CleverPDF: convertire e modificare PDF online con 20 strumenti gratis

Se si ha spesso a che fare con i documenti PDF, oltre ai programmi specifici per il computer è bene tenersi a disposizione nei preferiti del browser internet servizi online gratis come i già recensiti: LightPDF e PDFCandy.

A questi due oggi c'è da aggiungere un altro servizio online gratuito dal nome CleverPDF, comprensivo di 20 strumenti attraverso i quali è possibile convertire e modificare i documenti PDF direttamente sul browser web.
CleverPDF pagina iniziale del sito
Più nello specifico con gli strumenti messi a disposizione da CleverPDF, raggiungibile all'indirizzo https://www.cleverpdf.com/, è possibile effettuare le seguenti operazioni:
  • Convertire PDF in Microsoft Office Word, Excel, PowerPoint e in immagini JPEG, BMP, PNG e TIFF;
  • Convertire PDF in iWork Pages, Numbers e Keynote e in eBook EPUB;
  • Convertire in PDF documenti Word, Excel, PowerPoint e immagini JPEG, BMP, PNG e TIFF;
  • Criptare PDF con password;
  • Rimuovere la password dai PDF;
  • Unire più documenti/pagine PDF in un unico file;
  • Dividere PDF in più pagine/documenti;
  • Aggiungere testo o immagine come firma o logo sul PDF;
  • Ruotare le pagine dei documenti PDF;
  • Numerare le pagine dei documenti PDF;
  • Comprimere documenti PDF per ridurne la dimensione.
Facile da usare, dopo aver individuato lo strumento di proprio interesse lo si deve cliccare per accedere al relativo editor e dunque selezionare il file sul quale si intende lavorare facendo un clic sul pulsante "Choose file".

Subito dopo il file verrà caricato su i server di CleverPDF, dopodiché sarà possibile procedere con la modifica in questione, al termine della quale il PDF modificato potrà essere scaricato nel computer cliccando l'apposito pulsante di download.

Per quanto riguarda la riservatezza dei documenti caricati su i server di CleverPDF, il sito è protetto dalla crittografia prevista dal protocollo HTTPS, inoltre i file caricati rimangono su i server per 30 minuti dopodiché vengono definitivamente eliminati in maniera automatica.

Ad ogni modo l'utente può scegliere di eliminare il file nell'immediato cliccando il pulsante del cestino posto accanto al pulsante di download.

CleverPDF non condivide i file con persone o società di terze parti e non esegue alcun backup dei file.

LEGGI ANCHE: Tradurre documenti con DeepL senza perdere la formattazione

AHA Music lo Shazam per Chrome per scoprire il titolo delle canzoni

Non solo su YouTube ma anche su altri siti internet meno noti, può capitare di imbattersi in una canzone della quale non si conosceil titolo, né l'artista, né alcuna informazione per identificarla in qualche modo.

Se da una parte è vero che in tal caso si può risolvere semplicemente avvicinando alle casse del computer il cellulare con avviato Shazam o altre app simili per scoprire il titolo di una canzone, dall'altra c'è da dire che non sempre questa soluzione è fattibile: vuoi perché al momento non si dispone di alcuna connessione internet mobile oppure perché non si può più utilizzare l'audio del computer o per altre ragioni ancora.

La soluzione allora è AHA Music - Music Identifier, ovvero una estensione per Google Chrome (e per Opera che ora supporta le estensioni del browser di Google) che fa esattamente quello che fanno Shazam e applicazioni simili, ovvero individuare il titolo della canzone in riproduzione, in questo caso al computer sulla versione desktop di Chrome, sfruttando la tecnologia e il database di ACRCloud.
Popup identificazione titolo canzone estensione AHA Music - Music Identifier
Facile da usare, dopo aver installato AHA Music - Music Identifier, il pulsante dell'estensione verrà aggiunto alla barra dei componenti aggiuntivi in alto a destra accanto alla barra degli indirizzi internet.

Quando ci si imbatterà in una canzone della quale non si riesce a reperire il titolo, allora basterà cliccare il pulsante di AHA Music - Music Identifier per avviare l'identificazione.

Se tutto andrà a buon fine, in pochi secondi AHA Music - Music Identifier mostrerà, nel popup di riconoscimento brani, il titolo della canzone, eventualmente anche l'artista e i pulsanti per ascoltarla su YouTube, Spotify e Deezer.

Qualora si volesse cancellare la cronologia delle ricognizioni effettuate dall'estensione, basterà cliccare il pulsante del cestino posto nell'angolo in basso a destra del popup di riconoscimento brani e nella notifica che comparirà confermare con un clic su "Yes".

Dai veri test che ho effettuato, l'estensione ha indovinato il titolo di ogni canzone sottopostagli; anche quello di un mp3 caricato dal computer al quale preventivamente avevo rimosso ogni metadato e poi rinominato (per la cronaca il brano in questione è Il Gorilla di Fabrizio De André).

Download AHA Music - Music Identifier per Google Chrome

Voglio infine ricordare che per scoprire il titolo delle canzoni abbiamo già visto altre risorse, fra le quali: MyMusicRecognition e MusicBrainz Picard per PC Windows.

Su Opera 55 è ora più facile installare le estensioni di Chrome

Di recente è stato rilasciato Opera 55, ovvero la più recente versione del browser norvegese che anche con questa release guadagna interessanti funzioni e novità.

Prima fra tutte è la semplificazione dell'installazione delle estensioni di Google Chrome su Opera. Se per procedere in tal senso, fino a Opera 54 era necessario intervenire come già spiegato in questa guida dedicata, oggi è tutto più facile.

LEGGI ANCHE: 10 utili estensioni per Opera browser internet

Entrando nello specifico, quando ci si collegherà con il Chrome Web Store, adesso subito sotto alla barra degli indirizzi internet (come nell'esempio sotto in figura):
Opera 55 popup installa Install Chrome Extensions
Opera mostra un popup nel quale viene chiesto all'utente se desidera installare l'estensione Install Chrome Extensions (cliccando il pulsante "Installa l'estensione") grazie alla quale si potrà poi procedere all'installazione delle estensioni di Chrome.
Opera 55 popup pulsante Aggiungi per installare estensione Chrome
Fatto ciò infatti basterà aprire la pagina informativa di una qualsiasi estensione del Chrome Web Store, ed ecco che come nel browser di Google anche qui sarà disponibile il pulsante "Aggiungi" per installarla su Opera.

Durante l'installazione verrà visualizzata una finestra di Install Chrome Extensions (che si può nascondere per non essere visualizzata le volte successive) che ricorda all'utente che è necessario recarsi sulla pagina interna "Estensioni" di Opera per finalizzare l'installazione dell'estensione Chrome in questione.
Opera 55 installare estensione Chrome da pagina interna estensioni
Ovvero come nell'esempio sopra in figura, individuata l'estensione si deve cliccare il rispettivo pulsante "Installa" che visualizzerà un popup (nel quale viene ricordato che è stata prelevata da un sito diverso dallo quello ufficiale degli addon di Opera, e dove vengono mostrati i permessi richiesti dall'estensione) contenente il pulsante "Si, installa" da cliccare per confermare e portare a termine l'installazione.

Le altre due novità di Opera 55 riguardano, la prima, la pagina delle Impostazioni (sotto in figura):
Opera 55 nuova pagina di gestione delle impostazioni del browser
adesso più semplice e comprensiva e suddivisa in impostazioni "Di base" e "Avanzate" dove sotto quest'ultima si trova (oltre alle già esistenti Riservatezza & Sicurezza e Browser) la nuova sezione "Funzionalità" nella quale sono disponibili alla gestione tutte le funzioni guadagnate da Opera in questi anni (ad esempio la VPN, il convertitore di valute, risparmio batteria, Flow, video pip ecc).

L'altra novità riguarda il popup circa le informazioni della pagina web che si sta visitando, adesso munito del pulsante "Impostazioni sito" che una volta cliccato (come nell'esempio sotto in figura):
Opera 55 nuova pagina di gestione delle impostazioni sito web
apre la pagina nella quale è possibile gestire rapidamente tutti i permessi concessi e/o negati al sito web in questione.

Si ricorda che per aggiornare Opera alla nuova versione disponibile portarsi in Menu > Info su Opera così da effettuare i download e l'installazione automatica dell'aggiornamento, al termine del quale non resta che riavviare il browser. Chi invece non ha Opera installato sul PC può scaricarlo gratis direttamente dal sito ufficiale.

CCleaner 5.45 rimosso dal sito: Piriform ha ritirato la discussa versione

Andando a controllare l'eventuale disponibilità di una nuova versione del programma CCleaner, oggi scopro che Piriform/Avast ha ritirato CCleaner versione 5.45 dal sito internet ufficiale.

Se seguite questo blog, a inizio del mese avrete sicuramente letto l'articolo (che vi invito a leggere se ve lo foste perso) "Non installare o aggiornare a CCleaner 5.45, attenti anche alla versione portable" nel quale sono elencate e spiegate una serie di ragioni per le quali è bene evitare tale versione del noto programma.

Riassumendole in breve, con CCleaner 5.45 non era più possibile disattivare il monitoraggio di sistema, non era più possibile disattivare la raccolta e condivisione dati telemetrici con terze parti da parte del programma, e senza chiedere alcun consenso, CCleaner 5.45 si aggiungeva in piena autonomia all'avvio automatico di Windows.
CCleaner 5.45 schermata Opzioni Privacy
In parole povere un vero e proprio disastro che ha minato fortemente la credibilità di questo storico programma, forse il migliore della categoria, per la pulizia del computer da parte di file inutili.

Preso atto di ciò, Piriform (che a marzo 2017 è diventato proprietà di Avast) ha espresso le sue scuse e giustificazioni promettendo un passo indietro e maggiore personalizzabilità delle impostazioni dell'applicazione con il rilascio della successiva versione, ovvero CCleaner 5.46.

Ma se dal sito ufficiale si va ad avviare il download di CCleaner, si avrà modo di notare che nel computer verrà scaricata la versione CCleaner 5.44 (a suo tempo discussa per il fatto di mostrare una pubblicità sullo schermo) e non la versione 5.45, che di fatto, come da post pubblicato da Piriform sul forum ufficiale, è stata rimossa lo scorso 3 agosto 2018 e al suo posto è stata ripristinata la precedente release.

Nel post l'azienda afferma nuovamente di stare lavorando a una nuova versione sulla quale verranno apportate numerose modifiche necessarie, e perciò che ci vorranno settimane, non giorni, affinché la si possa scaricare.

Sarà poi da vedere se Piriform deciderà se accantonare o meno lo sfortunato numero di versione 5.45 offrendo invece al suo posto il download di CCleaner 5.46.

Numeri di versione a parte, c'è comunque da dire che Avast a questo giro ha fatto un grosso passo falso, e adesso riconquistare la fiducia degli utenti richiederà tanto impegno e decisamente tanta trasparenza e correttezza; anche perché seppur non al medesimo livello, sono già disponibili le Migliori alternative gratis a CCleaner per pulire il PC da file inutili e cronologie varie.

Chrome: velocizzare il caricamento delle pagine web abilitando il Lazy Loading

Al fine di aumentare ulteriormente la velocità di caricamento delle pagine internet, Google su Chrome sta implementando la funzionalità Lazy Loading, ovvero il caricamento pigro.

Il Lazy Loading è un modello di progettazione utilizzato per posticipare l'inizializzazione di un oggetto fino al punto in cui è necessario.

Su Chrome il Lazy Loading si applica al frame e alle immagini delle pagine web. Ciò significa che con tale caratteristica abilitata il caricamento dei frame e delle immagini verrà ritardato e tali contenuti verranno caricati soltanto quando gli utenti scorrendo verso il basso raggiungeranno quella parte della pagina.

Ciò apporta due vantaggi: maggiore velocità di caricamento in quanto vengono visualizzati i frame e le immagini della sola porzione visibile sullo schermo della pagina internet in questione; risparmio della banda in quando caricando gli oggetti della sola parte visibile sullo schermo della pagina web, i restanti oggetti non verranno scaricati il che si traduce in un minor consumo di dati.

Per attivare la caratteristica Lazy Loading in Chrome è necessario intervenire dalla pagina delle funzioni sperimentali del browser. Procedere come segue.

1. Nella barra degli indirizzi internet di Chrome digitare e inviare chrome://flags per accedere alla pagina delle funzioni sperimentali.
Pagina chrome flags di Google Chrome su esperimento Enable lazy frame e image loading
2. Servendosi del motore di ricerca interno inviare la parola lazy per individuare rapidamente i due esperimenti "Enable lazy frame loading" e "Enable lazy image loading" quest'ultimo sarà disponibile nella prossima versione di Chrome (ai quale in alternativa ci si arriva anche inviando nella barra degli indirizzi rispettivamente la stringa chrome://flags/#enable-lazy-frame-loading e chrome://flags/#enable-lazy-image-loading).

3. Come nell'esempio sopra in figura, procedendo una per volta espandere il menu di gestione di attivazione delle funzioni sperimentali e impostare il valore su "Enabled", ovvero su abilitato.

4. Infine non resta che cliccare il pulsante "Relaunch Now" che comparirà subito dopo in basso a destra, per riavviare Chrome con attivata la caratteristica Lazy Loading.

Ovviamente qualora si avesse necessità, è possibile ripristinare tali impostazioni settandole nuovamente sul valore predefinito "Default".

LEGGI ANCHE: Chrome più veloce con queste tre estensioni

Cambiare capacità del Cestino di Windows aumentando o diminuendo la dimensione

Qualsiasi versione di Windows è provvista del Cestino nel quale, per impostazione predefinita, vengono spostati i file eliminati.

Lo scopo del Cestino è dare all'utente la possibilità di poter ancora recuperare i file che si è cancellato, in esso ancora disponibili.

Per consentire ciò al Cestino viene riservato uno spazio di archiviazione dell'hard disk che varia a seconda della capacità del disco in questione; a partire da Windows Vista la dimensione del Cestino corrisponde al 10%  dei primi 40 GB dell'hard disk e al 5% percento dei restanti GB eccedenti ai primi 40 GB.

Per questo motivo su un hard disk di 1 TB al Cestino viene assegnata una capacità di circa 49 GB (40x10% + 891x5%), a un hard disk di 500 GB una capacità di circa 27 GB (40x10% + 408x5%) e via dicendo.

LEGGI ANCHE: Perché c'è meno spazio di quello dichiarato nell'hard disk, chiavetta USB, scheda SD?

È però bene tenere in considerazione che la capacità del Cestino di Windows può essere modificata a piacimento: diminuita qualora si volesse recuperare più spazio sul disco senza dover ogni volta svuotare prima il Cestino, oppure aumentata qualora si volessero conservare più file eliminati al suo interno.

LEGGI ANCHE: Eliminare in automatico i file dal Cestino, dalla cartella Download e i file temporanei su Windows 10
Finestra delle proprietà del Cestino di Windows
In tal senso, come nell'esempio sopra in figura, fare un clic di mouse sull'icona del Cestino sul Desktop (se non è visualizzata allora fare così) e nel menu contestuale cliccare la voce "Proprietà" per aprire la finestra delle proprietà del Cestino, nella quale nella sezione "Impostazioni per il percorso selezionato", nel campo di inserimento dell'opzione "Dimensioni personalizzate" è possibile esprimere in MB la nuova dimensione da dare al Cestino, aumentandola o diminuendola, tenendo conto che 1000 MB corrispondo a 1 GB.

Se nel computer vi sono più hard disk, allora è possibile personalizzare la capacità del Cestino anche per ognuno di essi.

Nella finestra delle proprietà del Cestino ci sono altre due opzioni che potrebbero tornare utili a seconda dei casi:

  • Non spostare i file nel Cestino. Rimuovi i file immediatamente - Fa si che i file che si andranno a eliminare vengano cancellati direttamente dal disco senza finire nel Cestino. Azione che si può effettuare anche senza abilitare tale impostazione, bensì selezionando il file o i file da cancellare e poi premendo la combinazione dei due tasti Shift+Canc;
  • Visualizza conferma eliminazione - Opzione che è abilitata di default e che ad ogni eliminazione dei file mostra sullo schermo la notifica "Spostare questo file nel Cestino?" alla quale si deve rispondere affermativamente o negativamente. Disattivando questa opzione tale notifica non verrà più visualizzata.

LEGGI ANCHE: Eliminare file dal Cestino di Windows con 3 metodi alternativi

Usare una foto personale al posto della Nuova scheda di Chrome

La pagina Nuova scheda di Google Chrome è ampiamente discussa sia in senso positivo che in senso negativo.

Per questo motivo nel tempo sono state sviluppate davvero tantissime estensioni che consentono di modificarla e personalizzarla a seconda delle esigenze.

Ad esempio con questi due addon è possibile averla completamente bianca e vuota, oppure con queste cinque alternative si possono aggiungere ora, foto e previsioni meteo.

Da canto suo Google si sta impegnando a rendere più appetibile la pagina Nuova scheda tant'è che di recente ha implementato la funzione per aggiungervi un'immagine di sfondo.

Ma se proprio non se ne vuole sentire, allora fra le tante estensioni si potrebbe prendere in considerazione di provare Clear New Tab con la quale è possibile aggiungere una foto personale presa dal PC oppure presa da internet al posto della pagina Nuova scheda di Google Chrome.
Finestra impostazioni estensione Clear New Tab per Chrome
Una volta installato il componente aggiuntivo, per aggiungere l'immagine desiderata si deve prima cliccare il pulsante di Clear New Tab, aggiunto alla barra delle estensioni, per aprire la finestra "Background Image" nella quale, come nell'esempio sopra in figura, si deve cliccare il pulsante "Choose a file" se si desidera selezionare la foto dal computer; oppure nel campo "Link to Image" incollare la URL della foto da internet desiderata.

Agendo sulle impostazioni Background color, Image Size, Image Position e Image Repeat rispettivamente si potrà modificare il colore dello sfondo (quello eventualmente visualizzato intorno all'immagine), la dimensione dell'immagine, la sua posizione e ripetizione nella pagina Nuova scheda.

Cliccando il pulsante "Restore Defaults" verranno azzerate tutte le impostazioni allo stato predefinito e si dovrà indicare nuovamente una foto altrimenti al posto della pagina Nuova scheda verrà mostrata una pagina bianca.

LEGGI ANCHE: Immagini satellitari della Terra nella Nuova Scheda di Chrome con l'estensione di Google MapsLe foto più belle di Flickr nella pagina nuova scheda di Chrome con Flickr Tab