Eliminare i vecchi aggiornamenti di Windows per liberare spazio (novità Microsoft)

Anche se ormai da qualche anno i PC vengono forniti con hard disk sempre più capienti, non è affatto una situazione rara ritrovarsi con la memoria del disco agli sgoccioli, soprattutto se si tende a collezionare e archiviare musica, video e file di tutt’altro che modeste dimensioni.

Dunque a un certo punto si prenderà la decisione di liberare spazio sul disco, magari usando appositi programmi per individuare quali sono i file e le cartelle più pesanti in tal senso. Ma oltre ai file personali, fra le tante altre cose su Windows un certo quantitativo di memoria viene occupato anche dai vecchi aggiornamenti di Windows che di default vengono conservati sul disco in maniera tale che l’utente possa ripristinarli qualora il nuovo update effettuato si riveli problematico per il computer. Ma se dopo qualche giorno o settimana non si riscontrano anomalie e instabilità in seguito all’update, significa che quest’ultimo funziona correttamente, dunque i vecchi aggiornamenti diventano inutili e inutilmente occupano spazio sul disco.

A tale proposito come descritto in questo articolo dedicato, su Windows XP un po’ di memoria (nell’ordine di qualche centinaio di megabyte se non pure di qualche gigabyte) si può guadagnare proprio eliminando dall’hard disk i vecchi aggiornamenti di Windows Update.

Con un recente aggiornamento per Windows 7 SP1 la Microsoft integra in questa versione del sistema operativo, l’opzione “Pulizia di Windows Update” nello strumento predefinito Pulizia disco. Come si può intuire dal nome, tale opzione serve ad eliminare i vecchi Windows Update dall’hard disk al fine di recuperare spazio. Su Windows 8 e Windows 8.1 tale caratteristica è già integrata. Per averla su Windows 7 SP1, se ancora non lo si è fatto, scaricare e installare gli ultimi aggiornamenti disponibili su Windows Update oppure agire da questa pagina. Vediamo come usare la nuova opzione Pulizia di Windows Update.

1. Nella tastiera premere il tasto Windows per richiamare il menu Start e cercare cleanmgr per avviare lo strumento Pulizia disco:

Pulizia disco Windows

Oppure premere la combinazione dei due tasti Windows+R e nella finestra di dialogo Esegui digitare il comando cleanmgr quindi premere Invio.

2. Una volta che lo strumento Pulizia disco avrà terminato di calcolare la quantità di spazio che è possibile liberare sull’hard disk, verrà visualizzata la finestra Pulizia disco per (nome del proprio hard disk):

Pulizia file di sistema Windows

nella quale si deve cliccare il pulsante “Pulizia file di sistema”. Subito dopo verrà nuovamente effettuato il calcolo della quantità di spazio che è possibile liberare sull’hard disk.

3. Al termine verrà aperta nuovamente la finestra Pulizia disco per (nome del proprio hard disk) ma questa volta scorrendo la lista dei “File da eliminare” ecco che a disposizione ci sarà la nuova opzione Pulizia di Windows Update, come nell’esempio sotto in figura:

Pulizia di Windows Update

Opzione che di default è già abilitata. Subito accanto all’opzione come si avrà modo di vedere personalmente, è riportata la quantità di spazio che verrà liberata eliminando i vecchi aggiornamenti di Windows; nel mio caso 2,68 GB ma per voi potrebbe essere di più o di meno, dipende dai casi.

4. Per avviare la pulizia del disco (compresa l’eliminazione dei vecchi Windows Update) non resta altro che confermare cliccando OK. Al termine della pulizia per completare a pieno il processo potrebbe essere necessario dover riavviare il computer.

Infine per chi avesse tale necessità, la Microsoft in questa pagina spiega come automatizzare lo strumento di Pulizia disco su Windows.

LEGGI ANCHE: Eliminare gli aggiornamenti di Windows corrotti e risolvere problemi comuni.



Lascia un commento