Gmail fine del supporto su Chrome 53 e precedenti: è ora di aggiornare

Gmail niente più aggiornamenti di sicurezza, nuove funzioni e bugfix se si sta usando Chrome 53 o versioni precedenti; è meglio aggiornare il browser

Google ha annunciato la fine del supporto di Gmail su Chrome 53 e versioni precedenti. Ovvero tale servizio di posta elettronica non riceverà più aggiornamenti di sicurezza, né nuove funzionalità e né fix dei bug divenendo così più vulnerabile, se si sta utilizzando come browser internet una vecchia versione di Chrome a partire dalla numero 53 a ritroso.

La fine del supporto avrà inizio il prossimo 8 Febbraio 2017 giorno in cui Google sulle vecchie versioni di Chrome inizierà a visualizzare un banner nella parte superiore dell'interfaccia di Gmail che servirà a incoraggiare gli utenti a effettuare l'aggiornamento del browser alla versione più recente (tenendo in considerazione che nel momento in cui scrivo è la numero 56) che contiene diversi e importanti aggiornamenti di sicurezza.
Pagina aggiornamento Google Chrome
Ad ogni modo, problemi di sicurezza a parte, se per un qualche motivo non si procede con l'aggiornamento, Gmail continuerà a funzionare su tutte le vecchie versioni di Chrome sino alla fine dell'anno, ma a partire dal prossimo Dicembre 2017 gli utenti verranno reindirizzati alla versione HTML del servizio di webmail di Google la quale non supporta utili funzionalità come chat, correttore ortografico, scorciatoie da tastiera, l'aggiunta o l'importazione dei contatti, indirizzi personalizzati e la formattazione.

NOTA: La versione HTML di Gmail si può provare seguendo l'indirizzo https://mail.google.com/mail/u/0/h/1pq68r75kzvdr/?v%3Dlui. Per tornare alla versione standard seguire invece l'indirizzo https://mail.google.com/mail/u/0/?nocheckbrowser.

Dunque per godere del pieno supporto di Gmail a livello di sicurezza e di funzionalità è d'obbligo aggiornare Google Chrome alla versione più recente, operazione che verrà effettuata automaticamente dal browser portandosi in Menu > Guida > Informazioni su Google Chrome (oppure in alternativa digitando e inviando chrome://help nella barra degli indirizzi internet).

Ma se il sistema operativo del computer in uso è Windows XP o Windows Vista non c'è modo di rimediare perché Google ha terminato il supporto di Chrome su questi SO già dallo scorso Aprile 2016, su i quali infatti attualmente la massima versione installabile del browser è Chrome 49.

L'unica soluzione in questo caso è di utilizzare un browser internet che ancora supporta Windows XP e Vista, ad esempio Mozilla Firefox lo farà ancora per un po', oppure prendere seriamente in considerazione di passare a un sistema operativo più moderno e supportato come Windows 10 ad esempio, dato che Microsoft ha terminato il supporto di Windows XP da ormai quasi tre anni (Aprile 2014) e presto farà lo stesso con Windows Vista il prossimo Aprile 2017.

Diversamente se si continua a restare su Chrome 53 o versioni precedenti si dovranno incrociare le dita quando su Gmail si avrà a che fare con dati sensibili. Utente avvisato, utente mezzo salvato.

LEGGI ANCHE: Chrome 56 il gioco del dinosauro funziona anche online

2 commenti

Non capisco. Se scrivo https://mail.google.com/
su qualsiasi browser mi dà l'accesso, dopo aver inserito user (mionome@gmail.com) e la mia password.
Al limite Firefox mi può dire che il certificato è scaduto (coi servizi Google non è mai successo, evidente che rinnovano i loro SSL), ma questo non dipende dal sistema operativo quanto dai proprietari dei siti.

Rispondi

Più che altro Google limitando le funzionalità di Gmail a detterminate versioni di Chrome e SO risparmia tempo e denaro. Mozilla gli andrà dietro col tempo quando non ne varrà più la pena.

Rispondi

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati