Microsoft Edge aggiungere opzione "Cerca con Google" al menu destro del mouse

Se si è passati a Windows 10 e per navigare sul web si sta usando il browser internet Microsoft Edge si avrà avuto modo di notare che nel menu contestuale del tasto destro mouse non è disponibile l'opzione per cercare con Google la parola selezionata.

Utile funzione per aprire subito in una nuova scheda la pagina dei risultati di ricerca del termine evidenziato in questione; funzione che per impostazione predefinita è disponibile su tutti i maggiori browser internet quali Google Chrome, Mozilla Firefox e Opera ad esempio.

Ad ogni modo se si ha necessità di avere anche su Microsoft Edge l'opzione "Cerca con Google" nel menu contestuale del tasto destro del mouse, è bene sapere che ciò è possibile installando sul browser un'apposita estensione di terze parti. Vediamo come.

LEGGI ANCHE: Cambiare motore di ricerca su Microsoft Edge e usare Google o altro

Per prima cosa trattandosi di un'estensione di terze parti (ovvero non proveniente dal Windows Store ma dal comunque affidabile sito Github.com) è necessario attivare l'opzione di Edge che permette l'installazione di estensioni prese al di fuori del canale ufficiale. In tal senso dunque lanciare Microsoft Edge e nella barra degli indirizzi digitare e inviare il comando about:flags per aprire la pagina delle "Impostazioni sviluppatore" e qui come nell'esempio sotto in figura:
Impostazioni sviluppatore Microsoft Edge
nella sezione "Impostazioni sviluppatore" attivare l'opzione "Abilita funzionalità per gli sviluppatori di estensioni" spuntando la corrispondente casella di selezione. Infine chiudere e riavviare Microsoft Edge per applicare la modifica.

Fatto ciò è adesso possibile installare su Edge anche le estensioni non provenienti dal Windows Store. Per quanto riguarda l'estensione in oggetto "Google Search"essa si scarica da questa pagina cliccando il pulsante "Clone or download". Una volta scaricata estrarre il suo contenuto dall'archivio zippato.

LEGGI ANCHE: Come creare file ZIP su Windows 10 e estrarli senza programmi

Ora portarsi su Microsoft Edge e qui cliccare Menu > Estensioni e come nell'esempio sotto in figura:
Microsoft Edge pulsante Carica estensione
nel pannello laterale destro "Estensioni" che verrà visualizzato cliccare il pulsante "Carica estensione" dunque indicare il percorso Google-Context-Menu-Edge-master > Google-Context-Menu-Edge-master > Google Search ovvero la cartella dell'estensione che si ha precedentemente scaricato e confermare cliccando il pulsante "Seleziona cartella" per aggiungere l'estensione al browser. Riavviare Microsoft Edge.

Ecco che adesso dopo aver selezionato una parola visualizzata su un qualsiasi pagina web aperta in Microsoft Edge, quando si farà clic destro di mouse sulla selezione nel menu contestuale comparirà la nuova opzione "Search with Google" (ovvero "Cerca con Google").
Opzione Cerca con Google tasto destro mouse in Microsoft Edge
Se si preferisce avere la dicitura in lingua italiana, ovvero "Cerca con Google" o "Cerca su Google" invece che "Search with Google" (vedi esempio sopra in figura), portarsi nella cartella "Google Search" che si trova sotto il percorso Google-Context-Menu-Edge-master > Google-Context-Menu-Edge-master e aprire con il "Blocco note" il file "background.js" e come nell'esempio sotto in figura:
Blocco note Windows modificare stringa Search with Google
individuare la stringa "Search with Google" e rimpiazzarla con la dicitura "Cerca con Google" facendo attenzione a non cancellare le virgolette.

Dato che ci siete, nel documento cercare anche la stringa 'https://www.google.com/#q=' e rimpiazzare .com con .it (dunque ottenendo 'https://www.google.it/#q=') per reindirizzare subito la ricerca alla versione italiana di Google (reindirizzamento che comunque avviene in automatico anche se non si modifica tale stringa).

Salvare e chiudere il file di testo e riavviare Microsoft Edge. Ecco che al prossimo avvio del browser l'opzione "Cerca con Google" sarà ora in lingua italiana.

NOTA: Qualora al riavvio di Chrome l'estensione Google Search venisse disattivata, per riattivarla portarsi in Menu > Estensioni > Google Search e cliccare il pulsante "Ricarica estensione".

LEGGI ANCHE: Funzioni Microsoft Edge da conoscere in Windows 10

Microsoft regala 9 album di musica di Natale: Holiday Album Giveaway

Microsoft ha lanciato una promozione "Holiday Album Giveaway" sul Windows Store con la quale è possibile scaricare gratis nove album completi di musica di Natale.

Tutti gli utenti con sistema operativo Windows possono scaricare gli album (verranno salvati su Groove Musica al quale si accede con l'account Microsoft) ma solo chi ha Windows 10 (probabilmente anche chi ha Windows 8.1) può poi scaricarli localmente sul computer da Groove Musica. Vediamo come fare.

Gli album musicali natalizi che è possibile ottenere gratis con questa promozione sono i seguenti (cliccare il link per vedere nel dettaglio le canzoni che contengono):
NOTA: Dato che la promozione non riguarda il Windows Store italiano bensì quello in lingua inglese, è importante aprire il link degli album in questione con il browser internet sulla versione web del Windows Store e non sull'applicazione in quanto diversamente non è possibile procedere con il download.
Scaricare album da Windows Store
Come nell'esempio sopra in figura una volta aperto il link di uno degli album in promozione cliccare il pulsante "Free" per ottenerlo e quando richiesto effettuare l'accesso con il proprio account Microsoft; subito dopo una popup sullo schermo che riporta la notifica "Congratulations!" confermerà che l'album è stato ottenuto con successo ed è ora disponibile sul proprio account Groove Musica.

Fino a qui la procedura vale per tutti i sistemi operativi Windows; le canzoni degli album scaricati si possono ascoltare direttamente sull'app o sul servizio web Groove Musica.

Come prima accennato gli utenti Windows 10 possono scaricare sul computer gli album in questione per avere ogni canzone sul PC come file MP3. Per fare ciò, dal menu Start lanciare l'app Groove Musica, qui portarsi nella scheda "Album" (nella quale sono visualizzati tutti quelli che si è scaricato) e come nell'esempio sotto in figura:
Scaricare album da Groove Musica
dopo aver cliccato l'album di proprio interesse, nella rispettiva pagina descrittiva che verrà mostrata, accanto al link "Aggiungi a" fare un clic sul pulsantino dei tre puntini in orizzontale e nel menu contestuale cliccare la voce "Scarica".

Subito dopo verrà così avviato il download delle canzoni di quell'album e al termine i brani in questione li si potrà trovare in memoria sul PC nella cartella Musica > Acquisti.

LEGGI ANCHE: Siti per scaricare musica gratis legalmente da internet

Tasto WPS per connettersi alla rete WiFi senza digitare la password

Se fino a qualche tempo fa per connettere un dispositivo alla rete WiFi era prima necessario selezionarla nella lista di quelle disponibili in zona e poi digitare e inviare la password per effettuare l'accesso, oggi con i moderni router WiFi si può procedere più velocemente usando la funzione WPS.

WPS (acronimo di Wi-Fi Protected Setup) è infatti un metodo alternativo per connettere un dispositivo alla rete WiFi senza dover digitare la password di accesso.

Per sapere se il proprio router WiFi supporta la modalità WPS è sufficiente controllare se dispone del pulsantino con scritto WPS e/o l'icona di due freccette che si inseguono, che solitamente si trova sul lato o sul retro.
Tasto WPS router
Per connettere in WPS un dispositivo alla rete WiFi del router è necessario che il dispositivo in questione supporti la tecnologia WPS (ormai supportata dai moderni smartphone e tablet, videocamere e fotocamere WiFi, portatili, stampanti e via dicendo) e che il nome del router (il SSID) non sia nascosto.

Soddisfatti questi requisiti non resta che premere il tasto WPS del router WiFi e a seguire, solitamente entro due minuti, sul dispositivo che si desidera connettere alla rete attivare la modalità "Connessione WPS" che ad esempio sullo smartphone Huawei G Play Mini si trova sotto WiFi > Menu > impostazioni avanzate > Connessione WPS (sotto in figura):
Huawei G Play Mini connessione WPS
In pochi secondi verrà così effettuata la connessione alla rete WiFi senza aver digitato manualmente la password in quanto è il router che comunicherà al dispositivo le credenziali necessarie per l'accesso. Credenziali fra l'altro che rimarranno in memoria sul dispositivo per le future connessioni.

Volendo è possibile effettuare la connessione WPS via codice PIN del router (un codice di otto cifre riportato su un adesivo nel retro) o del dispositivo da connettere al router; soluzione però che fa venire a meno la comodità di non dover digitare la password dato che si dovrà scrivere il codice PIN, e perciò da usare nel caso in cui il primo metodo non fosse attuabile.

LEGGI ANCHE: Scoprire chi è connesso alla rete WiFi e come bloccarlo

Nascondere il nome del router WiFi (SSID) per non far trovare la rete

Il SSID (acronimo di Service Set IDentifier) e il nome della rete wireless generata dal router WiFi che compare nella lista di quelle disponibili in zona quando le si cerca al computer oppure con lo smartphone o il tablet.

È dunque grazie al SSID che è possibile rilevare e identificare fra gli altri il nome del proprio router WiFi così da selezionarlo per connettere altri dispositivi per l'accesso a internet.

Di contro però anche tutti gli altri dispositivi nelle vicinanze possono vedere quella rete WiFi insieme alle altre e se non si è provveduto a proteggerla con password (prima fondamentale cosa da fare sul router WiFi) si potrebbe rischiare di vedersi scroccare la connessione internet, oppure seppur protetta correre il rischio che un malintenzionato nei paraggi utilizzi qualche programma per hackerare la rete WiFi.

Se si è preoccupati in tal senso, oltre che a proteggere la rete WiFi con password a crittografia WPA2 o superiore se disponibile, è possibile agire dalle impostazioni del router per nascondere il nome della rete WiFi in maniera tale che non venga visualizzata fra quelle disponibili in zona impedendo così le connessioni a scrocco o i tentativi di hackeraggio.

LEGGI: Come entrare nel router per gestire le impostazioni

Oggi quasi tutti i router WiFi permettono di nascondere il SSID della rete. A seconda del modello del router tale opzione si troverà sotto un differente menu delle impostazioni dunque cercare fra le varie voci fino a che non si visualizzerà la voce "SSID" (nel mio caso nel router Technicolor MediaAccess TG788vn v2 di Tiscali l'opzione per cambiare il SSID si trova sotto Home > Rete domestica > Interfacce > WLAN > Configura).
Impostazioni router WiFi disattivare nome SSID
Individuata l'opzione basterà disattivarla (rimuovendo la spunta dalla casellina oppure a cliccando l'eventuale link "Disabilita" a seconda dei casi) e applicare la modifica.

Finito. Non resta che ricercare le reti WiFi disponibili in zona (con il PC oppure con il cellulare o tablet) per verificare che in effetti adesso il nome del router WiFi non viene più visualizzato fra quelle disponibili.

Tenere in considerazione che disattivando il SSID, dato che il nome del router non verrà più visualizzato, non sarà possibile connettere nuovi dispositivi mentre quelli che si è già connesso in passato dovrebbero riuscire a connettersi ancora.
In entrambi i casi qualora fosse necessario basterà portarsi nuovamente nelle impostazioni del router e attivare il SSID temporaneamente per consentire la connessione del dispositivo (per risparmiare tempo si potrebbe aggiungere ai preferiti del browser internet la pagina delle impostazioni SSID del router così da aprirla immediatamente senza dover fare ogni volta tutta la trafila di passaggi).

LEGGI ANCHE: Come trovare il miglior canale WiFi in zona per la propria rete

Netflix il mese gratis anche per chi lo ha già avuto

Alcuni vecchi utenti di Netflix possono attivare nuovamente il primo mese gratis di prova anche se ne hanno già usufruito in passato.

Tutti i nuovi utenti che si iscrivono per la prima volta a Netflix  possono usare gratis il servizio per i primi 30 giorni dopodiché dovranno decidere se rinnovare l'abbonamento oppure disdirlo per non pagare il rinnovo.

Rinnovo che costa 7,99 euro al mese per il piano Base, 9,99 euro al mese per il piano Standard e 11,99 euro al mese per il piano Premium tenendo poi in considerazione che il costo del piano Standard lo si può dividere con un'altra persona e il costo del piano Premium con altre 3 persone (in quanto questi due piani si possono usare rispettivamente su 2 e su 4 schermi contemporaneamente) andando dunque a pagare meno di 5 euro al mese.

LEGGI: Pagare l'abbonamento a Netflix la metà e anche meno si può

Ma se al momento non si ha la possibilità di rinnovare l'abbonamento a Netflix e si è già usufruito del primo mese gratis, si può comunque tentare a iscriversi nuovamente con i dati della vecchia registrazione e se si è fortunati godere nuovamente dei primi 30 giorni gratuiti di prova. Opportunità fra l'altro riportata dalla stessa Netflix nella descrizione della sua applicazione per Android (come nell'esempio sotto in figura):
Descrizione app Netflix Android abbonati precedenti
la quale testualmente riporta "Il mese gratuito di abbonamento a Netflix è disponibile ai nuovi utenti e ad alcuni abbonati precedenti".

Dunque per vedere se si rientra fra quegli utenti (io sono fra quelli, tenete in considerazione che dal mio ultimo rinnovo sono passati circa 11 mesi) non si deve fare altro che andare sul sito di Netflix (oppure sull'app per Android e iOS), cliccare il pulsante "Abbonati gratis per un mese":
Netflix pulsante Abbonati gratis per un mese
e dopo aver indicato il piano desiderato non resta che inserire il vecchio indirizzo email e la password (anche una nuova se si preferisce) e confermare cliccando il pulsante "Registrati".

Se tutto è andato a buon fine dopo aver indicato il metodo di pagamento preferito (non verrà accreditato nessun costo, serve solo in caso di rinnovo dell'abbonamento) verrà visualizzata la schermata di benvenuto a Netflix e dunque all'inizio del mese gratis di prova del servizio.

Nel caso in cui al termine dei 30 giorni gratuiti non si volesse rinnovare l'abbonamento, prima dello scadere del mese basterà disdire Netflix.

LEGGI ANCHE: Netflix scaricare film per guardarli senza internet

Netflix scaricare film per guardarli senza internet

Netflix ha finalmente attivato la funzione per scaricare film e serie TV per la visione offline quando si è senza connessione internet.

Caratteristica che torna particolarmente utile da sfruttare quando ci si deve recare in un posto dove non è disponibile o non si può usare internet, facendo preventivamente il download dei video da Netflix che si desidera guardare.

Da premettere che al momento la funzione per scaricare film e puntate delle serie televisive funziona solo sull'ultima versione dell'app Netflix per cellulari e tablet Android (ma non è disponibile per tutti i dispositivi) e per Apple iPhone, iPad e iPod touch con iOS 8.0 o versioni successive.

Inoltre attualmente il download non è disponibile per tutti i film e serie TV di Netflix, ma ad ogni la lista di quelli che si possono scaricare è molto ampia e si trovano titoli popolari come Narcos, Better Call Saul, Stranger Things, Shooter, Dexter, Dott. House, Braking Bad, Under the Dome, The Corwn, Vikings, Downtown Abbey e svariati film oltreché contenuti per bambini.

Per vedere i titoli che è possibile scaricare da Netflix si può procedere direttamente dalla sezione "Disponibili per il download" (che su Android si trova sotto il "Menu" mentre su iOS sotto "Cerca" nella quale) e qui come nell'esempio sotto in figura:
App Netflix iOS Anroid Disponibile per il download
dopo aver selezionato quello di proprio interesse, nella pagina dei dettagli non resta altro che toccare il pulsante "Scarica", visualizzato sotto o accanto alla trama (ha come icona la freccetta che punta verso il basso), per avviarne il download.

Ovviamente senza passare obbligatoriamente per la sezione "Disponibili per il download" è sempre possibile cercare i contenuti di proprio interesse con la ricerca interna dell'app e toccarli per vedere se nella relativa pagina dei dettagli è disponibile il tasto "Scarica".

Tutti i film e puntate delle serie TV scaricate saranno disponibili sotto la sezione "I miei download" del tasto Menu di Netflix (sotto in figura):
App Netflix iOS Android I miei download
dalla quale sarà possibile riprodurli offline e all'occorrenza eliminarli una volta visti per risparmiare spazio nella memoria del cellulare o tablet.

Per impostazione predefinita il download di film e serie TV da Netflix è consentito solo quando lo smartphone o il tablet è connesso a internet in modalità WiFi al fine di non incidere sul traffico dati disponibile; ad ogni modo accendendo in Menu > Impostazioni app come nell'esempio sotto in figura:
App Netflix iOS Anroid Impostazioni e Qualità download video
è possibile disattivare l'opzione "Solo Wi-Fi" per scaricare i contenuti anche se si è connessi a internet in modalità dati. Ma ciò è consigliabile solo se si ha un piano dati illimitati in quanto la dimensione di download dei file pesa diversi MB.
Basti pensare che il primo episodio della prima serie di Narcos scaricato in "Qualità Standard" (che è la predefinita) pesa 266,1 MB mentre scaricato in "Qualità Superiore" pesa ben 681 MB; va da se che se non si usa il WiFi, scaricando 5 - 6 episodi si ha praticamente esaurito il proprio traffico dati mensile a disposizione.

Per cambiare la qualità di download dei video da Netflix si deve agire da Menu > Impostazioni app > Qualità video e scegliere tra la modalità "Standard" o "Superiore" tenendo in considerazione che la prima scarica i video più rapidamente e occupa meno spazio, invece la seconda scarica un file più grande dunque qualitativamente migliore ma di contro occupa più spazio in memoria del cellulare o tablet (che non è un problema per chi ha capacità di archiviazione elevata e/o scheda SD esterna).

Download Netflix per Android | Download Netflix per Apple iOS

LEGGI ANCHE: Come vedere Netflix alla TV con Chromecast

Nascondere un programma installato su Windows

Potrebbe capitare di avere installato nel computer un programma particolare che si desidera non far scoprire alle altre persone che utilizzano lo stesso PC.

Nasconderne l'icona di avvio è facile, basta spostarla dal Desktop sotto un'altra cartella o direttamente eliminarla. Stessa cosa per l'icona che compare nel menu Start, basta farci sopra un clic destro di mouse e nel menu contestuale che comparirà cliccare l'opzione "Elimina".

Il fatto però è che nonostante tutto ciò, quel programma sarà comunque sempre visibile sotto la finestra "Programmi > Disinstalla un programma" del Pannello di controllo di Windows.