Eliminare la cartella Windows.old manualmente per recupare spazio su disco

Come cancellare la cartella Windows.old manualmente per liberare diversi GB di spazio su disco dei PC Windows

Quando si aggiorna Windows a una nuova versione, in automatico sotto il Disco locale (C:) viene creata la cartella Windows.old.

Tale cartella contiene tutti i file della precedente versione di Windows installata, dunque torna utile per recuperare eventuali file andati persi con l'aggiornamento e/o direttamente per ritornare alla versione precedente del sistema operativo qualora la nuova si rivelasse problematica o non soddisfacente.

Ma dato che per tornare alla precedente versione di Windows si hanno ormai a disposizione soltanto dieci giorni di tempo, passato questo termine la cartella Windows.old diventa inutile e inutilmente resta sull'hard disk a occupare diverso spazio prezioso, anche più di 20 GB di memoria.

Dunque, una volta stabilito che non occorre recuperare alcun file e che non si vuole ritornare alla precedente versione di Windows, è bene cancellare la cartella Windows.old per recuperare capacità di archiviazione sul disco. Per fare ciò si deve impiegare l'apposito strumento integrato in Windows come indicato nella guida Windows 10 Anniversary Update liberare 20 GB di spazio dopo l'aggiornamento (ma la procedura vale per l'aggiornamento di qualsiasi altra versione del sistema operativo).

Potrebbe capitare però che in seguito a qualche problema imprevisto lo strumento di pulizia integrato nel SO non riesca ad eliminare la cartella Windows.old. In tale circostanza si dovrà allora procedere nell'eliminare manualmente tale cartella, ma non come una qualsiasi cartella facendoci sopra un clic destro di mouse e nel menu cliccando la voce "Elimina" in quanto verrà restituito l'errore "Accesso negato", bensì agendo dal Prompt dei comandi. Vediamo come.
Prompt dei comandi Windows
1. Aprire il Prompt dei comandi con diritti amministrativi (per fare ciò aprire il menu Start digitare cmd, sull'omonimo risultato di ricerca che comparirà farci sopra un clic destro di mouse e nel menu contestuale che verrà visualizzato cliccare l'opzione "Esegui come amministratore").

2. Seguendo l'ordine sotto riportato, adesso nel Prompt dei comandi si dovranno impartire i seguenti comandi uno per volta (copiare  il comando, incollarlo sul Prompt dei comandi e premere Invio):
  • takeown /F C:\Windows.old\* /R /A /D Y (se il comando da' errore, allora provare a inviarlo in quest'altra variante takeown /F "C:\Windows.old"\* /R /A /D Y)
  • cacls C:\Windows.old\*.* /T /grant administrators:F (se il comando da' errore, allora provare a inviarlo in quest'altra variante cacls "C:\Windows.old"\*.* /T /grant administrators:F)
  • rmdir /S /Q C:\Windows.old (se il comando da' errore, allora provare a inviarlo in quest'altra variante rmdir /S /Q "C:\Windows.old")
In sintesi il primo comando da' il pieno controllo (modifica lettura e cancellazione) alla cartella Windows.old, il secondo comando da' il pieno controllo (modifica lettura e cancellazione) al gruppo degli amministratori, e il terzo e ultimo comando elimina la cartella Windows.old. [Via gHacks]

Se si è interessati a liberare ulteriore spazio su Windows allora potrebbe tornare utile l'altro articolo 10 suggerimenti per liberare spazio su disco in Windows.

15 commenti

Gabriele mod

appena dato il primo comando takeown /F c:\Windows.old\* /R /A /D Y

risultato

ERRORE: Sintassi non valida. Il valore 'Y' non è consentito per l'opzione '/D'.
Digitare "TAKEOWN /?" per informazioni sull'utilizzo.

Rispondi

Copia il percorso della cartella Windows.old come indicato qui:

http://www.guidami.info/2017/03/copiare-percorso-di-file-e-cartelle-windows.html

quindi il comando diventa:

takeown /F "C:\Windows.old"\* /R /A /D Y

Fammi sapere se risolvi così.

Rispondi
Gabriele mod

a parte che il percorso non è corretto

è il parametro Y che non viene accettato e poi alla fine anche correggendo il percorso dice che la cartella non è vuota


https://snag.gy/fm09vF.jpg

Rispondi
Gabriele mod

il parametro dopo /D

deve essere o S o N

nella versione inglese Y e N

credo

ma rimane sempre il problema che la cartella non la rimuove comunque

Rispondi

Ma hai aperto il prompt dei comandi come amministratore?

Rispondi
gabriele mod

sì, ho creato un file bat con dentro i 3 comandi e l'ho eseguito come amministratore

ma anche dando i 3 comandi singolarmente dentro ad un cmd come amministratore ottengo lo stesso risultato

Rispondi

Scusa il ritardo ma non avevo possibilità di rispondere prima. Se trovo una soluzione aggiorno. ;)

Rispondi

Ho seguito tutta la procedura mettendo "S" al posto di "Y" e poi gli altri due comandi. Sono partite al Prompt le operazioni di cancellazione. Alla fine ho digitato "exit" e sono uscito.
A questo punto il mio portatile Lenovo non funzionava più, non caricava il sistema operativo.
Tenendo premuto il tasto Maiusc e poi il tasto di accensione sono entrato in modalità provvisoria e ho reimpostato il pc con la Bitlockerkey che per fortuna avevo memorizzato in una chiavetta. Ora è tutto ok e la cartella windows old è li che mi guarda...una bella avventura!

Rispondi

Dev'essere successo qualcos'altro perché la cancellazione di Windows.old non può comportare il mancanto funzionamento del computer dato che contiene i file della vecchia installazione e non di quella attuale.

Prova ad eliminarla con la pulizia dei file di sistema come spiegato qui:

http://www.guidami.info/2017/10/liberare-25-gb-di-spazio-su-windows-10.html

Rispondi

Ho provato a seguire la procedura indicata in questa pagina perchè quella che mi indichi nella risposta avevo già provato a farla ma senza successo. Comunque hai ragione nel mio portatile Lenovo deve essere successo qualcosa che con la cartella Windows.old non c'entra. Appena terminato il vano tentativo di eliminare la cartelle il pc ha richiesto un riavvio per un aggiornamento al temine del quale funzionava poco o niente, niente Cortana, niente menù Start, niente browser, impossibile aprire *.exe e sempre una finestra con scritto errore file system ecc...Reimposto con Bitlockerkey, tutto ok fino a quando mi richiede il riavvio per un aggiornamento, immagino lo stesso di prima. Alla fine dell'installazione dell'aggiornamento, riavvio e...stessa situazione che ti ho descritto. Per il momento ho risolto reimpostando di nuovo con la bitlockerkey e andando subito a impostare il portatile come se fosse con wifi a consumo in modo che Microsoft non mi mandi l'aggiornamento in automatico. Non è il massimo come soluzione ma almeno tutto funziona perfettamente.
Ciao, Antonio

Rispondi

Guarda se questo può tornarti utile:

http://www.guidami.info/2015/08/bloccare-installazione-automatica-aggiornamenti-windows-10.html

Rispondi

Grazie, in effetti è una soluzione migliore della mia. Speriamo che in futuro Microsoft migliori gli updates risparmiandoci di dover usare tool per rimediare ai suoi errori.
Ciao, Antonio

Rispondi

Il problema è che ogni PC è un caso a se. Figurati che su Windows 10 dalla prima versione a oggi, non ho avuto mai un minimo problema con gli aggiornamenti, così come me tanti altri; dall'altra parte invece sono diversi i PC sui quali i problemi si son presentati una o più volte dopo l'installazione degli updates.

Rispondi

Grazie, ottimo suggerimento.

Rispondi

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati