Come aprire pagina internet non trovata errore 404, 408, 410 ecc

Estensione Chrome per aprire pagina non trovata con errore 404, 408, 410, 451, 500, 502, 503, 504, 509, 520, 521, 523, 524, 525, e 526

Durante la navigazione web quando si va a cliccare un indirizzo internet potrebbe capitare che la pagina a cui rimanda il link non venga caricata restituendo l'errore 404 Pagina non trovata oppure "Page not found" o ancora "Questa pagina non esiste" o altre varianti ancora.

In pratica l'errore 404 sta a indicare che quella pagina o sito internet non esiste più perché momentaneamente non disponibile oppure perché è stata eliminata dal gestore.

Ma è bene sapere che in queste circostanze a disposizione ci sono servizi web come il noto WayBack Machine di Internet Archive che si occupa di archiviare copie di siti e pagine internet (l'archivio in costante crescita comprende oltre 279 miliardi di pagine archiviate) alle quali si può accedere nonostante l'errore 404 per consultarne il contenuto, semplicemente incollando e inviando il link di quella di proprio interesse.

Di recente per Google Chrome è stata rilasciata l'estensione ufficiale Wayback Machine con la quale non solo è possibile vedere subito la copia salvata di una pagina o sito internet con errore 404 non trovato, bensì anche delle pagine e siti internet che restituiscono errore 408, 410, 451, 500, 502, 503, 504, 509, 520, 521, 523, 524, 525, e 526. Il tutto in maniera rapida senza dover incollare il link sul sito WayBack Machine di Internet Archive.
Estensione Chrome WayBack Machine popup
Più nello specifico dopo aver installato l'estensione su Chrome, quando durante la navigazione web capiterà di aprire una pagina internet non trovata o con altro codice di errore fra quelli sopra indicati, come nell'esempio sopra in figura se tale pagina o sito web è stata archiviata da WayBack Machine di Internet Archive, sullo schermo allora comparirà il popup "Page not available? - WayBack Machine" nel quale cliccando il pulsante "Click here to see archived version" verrà caricata la copia salvata sul servizio per poter così consultare comunque quella risorsa anche se attualmente non esiste più e/o non è raggiungibile.

Gli utenti Firefox possono forzare l'installazione dell'estensione Wayback Machine attraverso il componente aggiuntivo Chrome Store Foxified con il quale sul browser di Mozilla è possibile installare le estensioni del browser di Google.

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati