Kaspersky Free l'antivirus di Kaspersky gratis per tutti

Kaspersky, la nota azienda russa di sicurezza informatica, ha appena reso disponibile a tutti il suo primo antivirus gratis dal nome Kaspersky Free per i computer Windows da XP a 10.

Un ottima notizia per quanto riguarda la protezione dei PC con il sistema operativo Microsoft dato che seppur gratuito Kaspersky Free è dotato dello stesso motore di rilevamento e protezione impiegato dagli altri software Kasperky a pagamento, che è fra i migliori del settore.

Ovviamente essendo una versione gratis Kaspersky Free non gode di tutte le funzionalità extra riservate alla release a pagamento, ma con la sua protezione in tempo reale basata sul cloud questo antivirus protegge dal download di file pericolosi, siti web e applicazioni pericolose bloccando automaticamente le minacce, oltreché a fornire protezione dalle email pericolose in entrata e in uscita (come quelle di phishing) e dalle chat di messaggistica istantanea.

Seppur disponibile per tutti, la localizzazione di Kaspersky Free a livello globale si concluderà entro l'anno e in italiano arriverà verso la prima metà di Ottobre. Ad ogni modo con la versione in lingua inglese c'è poco da perdersi grazie a una interfaccia grafica semplice ed intuitiva (sotto in figura):
Infatti già visivamente l'intestazione a sfondo verde "Your computer is protected" informa subito che tutto va bene e il PC è protetto; in caso di problemi di sicurezza l'intestazione sarà di colore rosso e cliccando il pulsante "Details" si potrà sapere ciò che non va (magari il database delle definizioni virus da aggiornare).

A disposizione ci sono due pulsanti: "Scan" e "Database Update" mentre gli altri sono disattivati in quanto facenti riferimento alle funzionalità riservate alla versione a pagamento del programma.

Con il pulsante "Scan" si passa alla schermata di scansione che a discrezione dell'utente può essere avviata in:
  • modalità completa "Full Scan" che è la più lunga in termini di tempo ma la più scrupolosa;
  • modalità veloce "Quick Scan" che analizza solo i principali settori a rischio infezione di Windows;
  • in modalità selettiva "Selective Scan" per analizzare specifici file e/o cartelle;
  • modalità "External Device Scan" per analizzare i dispositivi esterni USB collegati al computer.
Con "Scan schedule" all'occorrenza è possibile programmare la scansione completa o veloce ogni giorno, specifico giorno, settimanalmente, mensilmente o manualmente.

Tornando all'altro pulsante disponibile nella schermata principale, "Database Update", con esso si possono cercare manualmente nuovi aggiornamenti riguardo le definizioni virus; update che ad ogni modo lo stesso Kaspersky Free cercherà automaticamente e regolarmente per tenersi costantemente aggiornato anche sulle più recenti minacce.

Infine, nella schermata iniziale cliccando il pulsante "More Tools" si avrà la possibilità di accedere alle statistiche della protezione cloud, lanciare la tastiera virtuale sullo schermo, accedere alla quarantena.

Tenere in considerazione che accedendo nelle impostazioni del programma (cliccando la rotellina ingranaggio in basso a sinistra) è possibile gestire la protezione fornita da Kaspersky Free e all'occorrenza disattivare/attivare la protezione in tempo reale e/o la protezione da file e app pericolosi e/o da siti web pericolosi e/o da email e messaggistica pericolose, così come regolare il livello di sicurezza e altre impostazioni ancora (che è bene lasciare così come sono se non si sa bene quello che si sta facendo).

Sicuramente Kaspersky Free è uno degli antivirus gratis da tenere in considerazione per chi vuole proteggere il computer Windows senza pagare niente, in modo particolare per via del fatto che gode del potente motore di protezione Kaspersky, che come detto prima è uno dei migliori del settore.

Compatibile con Windows: XP, Vista, 7, 8/8.1, 10 | Dimensione: 146 MB | Download Kaspersky Free

LEGGI ANCHE: Programmi da affiancare all’antivirus per aumentare la sicurezza del PC

Cancellare le tracce delle cartelle aperte su Windows

Il sistema operativo Windows utilizza un insieme di chiavi di registro note come "Shellbags" che si occupano di memorizzare una serie di informazioni circa le cartelle che si è aperto al computer attraverso l'Esplora risorse.

Il fatto è che tali informazioni restano memorizzate anche se le cartelle aperte in questione vengono poi eliminate. Informazioni quali: nome, percorso, data della visita, tipo e via dicendo.

Di conseguenza sfruttando appositi programmi (come quelli di tipo forense) capaci di leggere il contenuto delle shellbags, è facile ricostruire l'attività di un utente su quel computer e scoprire così quali cartelle ha aperto e quando non solo nell'hard disk principale dove è installato il sistema operativo, bensì anche quelle visitate sulle unità di memoria esterne che si è collegato al PC nel corso del tempo.

Shellbag Analyzer & Cleaner è un programma gratis e portable con il quale non solo è possibile vedere le informazioni delle directory memorizzate dalle shellbags, bensì anche di cancellarle in maniera tale che non siano più reperibili.
Shellbag Analyzer & Cleaner
Facile da usare, una volta avviato la prima cosa da fare è cliccare il pulsante "Analizzare" per fare la scansione delle shellbags e dunque ricavare le annesse informazioni delle cartelle; al termine del processo, come nell'esempio sopra in figura, tutte le informaizoni trovate nel registro di sistema verranno visualizzate in lista nell'interfaccia del programma.

Servendosi del menu "Vista" in alto a destra dell'interfaccia grafica è possibile filtrare la lista in maniera tale che vengano mostrate solo le informazioni relative alle cartelle eliminate, oppure alle cartelle di rete e dei dispositivi esterni, cartelle esistenti, del Pannello di controllo e di sistema, dei risultati della ricerca Windows, oppure come di default mostrare tutto.

L'utente ha la possibilità di selezionare/deselezionare dalla lista le informazioni di proprio interesse. Per impostazione predefinita Shellbag Analyzer & Cleaner seleziona in automatico quelle relative alle cartelle eliminate, alle cartelle di rete e dei dispositivi esterni e i risultati della ricerca escludendo invece quelle relative alle cartelle esistenti e a quelle del Pannello di controllo e di sistema, quest' ultime sconsigliate dallo stesso programma.

Per eliminare le informazioni selezionate si deve cliccare il pulsante "Pulisce" e successivamente nella schermata di personalizzazione della cancellazione che comparirà (sotto in figura):
Shellbag Analyzer & Cleaner opzioni di cancellazione
si potrà scegliere se applicare o meno alcune opzioni di pulizia aggiuntive (che in realtà vengono applicate di default da Shellbag Analyzer & Cleaner) quali l'offuscamento delle date delle cartelle, pulizia delle shellbags non valide, ottimizzazione delle shellbags e con "Pulizia sicura" la sovrascrittura (fino a 6 passate) delle informazioni.

Per avviare l'eliminazione non resta che confermare cliccando il pulsante "OK". Al termine un messaggio di successo informerà del completamento dell'operazione.

NOTA: Prima di avviare la cancellazione è caldamente consigliato effettuare la copia di sicurezza del registro di sistema di Windows in maniera tale che se dopo la pulizia qualcosa dovesse non funzionare come dovrebbe, si possa tornare indietro con il backup.

Compatibile con Windows: XP, Vista, 7, 8/8.1, 10 | Dimensione: 1.67 MB | Download Shellbag Analyzer & Cleaner

LEGGI ANCHE: Cancellazione sicura di file e unità di memoria con Blank And Secure

Segnare messaggio WhatsApp come importante per averlo subito a disposizione

Su WhatsApp può capitare di ricevere alcuni messaggi con informazioni e/o indicazioni che si intende utilizzare di frequente (ad esempio ricette, percorsi, istruzioni e via dicendo).

Il problema però è che molto probabilmente tali messaggi andranno a perdersi velocemente nella lista delle chat intrattenute con quella persona oltreché nella lista delle conversazioni effettuate con tutti gli altri contatti della propria rubrica WhatsApp.

Ecco allora che per evitare di andare a cercare ogni volta quegli specifici messaggi, si può sfruttare la funzione integrata in WhatsApp che permette di segnarli come importanti così da reperirli rapidamente dall'apposita sezione dedicata.

Più nello specifico, ci si deve portare sul messaggio di proprio interesse e tenerlo premuto fino a che viene selezionato. A questo punto come nell'esempio sotto in figura:
WhatsApp pulsante per segnare un messaggio come importante
in alto allo schermo, nella barra degli strumenti di WhatsApp non resta che toccare il pulsante della stellina per aggiungere quel messaggio all'elenco di quelli importanti.

Da ora in vanti per reperire velocemente quel messaggio e tutti gli altri messaggi segnalati come importanti, come nell'esempio sotto in figura:
WhatsApp messaggi importanti
basterà aprire WhatsApp, in alto a destra toccare il pulsante "Menu" (i tre pallini dispositi in verticale) e nel menu contestuale che compare toccare la voce "Messaggi importanti" ed ecco che in lista ci si ritroverà tutti quelli che si è segnalati come tali.

LEGGI ANCHE: WhatsApp trucchi e funzioni da conoscere per usarlo al meglio

Cancellazione sicura di file e unità di memoria con Blank And Secure

Quando si cancella un file dal computer o da qualsiasi altra unità di memoria, in realtà esso non viene realmente eliminato bensì viene collocato nei settori riscrivibili (lo spazio libero) dai quali verrà sovrascritto (cancellato) solo quando l'unità di memoria avrà bisogno di altro spazio libero per archiviare i nuovi dati; ma fino a quel momento il file in questione e in generale tutti i file collocati nei settori riscrivibili dell'unità di memoria, sono recuperabili con un qualsiasi apposito software di recupero file cancellati.

Blank And Secure è un programma gratis che in tal senso non dovrebbe mancare sul computer Windows.

Grazie a esso è infatti possibile cancellare definitivamente i file dal computer e dalle unità di memoria, oltreché riempire i settori riscrivibili delle unità di memoria affinché in entrambi i casi non sia più possibile recuperare i file eliminati.

Di piccole dimensioni, non richiede neanche installazione, funziona con ogni versione di Windows, una volta avviato si presenterà con questa intuitiva interfaccia grafica (sotto in figura):
Blank And Secure interfaccia grafica
che si può avere parzialmente in lingua italiana cliccando in alto a destra il pulsante "LNG" e nel menu contestuale selezionando l'opzione "Italian".

La prima cosa da fare per rendere comodo e rapido l'impiego di Blank And Secure è di aggiungerlo come opzione "Invia a" del menu contestuale del mouse (come nell'esempio sotto in figura):
Menu Invia a opzione Blank And Secure
in maniera tale da poter inviargli velocemente i file e le cartelle di proprio interesse da cancellare definitivamente, facendoci sopra un cli destro di mouse e nel menu cliccando poi Invia a > Blank And Secure.

Per attivare questa funzione, come nell'esempio sotto in figura, nella barra dei menu di Blank And Secure in alto a sinistra cliccare Blank And Secure > Add to Send-To Shell-Context Menu.
Blank And Secure opzione per aggiungere voce al menu Invia a
NOTA: File e cartelle da cancellare si possono aggiungere a Blank And Secure anche trascinandoli e rilasciandoli con il mouse sopra la sua interfaccia grafica.

Come seconda cosa c'è poi da configurare il tipo di cancellazione dei file. Cancellazione che avviene mediante sovrascrittura dei file in maniera tale da renderli irrecuperabili. Tipo di cancellazione che su Blank And Secure va da un minimo di una sovrascrittura o passaggio a un massimo di 35 sovrascritture o passaggi (35 passaggi corrisponde all'algoritmo Gutmann che è il più potente attualmente).
Blank And Secure menu opzioni numero sovrascritture
C'è però da considerare che più sovrascritture significano anche più tempo richiesto per la cancellazione di un file, dunque se si vuole qualcosa di sicuro e rapido allo stesso tempo si potrebbe trovare una via di mezzo come la sovrascrittura in 7 passaggi che è impiegata da diversi e complessi algoritmi come ad esempio lo German Standard VSITR, Bruce Schneier, DOD 5220.22-M (ECE) e via dicendo. Per cambiare metodo di sovrascrittura, come nell'esempio sopra in figura in Blank And Secure cliccare "Sovrascrivi N° times" e indicare a propria discrezione il numero di passaggi nel menu contestuale che comparirà.

Per avviare la cancellazione definitiva di file e cartelle aggiunti a Blank And Secure non resta che cliccare il pulsante "Cancella". In alternativa al pulsante "Cancella" tenere in considerazione il pulsante "Delete+"che serve ad avviare ugualmente la cancellazione ma al termine consente di eseguire automaticamente una fra queste quattro azioni:
  • "end the program" chiude Blank And Secure
  • "PC Shutdown" spegnere il computer
  • "PC Standby" computer in sospensione
  • "end the program + PC Standby" chiude Blank And Secure e mette in sospensione il computer
Invece per quanto riguarda la cancellazione dello spazio libero delle unità di memoria (sia hard disk interno che esterno, chiavette USB, schede SD e via dicendo), come nell'esempio sotto in figura:
Blank And Secure opzione per cancellare spazio libero disco
si deve cliccare il pulsante "Blank And Secure" in alto a sinistra, nel menu contestuale fare clic sull'opzione "Fill the free space with null" (in alternativa, si può scegliere l'opzione "Fill the free space with null +" per eseguire un'azione automatica al termine del processo come in "Delete+"), a seguire indicare l'unità di memoria di proprio interesse e confermare cliccando il pulsante "OK" per avviare la cancellazione dello spazio libero (che avverrà con il numero di sovrascritture impostato in "Sovrascrivi N° times").

Infine resta il pulsante "Cancella Delay 5 sec" attraverso il quale è possibile gestire il conto alla rovescia al termine del quale avrà inizio la cancellazione sicura dei file e cartelle aggiunti una volta cliccato il pulsante "Cancella" o "Delete +"; conto alla rovescia che di default è settato a 5 secondi ma che può essere personalizzato da un minimo di zero a un massimo di 9 secondi.

Compatibile con Windows: XP, Vista, 7, 8, 10 | Dimensione: 55 KB | Download Blank And Secure

LEGGI ANCHE: Android come rendere i dati irrecuperabili prima di vendere il cellulare o tablet

Bloccare il computer quando si chiude il coperchio del portatile Windows 10

Su i sistemi operativi Windows quando si chiude il coperchio del computer portatile si può scegliere di attuare un'azione fra le quattro disponibili, ovvero: "Arresta il sistema" per spegnere il PC, "Iberna", "Sospensione" oppure "Non intervenire" (azione gestibili portandosi in Pannello di controllo > Hardware e suoni > Opzioni risparmio energia > Modifica combinazioni per il risparmio di energia, ).

A oggi non è ancora disponibile l'opzione per bloccare l'account utente con password quando si chiude il coperchio; o meglio l'opzione c'è ma è disponibile solo se alla chiusura del coperchio del portatile si associa l'azione "Iberna" o "Sospensione" che tornano però particolarmente scomode se ci si deve allontanare dal computer per poco tempo.

L'unica alternativa resta "Non intervenire" ma così facendo chiunque alzi il coperchio può vedere cosa c'è sullo schermo e frugare fra i file del computer in quanto non protetto.

LidLocker è un piccolo programma gratis che porta su Windows 10 la quinta azione da associare alla chiusura del coperchio del portatile, ovvero chiudendo quest'ultimo il computer viene bloccato e dunque alla sua riapertura verrà visualizzata la schermata di accesso di Windows dove sarà necessario digitare la password utente per tornare al desktop e quindi al proprio lavoro che si aveva interrotto, ma senza sospensione né ibernazione.
LidLocker icona nell'area di notifica Windows
Semplice da usare, LidLocker non ha un'interfaccia grafica, bensì una volta installato e avviato andrà a posizionarsi con la sua icona (un lucchetto) nell'area di notifica della barra delle applicazioni di Windows.
Facendoci sopra un clic destro di mouse, nel menu contestuale che compare si può scegliere di attivare l'opzione "Start With Windows" per far avviare LidLocker con il sistema operativo in automatico (utile se si pensa di usare spesso tale funzionalità), oppure "Exit" per chiudere il programma.

Quando LidLocker è in esecuzione, chiudendo il coperchio del computer portatile l'account Windows corrente verrà bloccato e alla riapertura del coperchio sarà dunque necessario digitare nuovamente la password per riprendere a usare il PC.

Ovviamente affinché si possa godere della protezione dell'account Windows alla chiusura del coperchio è necessario che l'account in questione disponga di una password utente di protezione.

Compatibile con Windows: 10 | Dimensione: 289 KB | Download LidLocker

Voglio ricordare che su Windows 10 con l'aggiornamento Creators Update Micorsoft ha introdotto la nuova opzione per spegnere lo schermo del computer portatile premendo il pulsante di accensione/spegnimento.

LEGGI ANCHE: Cambiare l’azione del portatile quando si chiude il coperchio

Chrome il gioco del dinosauro a schermo intero

Ormai tutti gli utilizzatori di Chrome conoscono il gioco del dinosauro introdotto da Google sul suo browser web per Windows e Android e che viene automaticamente proposto quando sul dispositivo non c'è la connessione internet così da ingannare il tempo correndo e saltando col piccolo T-Rex.

Un semplicissimo minigame che ha però riscosso tanto successo tant'è che la stessa Google dallo scorso Gennaio consente di giocarci anche quando si è online.

Caratteristica apprezzata dagli utenti e nuovo successo per il T-Rex, tant'è che Google ha recentemente introdotto una nuova modifica al gioco (solo sulla versione per PC) grazie alla quale adesso viene eseguito in modalità a schermo intero. Come infatti si può vedere nell'esempio qui sotto in figura:
Chrome gioco del dinosauro a schermo intero
dopo aver toccato la barra spaziatrice, non appena avrà inizio la partita il gameplay si adatterà in larghezza e altezza alla dimensione attuale della finestra del browser Google Chrome.

In questo modo l'ambiente di gioco, dinosauro compreso, saranno più grandi e di conseguenza meglio gestibili e godibili. Una novità che sicuramente verrà apprezzata dai fan del piccolo T-Rex di Google.

Tenere in considerazione che al momento è possibile giocare al gioco del dinosauro a schermo intero solo sulla versione Chrome Canary; ad ogni modo la nuova caratteristica dovrebbe arrivare anche sulla versione ufficiale di Chrome nelle prossime settimane.

LEGGI ANCHE: Siti per scaricare gratis videogiochi belli per PC legalmente

Come formattare in FAT32 unità USB da 64 GB e più grandi

Con lo strumento integrato nel sistema operativo Windows non è possibile formattare in FAT32 le chiavette e in generale le unità USB di capacità superiore ai 32 GB di dimensione.

Difatti il file system delle unità superiori ai 32 GB può essere exFAT (comune nelle pennine USB) oppure NTFS (lo standard negli hard disk esterni oltreché interni) e utilizzando lo strumento nativo di Windows la formattazione può essere effettuata scegliendo tra queste due varianti.

Ma come già abbiamo visto più ampiamente nell'articolo Qual'è la differenza tra FAT32, NTFS e exFAT?, si potrebbe avere necessità di formattare l'unità USB in questione in FAT32 in quanto il dispositivo al quale la si è collegata non la rileva per via del file system exFAT o NTFS non supportati, a differenza invece di FAT32 che è un file system universalmente supportato, oltreché da i sistemi operativi Windows, Mac e Linux, da tutti i dispositivi multimediali dotati di porta USB, anche quelli più vecchi, quali lettori CD, DVD, Blu-ray, stereo, Hi-Fi, console di gioco Xbox, PlayStation e via dicendo.

E come abbiamo già detto, e come si può vedere nell'esempio sotto in figura:
Strumento di formattazione integrato di Windows
se si cerca di intervenire in tal senso con il tool integrato di Windows non è possibile formattare l'unità in FAT32 ma solamente in exFAT o NTFS.

Ma ad ogni modo per vie traverse è comunque possibile formattare in FAT32 le unità USB più grandi di 32 GB agendo con un programma di terze parti oppure attraverso il pPrompt dei comandi di Windows.

Primo metodo - Il programma FAT32 Format
Programma FAT32 Format interfaccia grafica
FAT32 Format è una piccola applicazione portable compatibile con tutte le versioni di Windows, non richiede installazione e una volta avviata si presenterà con un'interfaccia grafica semplice e intuitiva (sopra in figura) nella quale non si deve fare altro che:
  1. Espandere il menu a tendina "Drive" per selezionare l'unità USB da formattare;
  2. Lasciare invariato "Allocation unite size"
  3. In"Volume label" se occorre si può digitare un differente nome da dare all'unità
  4. Assicurarsi che sia attiva l'opzione di formattazione veloce "Quick format"
  5. Avviare la formattazione cliccando il pulsante "Start" e nella finestra "Error" di conferma avvio formattazione che verrà visualizzata subito dopo, cliccare il pulsante "OK" per procedere.
Nel giro di pochi secondi la formattazione in FAT32 verrà portata a termine e adesso sarà possibile utilizzare quell'unità USB godendo della maggiore compatibilità offerta da tale file system.

NOTA: Tenere in considerazione che affinché FAT32 Format effettui la formattazione, è necessario chiudere le eventuali finestre aperte dell'Esplora risorse altrimenti non verrà eseguita.

Secondo metodo - Il Prompt dei comandi
Comando per formattare unità USB dal Prompt dei comandi di Windows
Senza servirsi di programmi di terze parti, su Windows per formattare in FAT32 un'unità USB più grande di 32 GB si può utilizzare il Prompt dei comandi. Dunque:
  1. Aprire il menu Start digitare la parola prompt e nei risultati di ricerca fare un clic destro di mouse su "Prompt dei comandi" quindi nel menu contestuale cliccare l'opzione "Esegui come amministratore"
  2. Nel Prompt dei comandi aperto come amministratore adesso non resta che inviare il comando format /FS:FAT32 X: sostituendo la X con la lettera assegnata all'unità USB
L'unico inconveniente di questo metodo è che la formattazione potrebbe richiedere diverso tempo affinché venga completata, dunque sarebbe meglio preferire il programma FAT32 Format per svolgere il tutto in modo più rapido.

LEGGI ANCHE: Come copiare file più grandi di 4 GB su chiavetta USB