenete la traduzione.

Oltre a ciò, cliccando il pulsante dell'altoparlante, è anche possibile ascoltare la corretta pronuncia della parola o della frase evidenziata.

Qualora si selezionasse una sola parola, oltre alla traduzione e alla pronuncia, cliccando nel popup in alto a destra la freccetta visualizzata, è possibile avere informazioni grammaticali aggiuntive circa la parola selezionata, ovvero se si tratta di un verbo, avverbio, pronome, congiunzione ecc, oltreché la definizione, un sinonimo e un suo esempio di impiego.

Tenere in considerazione che per la traduzione delle singole parole all'occorrenza invece che evidenziarla è sufficiente posarci sopra il puntatore del mouse e poi premere il tasto "Ctrl" nella tastiera.

Download Translate Man per Firefox

LEGGI ANCHE: DeepL il traduttore online che usa l'intelligenza artificiale

Vulnerabilità WhatsApp spia il cellulare: aggiornare su Android e iOS per risolvere

Di recente è stata scoperta una vulnerabilità di WhastApp che ha permesso a degli hacker di attuare un attacco spyware al fine di spiare e rubare dati sensibili dai dispositivi.

Tale vulnerabilità ha colpito sia la versione WhatsApp per gli smartphone Android che per gli iPhone e Windows Phone; è interessata anche la versione WhatsApp Businness.

Più nello specifico tale attacco è stato attuato da hacker israeliani che hanno utilizzato un codice malevolo sviluppato dalla NSO Group, un'azienda tecnologica israeliana focalizzata sulla cyber intelligence.
WhatsApp pulsante applicazione
La cosa preoccupante è che per essere infettati da tale spyware è sufficiente ricevere una telefonata VoIP, attraverso la quale, anche senza rispondere alla chiamata, viene inoculato il codice malevolo che permette agli hacker di spiare il cellulare attraverso il microfono, la fotocamera, sfogliare i contenuti e dunque rubare dati e informazioni sensibili.

WhatsApp al momento non è ancora in grado di stimare quanti dispositivi sono stati colpiti dallo spyware in questione (si pensi che l'applicazione è utilizzata da oltre 1,5 miliardi di utenti), ma è comunque corsa subito ai ripari sviluppando la soluzione al problema che è fruibile su le più recenti versioni dell'applicazione.

È dunque importante aggiornare il prima possibile WhatsApp all'ultima versione disponibile tenendo in considerazione che, come riportato da Facebook, sono colpiti da tale vulnerabilità tutte le versioni di WhatsApp classico per Android precedente alla numero v2.19.134, di WhatsApp Business per Android precedente alla v2.19.44, WhatsApp per iOS precedente alla v2.19.51, WhatsApp Business per iOS precedente alla v2.19.51, WhatsApp per Windows Phone precedente a v2.18.348 e WhatsApp per Tizen precedenti alla v2.18.15.

Si ricorda che per vedere la versione WhatsApp installata sul proprio dispositivo, nell'app è sufficiente portarsi in Menu > Impostazioni > Aiuto > Info app.

Invece per aggiornare WhatsApp all'ultima versione disponibile ci si deve invece portare sull'applicazione Play Store dunque in Menu > Le mie app e i miei giochi e qui verificare se l'applicazione si trova fra quelle da aggiornare; in tal caso eseguire l'aggiornamento.

Firefox 52-56 un addon risolve il problema "Alcuni dei componenti aggiuntivi installati sono stati disattivati"

Lo scorso 3 maggio gli utenti Firefox si sono visti comparire la notifica di avviso: Alcuni dei componenti aggiuntivi installati sono stati disattivati in quanto non è stato possibile verificarli.

Problema dovuto a un certificato di sicurezza scaduto per la verifica degli addon del browser internet di Mozilla, che ha così portato alla disattivazione delle estensioni installate (difatti segnalate come obsolete) e impedito l'installazione di nuove.

Tre giorni dopo, con il rilascio dell'aggiornamento Firefox 66.0.4, il problema è stato risolto, ma solo sulla versione più recente del browser.
Firefox schermata estensioni segnalate come obsolete
Infatti per le versioni precedenti di Firefox il problema è continuato. Ma da qualche ora la soluzione ufficiale è arrivata con il rilascio da parte di Mozilla dell'estensione Disabled Add-on Fix for Firefox 52 - 56 per le vecchie versioni pre-Quantum dalla numero 52 alla numero 56.

Più nello specifico, installando tale componente aggiuntivo, nel browser verrà installato un nuovo certificato di sicurezza che riattiverà le estensioni e i temi per le versioni da 52 a 56 di Firefox, e consentirà l'installazione di nuovi addon.

Download Fix Add-on disabilitato per Firefox 52 - 56 per Firefox

NOTA: Se dopo aver installato questa estensione si esegue l'aggiornamento a una versione più recente di Firefox, potrebbe essere necessario dover disinstallare questa estensione perché potrebbe non essere compatibile con le versioni aggiornate del browser.

Al momento restano scoperte dal fix-it le versioni di Firefox che vanno dalla numero 57 alla numero 65; Mozilla ha comunque annunciato l'imminente rilascio di un'apposita correzione.

LEGGI ANCHE: Migliori trucchi Firefox da usare in about:config

Come non far sapere di aver visto uno stato WhatsApp

Chi pubblica uno stato su WhatsApp può vedere i contatti che lo hanno visualizzato con tanto di data e ora per ognuno di essi.

Dunque se si è intenzionati a visualizzare le foto e/o i video di uno stato WhatsApp credendo di passare inosservati, in realtà non è proprio così. Il contatto che lo ha pubblicato, andando sul suo stato può infatti vedere immediatamente il numero dei contatti e quali contatti lo hanno visto.

Ad ogni modo ci sono due soluzioni per vedere uno stato WhatsApp senza essere visti dalla persona che lo ha pubblicato. Vediamo quali.

Il metodo più indicato e sicuro è quello che consiste nel disattivare le conferme di lettura. Infatti disattivando tale impostazione i contatti WhatsApp oltreché a non poter sapere che abbiamo letto i messaggi da loro inviati, non potranno neanche sapere che abbiamo visto il loro stato.

Per disattivare le conferme di lettura di WhatsApp, dalla schermata iniziale dell'applicazione (quella delle chat) portarsi in Menu > Impostazioni > Account > Privacy e qui come nell'esempio otto in figura:
Impostazioni privacy WhatsApp
disattivare l'opzione "Conferme di lettura" settando su "OFF" il rispettivo interruttore che deve essere di colore grigio per far si che tale impostazioni risulti essere disabilitata.

NOTA: Tenere in considerazione che disattivando le conferme di lettura momentaneamente giusto il tempo di vedere lo stato e poi riattivarle, comporterà di apparire comunque nella lista dei contati che hanno visualizzato lo stato; dunque il consiglio è tenere sempre disattivate le conferme di lettura; tra l'altro se ne guadagna in privacy

Qualora per un qualche motivo non si avesse intenzione di disattivare le conferme di lettura di WhatsApp, per non far vedere di aver visto uno stato, prima di visualizzarlo si deve abilitare la "Modalità aereo" del cellulare (portando giù il menu delle notifiche e qui toccando l'icona dell'aeroplano) che disattiva i segnali internet e radio del dispositivo.

L'inconveniente di questo secondo metodo è che disattivando la modalità aereo, si potrebbe poi comunque apparire nella lista dei contatti che hanno visualizzato lo stato; per questo motivo il metodo più sicuro per passare inosservati è il primo, ovvero la disattivazione delle conferme di lettura.

LEGGI ANCHE: Significato delle spunte WhatsApp messaggio ricevuto e letto

Scarica gratis GRID Autosport per PC (promozione a tempo limitato)

GameSession ha attivato una promozione a tempo limitato (giveaway) con la quale è possibile scaricare gratis la versione completa di GRID Autosport.

GRID Autosport è un noto videogioco simulatore di guida sviluppato e pubblicato da Codemasters, pubblicato a giugno 2014 come seguito di GRID 2 pubblicato l'anno precedente, rispetto al quale ha
oltre 100 piste in 22 ambientazioni differenti, ben il doppio.

A disposizione si hanno auto da turismo, GT, monoposto, muscle cars, auto da derapata, supercar, hypercar, prototipi, derby demolizione e altre ancora. Fra le auto italiane ci sono la Lancia Delta HF Integrale EVO 2, Alfa Romeo 4C, Alfa Romeo 155 Silverstone D2, Alfa Romeo 8C Competizione.
Locandina gioco Grid Autosport
È anche disponibile la modalità carriera che permette di reclutare un compagno di squadra e di guadagnare dagli sponsor in base all'andamento. Con la modalità online si può invece partecipare ai racing club, alle sfide settimanali, competere per le classifiche RaceNet, sfidando gli altri utenti.

Per ottenere GRID Autosport ci si deve portare alla pagina della promozione https://www.gamesessions.com/it/Game/GRIDAutosport e cliccare il pulsante "Scarica il gioco gratuito" dopodiché verrà avviato il download dell'installer del videogioco che andrà avviato sul computer e attraverso il quale si potrà così procedere al download vero e proprio di GRID Autosport che pesa quasi 11 GB di dimensione.

Una volta installato, avviare GRID Autosport e giocarci per almeno 5 minuti per attivarlo e averlo così per sempre gratis in versione completa su GameSessions.

Gameplay di GRID Autosport versione italiana

Requisiti minimi di sistema
  • SO: Windows 7
  • Processore: Intel Core 2 Duo @ 2.4Ghz o AMD Athlon X2 5400+
  • Memoria RAM: 2 GB
  • Scheda video: Intel HD3000 o AMD HD2000 Series o NVIDIA Geforce 8000 Series
  • Archiviazione: 15 GB di spazio libero su disco
  • Scheda audio: compatibile con Direct X
Tenere in considerazione che si tratta di una promozione a tempo limitato della quale si può usufruire fino al 29 maggio 2019; infatti sulla pagina della promozione è esplicitamente indicato "Attiva il gioco prima del 30/05/2019".

LEGGI ANCHE: Siti per scaricare gratis videogiochi belli per PC legalmente

Spegnere il PC in automatico quando finisce un download su Chrome

Quando si sta scaricando un file da internet con il browser web, qualora il file sia di grosse dimensioni e dunque richiedere del tempo affinché venga scaricato nel PC, qualora ci si dovesse allontanare dal computer, magari uscire di casa, si potrebbe allora avere l'esigenza di programmare lo spegnimento automatico del computer al termine del download in questione.

In tal senso abbiamo già visto come procedere con Mozilla Firefox tramite l'estensione Auto Shutdown NG.

Su Google Chrome una cosa del genere è altresì fattibile, ma richiede qualche passaggio ulteriore rispetto al browser di Mozilla. Vediamo come procedere. Tenere in considerazione che questo metodo funziona sia su computer Windows, Mac e Linux.

NOTA: Tutti i passaggi che seguono andranno effettuati soltanto la prima volta, per configurazione.

1. Su Google Chrome installare l'estensione Auto Shutdown raggiungibile all'indirizzo https://chrome.google.com/webstore/detail/auto-shutdown/gkmonffckeeffppchajngpdakfppalfo.

2. Sul pulsante Auto Shutdown aggiunto alla barra delle estensioni di Chrome, farci sopra prima un clic sinistro di mouse per attivare il componente aggiuntivo (la sua icona diverrà da grigia a rossa), dopodiché farci sopra un clic destro di mouse e nel menu contestuale che comparirà cliccare la voce "Opzioni" per aprire la finestra delle opzioni del componente aggiuntivo (sotto in figura):
Finestra opzioni estensione Auto Shutdown per Chrome
Qui espandere il menu a discesa "Command" e selezionare l'opzione "Shutdown" (spegni) per eseguire il comando di spegnimento del computer; tenere in considerazione che all'occorrenza è possibile utilizzare altri comandi quali Restart/Riavvia, Logout/Disconnetti, Suspend/Sospendi, Hibernate/Iberna.

Volendo, in "Delay before command executions" è anche possibile cambiare i secondi del conteggio alla rovescia che avrà luogo prima che il comando di spegnimento del computer venga effettivamente impartito: di default sono settati 30 secondi che si possono ridurre o aumentare a piacimento.

Confermare e applicare le modifiche apportate cliccando il pulsante "Save".

5. Dato che l'estensione Auto Shutdown così com'è non è sufficiente a eseguire il comando di spegnimento del computer, sul PC è necessario installare il file .bat raggiungibile alla pagina https://github.com/andy-portmen/native-client/releases e da qui scaricare il file "windows.zip".
File install bat per estensione Auto Shutdown di Google Chrome
Scompattare l'archivio "windows.zip" (oppure mac.zip o linux.zip a seconda del proprio sistema operativo) e all'interno della cartella ottenuta individuare ed eseguire il file "install.bat"; tale file permetterà all'estensione Auto Shutdown di trasmettere a Windows il comando di spegnimento del computer quando il download in corso è terminato.

Finito, adesso quando su Google Chrome quando finirà un download, il computer verrà spento automaticamente subito dopo il termine del conto alla rovescia.

Per quanto riguarda lo spegnimento automatico del computer potrebbero tornare utili anche queste altre risorse: Come spegnere il PC a tempo programmato con e senza programmi su WindowsSpegnere in automatico il computer al termine di un film o musica sul player multimediale.

Gmail: come programmare l'invio delle email automatico nel futuro

Google ha introdotto una nuova funzionalità in Gmail con la quale ora è possibile programmare l'invio automatico delle email in data e ora future desiderate.

Tale caratteristica potrebbe rivelarsi utile in diverse circostanze, ad esempio per pianificare l'invio a se stessi di alcune email a scopo di promemoria, oppure per l'invio di email di auguri, e in generale per automatizzare l'invio di qualsiasi messaggio di posta elettronica in un giorno e momento specifico a scanso di eventuali dimenticanze.

Fra l'altro il tutto si effettua in maniera semplice ed immediata. Più nello specifico per prima cosa è necessario creare un nuovo messaggio di posta elettronica, dopodiché specificare almeno un destinatario.
Gmail pulsante Invia opzione Programma l'invio
A questo punto verrà così resa disponibile l'opzione "Programma l'invio" alla quale si accede cliccando il pulsante delle freccetta posto alla destra del tasto "Invia" (come nell'esempio sopra in figura).

NOTA: A propria discrezione è possibile compilare prima o dopo la programmazione il campo dell'oggetto e il contenuto dell'email.

Fatto ciò subito dopo verrà così visualizzato il popup "Programma l'invio" nel quale, come nell'esempio sotto in figura:
Gmail popup Programma invio della email opzioni di pianificazione
vengono proposti i tre differenti intervalli di tempo di invio predefiniti, ovvero "Questo pomeriggio", "Domani mattina" e "Lunedì mattina".

Qualora tali tempistiche non soddisfino le proprie esigenze, allora si deve cliccare l'opzione "Scegli data e ora" che visualizzerà sullo schermo l'omonimo popup di configurazione della pianificazione (sotto in figura):
Gmail popup Scegli data e ora con opzioni di programmazione invio email
nel quale adesso si ha la possibilità di scegliere nel futuro il mese, il giorno e l'ora di invio della email in questione. Una volta specificato il tutto, confermare cliccando il pulsante "Programma l'invio".

Subito dopo in automatico in Gmail verrà così creata la cartella "In programma" nella quale sono appunto contenute le email che si è programmato (come nell'esempio sotto in figura):
Gmail cartella In programma dove ci sono le email programmate
Il contenuto di tali email non può essere modificato; se si avesse questa necessità è allora necessario aprire l'email programmata di proprio interesse, qui cliccare il pulsante "Annulla invio", cosicché tale email venga spostata nella cartella "Bozze" dalla quale si potrà aprire, modificare e nuovamente programmare.