Trasmettere dal cellulare a Fire TV Stick foto, video, schermo (app Android e iPhone)

A differenza della Chromecast, con la Fire TV Stick di Amazon nativamente non è possibile trasmettere file multimediali dal cellulare o tablet alla TV, bensì sono fruibili soltanto i contenuti offerti dalle applicazioni installabili su tale chiavetta (che non sono pochi se si prendono in considerazione Netflix, YouTube, Amazon Prime Video e tanti altri ancora).

Ad ogni modo considerato che è possibile abbinare alla Fire TV Stick il cellulare o tablet Android, oppure l'iPhone, iPad, iPod touch, con applicazioni di terze parti è possibile trasmettere alla televisione foto, video (anche video dei siti internet) e schermo del cellulare. A seguire andiamo a vedere con quali app.

NOTA: In tutti i casi e per tutte le app, e dunque per la trasmissione dei contenuti, in primo luogo è necessario che il cellulare e la Fire TV Stick siano connessi alla stessa rete internet WiFi.

LEGGI ANCHE: Android e iPhone come telecomando Fire TV Stick e Fire TV

Trasmettere video dei siti internet a Fire TV Stick
Per vedere un video di un sito internet sulla TV trasmettendolo alla chiavetta di Amazon, sul cellulare si deve installare l'applicazione Video & TV Cast | Fire TV - Web Video Cast Browser.
Video & TV Cast app Android
Come nell'esempio sopra in figura, una volta avviata l'app, si deve toccare il pulsante di abbinamento alla Fire TV Stick (il pulsante "Cast"). Fatto ciò, nel campo "Search term..." si dovrà digitare il termine desiderato da cercare su internet, attraverso il browser interno dell'app, con Google e qui poi individuare e toccare i risultati di proprio interesse.

Una volta individuato il filmato non resta che aprirlo in maniera tale che in fondo alla pagina compaia il link "Tap here to cast: http://xxxxxx" che di fatti una volta toccato provvederà a trasmettere quel video alla televisione attraverso la Fire TV Cast.

Download Video & TV Cast per Android | Download Video & TV Cast per iOS

Trasmettere foto e video salvati sul cellulare a Fire TV Stick
Se invece si ha necessità di vedere alla televisione, attraverso la Fire TV Stick, le foto e i filmati in memoria sullo smartphone o tablet, in tal senso ci si può servire delle applicazioni gratis SURE e Web Video Caster.

In entrambi i casi, dopo aver installato e avviato l'applicazione è prima necessario toccare il tasto per la ricerca della Fire TV Stick per procedere all'abbinamento. Fatto ciò si è pronti per trasmettere i contenuti alla televisione.
Web Video Caster app Android
Come nell'esempio sopra in figura, con Web Video Caster non si deve fare altro che portarsi in Menu > File nel dispositivo per avere accesso a tutti i video presenti in memoria (mostarti in lista nella scheda "Video") e a tutti gli altri file in generale presenti sul dispositivo, raggiungibili dalla scheda "Esplora". Per trasmettere un file alla TV non si deve fare altro che toccarlo.

Download Web Video Caster per Android

SURE app Android
Con il telecomando universale SURE invece, sopra in figura alcune schermate, dopo aver abbinato il telefono ala chiavetta di Amazon, per individuare i file in memoria si deve toccare il pulsante "Esplora" e dunque sfogliare i contenuti, magari aiutandosi con le macrocategorie Audio, Video, Immagini, Tutti i media.

Trovato uno o più file di proprio interesse, non resta che selezionarli con un tocco e infine toccare il pulsante "Seleziona" per trasmetterli alla TV.

Dowload SURE per Android | Dowload SURE per iOS

Trasmettere lo schermo del cellulare a Fire TV Stick
In alternativa o in complemento alle app sopra indicate, per vedere i contenuti del cellulare sulla televisione attraverso la Fire TV Stick si può prendere in considerazione di trasmettere direttamente lo schermo dello smartphone o del tablet.

In questo modo nella TV verrà visualizzato tutto ciò che si sta visualizzando sul telefonino, in tempo reale. Per la trasmissione dello schermo torna utile l'applicazione gratis Mirroring Schermo (sotto in figura alcune schermate).
Mirroring Schermo app Android
Prima di procedere è però necessario abilitare la duplicazione dello schermo della Fire TV Stick. Per fare ciò, alla televisione portarsi nelle "Impostazioni" della Fire TV Stick dunque in Suoni e schermo > Abilita duplicazione schermo e settare tale opzione su attivata.

Adesso è possibile utilizzare l'app Mirroring Schermo (o equivalente). Una volta avviata non si deve fare altro che premere il pulsante "Start" per avviare la ricerca della Fire TV Stick (o altro dongle supportato), e una volta individuato toccarlo per effettuare l'abbinamento e la proiezione dello schermo.

Download Mirroring Schermo

LEGGI ANCHE: Chromecast, app da usare per vedere sulla TV i video dal PC, da internet, smartphone e tablet

Android e iPhone come telecomando Fire TV Stick e Fire TV

Chi ha acquistato la Fire TV Stick di Amazon avrà avuto modo di constatare che insieme alla chiavetta da collegare alla televisione viene fornito in dotazione un piccolo telecomando per la gestione dei contenuti.

Ma dato che con la Fire TV Stick, oltre che allo streaming dei contenuti, è possibile installare e usare svariati giochi e applicazioni, nel tempo e a seconda dell'utilizzo che se ne fa, il telecomando potrebbe usurarsi prima del previsto e infine rompersi.

Dallo stesso negozio online di Amazon è possibile acquistare un nuovo telecomando sostitutivo, ma al prezzo di 20 euro, ovvero un terzo o la metà del valore totale del kit Fire TV Stick (che difatti costa 39,99 euro per gli abbonati Amazon Prime, o diversamente 59,99).

Se dunque si vuole evitare di incorrere nell'usura prematura del telecomando della chiavetta di Amazon, bensì preservarlo il più al lungo, è bene sapere che è possibile usare il cellulare o tablet Android oppure l'iPhone, iPad e iPod touch come telecomando della Fire TV Stick (oltrechè della Fire TV) installando l'applicazione ufficiale di Amazon: App Telecomando Fire TV.

Facile da usare, l'unico requisito richiesto è che la Fire TV Stick e il cellulare o tablet che si intende utilizzare come telecomando siano entrambi connessi alla stessa rete internet WiFi.
App Telecomando Fire TV procedura abbinamento con Fire TV Stick
Dopodiché non resta che avviare App Telecomando Fire TV per individuare la Fire TV Stick, dunque una volta trovata toccarne il nome visualizzato sul display, e a seguire per abbinare il cellulare o tablet alla chiavetta di Amazon non resta che inserire sul dispositivo mobile il codice a quattro cifre visualizzato sulla televisione. Subito dopo ecco che come nell'esempio sotto in figura:
App Telecomando Fire TV comandi e gestione applicazioni
lo smartphone o il tablet si trasformerà nel telecomando per la Fire TV Stick con tanto di pulsanti tali e quali a quello fisico, e la pulsantiera circolare qui sostituita invece da un'area rettangolare multidirezionale touch.

Con App Telecomando Fire TV si possono inoltre visualizzare e avviare velocemente le applicazioni installate sulla chiavetta di Amazon toccando il pulsantino a griglia in alto a destra dello schermo che appunto visualizzerà l'elenco delle varie app che si possiedono; per lanciare quella di proprio interesse non si deve fare altro che toccarla.

Altre due funzioni utili dell'app sono la tastiera virtuale e la ricerca vocale (richiamabili con un tocco sull'apposita icona in alto allo schermo) attraverso le quali digitare e cercare contenuti più facilmente.

Download App Telecomando Fire TV per Android | App Telecomando Fire TV per iOS

Se Firefox e il computer è lento ridurre il numero di multiprocessi del browser

La tecnologia multiprocesso di Firefox, chiamata anche Electrolysis o e10s, ha debuttato ufficialmente con la versione numero 57, aka Firefox Quantum, del browser di casa Mozilla (anche se per vie traverse la si poteva attivare manualmente in via ufficiosa su Firefox 54).

Tale tecnologia, sfruttando al meglio le CPU multi-core dei computer, determina una maggiore sicurezza, stabilità (meno soggetto a crash) e velocità del browser in quanto fa si che i contenuti internet aperti nelle schede vengano eseguiti separatamente dal processo principale di Firefox (miglioramento subito palpabile se si passa a Firefox 57 o superiore, da una versione precedente).

Su macchine meno potenti però la tecnologia multiptocesso potrebbe rallentare il computer e di conseguenza Firefox, nel caso in cui è in uso un eccessivo numero di processi; soprattutto quando si si utilizzano molte schede.

Anche se in tal senso Firefox determina automaticamente il numero ottimale di processi da impiegare in base alle caratteristiche hardware del computer e al sistema operativo, l'utente qualora riscontrasse un calo delle prestazioni, può intervenire manualmente e ridurre il numero di processi (o aumentarlo qualora disponesse di un PC potente) per migliorare la situazione.

Per gestire il numero di multiprocessi di Firefox ci si deve portare in Menu > Opzioni > Generale > Prestazioni e qui come nell'esempio sotto in figura:
Opzioni Firefox per cambiare numero massimo di processi
disattivare l'opzione "Utilizza le impostazioni predefinite" per visualizzare subito sotto l'opzione "Numero massimo di processi per i contenuti"; infine espandere il menu a tendina di questa impostazione e qui cambiare il numero dei processi da impiegare rispetto a quello predefinito attualmente applicato.

Non resta che chiudere e avviare nuovamente Firefox e verificare se la situazione è migliorata.

LEGGI ANCHE: Sapere quale sito sta rallentando Firefox

Windows 10 come eliminare reti WiFi salvate

Quando col computer Windows 10 ci si connette a una rete WiFi, essa viene automaticamente memorizzata, con annessa password di accesso, nella lista delle reti note in maniera tale che il PC possa ricordarla e dunque connettersi automaticamente quando nuovamente disponibile in zona.

Ma nel caso in cui si volesse impedire ciò, o comunque cancellare dal computer quella rete salvata in quanto non verrà più utilizzata, allora si dovrà provvedere con l'annullamento della memorizzazione dal computer.

Se su Windows 7 in tal senso è sufficiente recarsi in Pannello di controllo > Rete e Internet > Centro connessioni di rete e condivisione > Gestisci reti wireless, selezionare quella di proprio interesse e infine cliccare il pulsante "Rimuovi" per cancellarla, su Windows 8 invece tale possibilità è stata rimossa da Microsoft e poi reintrodotta in Windows 8.1 Update 1 oltreché in Windows 10; su quest'ultimo con l'aggiornamento a Fall Creators Update la procedura è stata modificata e semplificata.

Infatti adesso per eliminare una rete WiFi salvata su Windows 10 si può agire in due modi differenti.

Il primo facendo un clic sull'icona di rete visualizzata nell'area di notifica della barra delle applicazioni per visualizzare la lista delle reti internet disponibili in zona, e qui come nell'esempio sotto in figura:
Windows 10 lista reti WiFi disponibili opzione Annulla memorizzazione
non resta che fare un clic destro di mouse sul nome di quella di proprio interesse e infine nel menu contestuale che comparirà cliccare l'opzione "Annulla memorizzazione".

In alternativa, se la rete WiFi salvata non viene visualizzata nell'elenco di quelle disponibili perché è fuori campo, per vedere tutte quelle che nel tempo sono stata memorizzate dal PC, portarsi in Start > Impostazioni > Rete e Internet > Wi-Fi > Gestisci reti note e come nell'esempio sotto in figura:
Windows 10 impostazioni WiFi reti salvate opzione Annulla memorizzazione
nell'omonima schermata "Gestisci reti note" non resta che individuare quella che si desidera eliminare, selezionarla con un clic di mouse e infine cliccare il pulsante "Annulla memorizzazione" per rimuoverla.

Qualora invece si avesse necessità di eliminare dalla lista di quelle disponibili in zona le reti WiFi non salvate sul PC (dunque alle quali non si è mai effettuato l'accesso), in tal senso abbiamo visto come procedere nella guida dedicata: Come eliminare una rete WiFi dalla lista di quelle disponibili in zona su Windows.

LEGGI ANCHE: Comando per vedere la password WiFi della rete alla quale si è connessi

Eliminare la cache dei Windows Update per ritentare gli aggiornamenti non riusciti

Tramite Windows Update delle volte potrebbe capitare che il download e/o l'installazione di uno o più aggiornamenti non riesca.

Se le cause di ciò possono essere tante e fra le più disparate, per iniziare a risolvere la situazione si potrebbe prendere in considerazione di eliminare i file dei Windows Update scaricati memorizzati nella cache cosicché venga nuovamente effettuato il download e ritentata l'installazione. Vediamo come procedere.

NOTA: La procedura che segue non andrà a disinstallare alcun aggiornamento dal sistema, bensì cancella i file Windows Update dalla cache.

Per prima cosa portarsi in Risorse del computer (Questo PC), fare un clic destro di mouse sul "Disco locale (C:)", nel menu contestuale cliccare la voce "Proprietà", dunque nella finestra delle "Proprietà Disco locale (C:)" che verrà visualizzata, nella scheda "Generale" cliccare il pulsante "Pulizia disco", nella finestra "Pulizia disco per (C:)" che a seguire verrà visualizzata cliccare il pulsante "Pulizia file di sistema" e infine tornati alla finestra "Pulizia disco per (C:)", come nell'esempio sotto in figura:
Finestra pulizia file di sistema Windows
scorrere la lista "File da eliminare" fino a individuare e selezionare la voce "Pulizia di Windows Update". Proseguire cliccando il pulsante OK, e nella notifica di conferma, cliccare il pulsante "Eliminazione file" per cancellare il tutto.

Fatto ciò, adesso portarsi in Risorse del computer > Disco locale (C:) > Windows > SoftwareDistribution > Download e come nell'esempio sotto in figura:
Cartella Download cache Windows Update
selezionare tutti i file presenti all'interno della cartella "Download", dunque premere il tasto "Canc" per eliminarli (tenere in considerazione che per eliminare alcuni file e cartelle potrebbe essere necessario disporre di diritti di amministratore).

Finito. Adesso non resta che tornare in Windows Update, lanciare la ricerca degli aggiornamenti e una volta individuati, ritentare per verificare se adesso il download e l'installazione riesce. In caso contrario per risolvere eventuali problemi di Windows Update si potrebbe tentare con queste altre risorse:

Disattivare dispositivi hardware con un clic su Windows

In alcuni casi si potrebbe avere bisogno di disattivare una periferica hardware del computer Windows per alcune ragioni, ad esempio dal lato della privacy la webcam o il microfono inutilizzati, oppure qualsiasi altro dispositivo hardware (come scheda video dedicata, mouse, tastiera, scheda di rete ecc) non necessario in maniera tale che non consumi energia inutilmente.

Su Windows è possibile disattivare / attivare periferiche hardware, e con il programma gratis DeviceSwitch ,portable fra l'altro, ci vuole un doppio clic di mouse dopo la semplice configurazione iniziale. Vediamo come procedere.

1. Per prima cosa scaricare DeviceSwitch ed estrarre il suo contenuto dall'archivio ZIP, ovvero l'omonima cartella DeviceSwitch.

2. Aprire Gestione dispositivi di Windows, che si può reperire rapidamente con un'omonima ricerca dal menu Start, oppure con la combinazione dei due tasti Windows+R per richiamare la finestra di dialogo "Esegui" e qui inviare il comando devmgmt.msc.
Gestione dispositivi Windows vedere ID hardware dispositivo
3. In Gestione dispositivi adesso individuare la periferica hardware che si desidera disattivare, quindi come nell'esempio sopra in figura farci sopra un clic destro di mouse, nel menu contestuale cliccare la voce "Proprietà, nella finestra delle proprietà del dispositivo che verrà visualizzata portarsi sulla scheda "Dettagli" e qui dopo aver selezionato dal menu a tendina "Proprietà" l'opzione "ID hardware" copiare la prima riga che comparirà nella sezione sottostante.

4. Aprire il file di testo "devices.ini" che si trova all'interno della cartella DeviceSwitch e come nell'esempio sotto in figura:
File devices ini di DeviceSwitch con ID hardware periferica incollato
in "Device1=" senza dare lo spazio dopo il simbolo uguale, incollare l'ID hardware precedentemente copiato in Gestione dispositivi dalla scheda "Dettagli" della periferica in questione. Confermare cliccando File > Salva e chiudere il file di testo.

NOTA: Nel file di testo "devices.ini" è possibile indicare più periferiche hardware, l'importante che ognuna di esse venga riportata in una riga separata.

5. Adesso per disattivare la periferica hardware in questione non resta che eseguire il file "DeviceSwitch.exe" che si trova all'interno della cartella DeviceSwitch ed ecco che come nell'esempio sotto in figura:
DeviceSwitch fnestra di notifica conferma disattivazione dispositivo hardware
subito dopo comparirà una finestra di conferma (che riporta l'ID hardware della periferica e il suo stato di attivazione, "Enabled" significa attivata e "Disabled" invece disabilitata) dove alla domanda "Disable?" non resta che rispondere cliccando il pulsante "Si" per disattivar quel dispositivo.

Viceversa per abilitare nuovamente tale periferica, dopo aver eseguito "DeviceSwitch.exe", si dovrà rispondere "Si" alla notifica "Enable?".

Compatibile con Windows: XP, Vista, 7, 8, 10 | Dimensioni: 151 KB | Download DeviceSwitch

LEGGI ANCHE: Come disattivare la webcam integrata del PC Windows per non farsi spiare

Aggiornare i driver Nvidia senza Geforce Experience

L'unico modo per aggiornare automaticamente i driver della scheda video Nvidia è attraverso il programma ufficiale Geforce Experience; diversamente si deve procedere al download manuale dal sito Nvidia identificando i driver opportuni per la GPU del proprio computer.

Se in linea di massima affidarsi a Geforce Experience è la scelta migliore, per alcuni utenti, i più avanzati, potrebbe invece essere un problema in quanto sotto questo software il prezzo da pagare per tale comodità, oltre ai driver della scheda grafica è prevista anche l'installazione di altri servizi Nvidia aggiuntivi (ad esempio Nvidia Streamer, Nvidia Backend, Nvidia Network Service, Nvidia User Experience ecc) dei quali si potrebbe mai avere necessità di utilizzare, ma che ad ogni modo una volta installati si avvieranno automaticamente con il sistema operativo consumando inutilmente risorse di sistema (ciò può essere verificato nella scheda "Processi" del Task Manager di Windows al quale si accede con la combinazione dei tre tasti Ctrl+Shift+Esc).

TinyNvidiaUpdateChecker è un piccolo programma gratis portable per Windows con il quale aggiornare automaticamente ed esclusivamente i driver della scheda Nvidia del computer senza installare alcun servizio aggiuntivo come invece accade agendo da Geforce Experience.

Per poter utilizzare TinyNvidiaUpdateChecker è necessario che i due file (link di download a fine articolo) TinyNvidiaUpdateChecker.v1.10.0.exe e HtmlAgilityPack.dll si trovino all'interno della stessa cartella (magari una nuova creata appositamente per ospitarli).

Soddisfatto tale requisito non resta che avviare l'eseguibile TinyNvidiaUpdateChecker.v1.10.0.exe e subito dopo, come nell'esempio sopra in figura:
TinyNvidiaUpdateChecker interfaccia grafica
il programma in una finestra DOS avvierà la ricerca di nuovi driver per la scheda video del computer. Nel caso in cui risultassero aggiornamenti disponibili, comparirà sullo schermo la finestra "New graphics card drivers are available!" nella quale, oltre alle informazioni circa l'update (numero di versione, dimensione e descrizione) l'utente a questo punto può scegliere di effettuare una delle seguenti operazioni:
  • Download + Install per scaricare e installare automaticamente gli aggiornamenti driver;
  • Download (+ Extract) per scaricare automaticamente gli aggiornamenti driver ma senza installarli, bensì estrarli in una cartella che si andrà a indicare;
  • View Release Notes per vedere le note di rilascio circa l'aggiornamento;
  • Ignore per ignorare l'aggiornamento.
Tenere in considerazione che per poter utilizzare TinyNvidiaUpdateChecker è necessario che sul PC sia installato Microsoft .NET Framework 4.5 e che il computer sia connesso a internet per effettuare il download dei driver.

Compatibile con Windows: 7, 8, 10 | Dimensione: 156 KB | Download TinyNvidiaUpdateChecker

LEGGI ANCHE: Come ripristinare la versione precedente di un driver in Windows