Windows 10 programmi da non installare perché già preinstallati

Programmi da non installare su Windows 10 perché già presenti come funzioni predefinite integrate

Da sempre sul computer Windows qualsiasi utente scarica e installa una serie di soliti programmi per svolgere le più basilari e comuni attività.

LEGGI ANCHE: 10 programmi gratis indispensabili per PC Windows da avere

Ma Windows 10 aggiornamento dopo aggiornamento sta guadagnando una serie di funzionalità integrate che permettono all'utente di fare a meno dell'installazione di software di terze parti e sfruttare così quelli offerti di default dal sistema operativo.

A tale proposito a seguire andiamo a vedere una lista di comuni programmi che si può evitare di installare su Windows 10 perché già preinstallati nel SO.

1. Antivirus
Se su Windows 7 fungeva da sola protezione antimalware, a partire da Windows 8 Windows Defender è diventato a tutti gli effetti un vero e proprio programma antivirus alla pari della concorrenza.

Su Windows 10 l'antivirus è stato migliorato ulteriormente dove in aggiunta alla protezione in tempo reale da parte di virus e malware di vario tipo ha guadagnato la protezione basata sul cloud e in Windows 10 Anniversary Update anche la funzione Windows Defender Offline che una volta attivata effettua la scansione antivirus del computer all'accensione ma prima che venga caricato il sistema operativo così da individuare e eliminare gli eventuali malware difficili da rimuovere con Windows in esecuzione.

LEGGI ANCHE: Come usare Windows Defender su Windows 10, guida e funzioni da conoscere

2. Creare file ZIP e estrarre file da archivio ZIP
Chi sul computer non ha installato software come WinRAR, WinZIP o 7-Zip per comprimere e decomprimere gli archivi di file?

Ma su Windows 10 (anche su Windows 8 e 8.1) almeno per quanto riguarda la compressione e la decompressione degli archivi si può fare a meno di tali programmi in quanto la funzione è disponibile di default ed è integrata nel menu contestuale del mouse e nella barra degli strumenti dell'Esplora risorse.
Windows 10 decomprimere archivio file
Come meglio spiegato in questa guida dedicata infatti come si può vedere nell'esempio sopra in figura per decomprimere un archivio ZIP è sufficiente farci sopra un clic destro di mouse, nel menu contestuale cliccare la voce "Estrai tutto..." e infine indicare la cartella di destinazione nella quale si desidera vengano estratti i file contenuti nell'archivio.

Invece per creare un archivio ZIP di file dopo aver selezionato quelli che si desidera comprimere non resta che fare un cli destro di mouse sulla selezione e nel menu contestuale cliccare poi Invia a > Cartella compressa.

Ovviamente se si ha necessità di ulteriori opzioni come ad esempio la protezione con password dell'archivio è bene servirsi di programmi di terze parti in quanto tali funzioni ancora non sono previste nel programma integrato di Windows 10.

3. Masterizzare
Non è una novità di Windows 10 bensì tale funzione è già integrata nel sistema operativo a partire da Windows Vista.

Ovvero per masterizzare file audio, video e dati in modalità masterizzazione dati non è necessario installare alcun software di masterizzazione di terze parti in quanto è possibile sfruttare la funzione di default prevista da Windows. A tale proposito leggere la guida: Come masterizzare su Windows 10 senza programmi (film, musica, foto, documenti ecc).

LEGGI ANCHE: Migliori programmi gratis per masterizzare (in italiano)

4. Effetti foto
Se sulle precedenti versioni di Windows per migliorare una foto e applicare effetti ci si doveva servire di software di terze parti o di web app, su Windows 10 si può invece usare l'applicazione preinstallata "Foto" (sotto in figura):
App Foto Windows 10
con la quale è possibile migliorare automaticamente l'immagine, ritagliare, raddrizzare, sfocare, regolare i colori, il contrasto, luminosità, saturazione, applicare filtri e altro ancora con pochi clic di mouse e salvare poi il tutto.

L'applicazione Foto di Windows 10 è settata come programma predefinito per aprire qualsiasi file immagine al PC. Se invece si preferisse utilizzare l'app Foto soltanto per ritoccare le immagini e invece aprirle con il classico "Visualizzatore di foto" in questa guida abbiamo visto come fare.

5. Hotspot WiFi
Per condividere in sicurezza la propria connessione internet WiFi così da non svelarne il vero nome e la password non c'è cosa migliore di creare un hotspot WiFi.
Creare hotspot WiFi Windows 10 Anniversary Update
Se per fare ciò sulle altre versioni di Windows è necessario installare programmi di terze parti oppure agire dal prompt dei comandi, su Windows 10 Anniversary Update la Microsoft ha integrato tale funzionalità sotto Start > Impostazioni > Rete e Internet > Hotspot mobile dove in pochi clic di mouse è possibile assegnare un nome e una password di accesso all'hotspot WiFi per poi lanciarlo così da condividere la connessione.

L'utente avrà inoltre modo di vedere i dispositivi attualmente connessi all'hotspot WiFi con tanto di nome, l'indirizzo IP e l'indirizzo fisico (il MAC address).

LEGGI ANCHE: Come creare hotspot WiFi su Windows 10 Anniversary Update senza programmi

6. Localizzare PC
Funzione utile per i computer portatili, a partire dall'aggiornamento Windows 10 November Update la Microsoft ha integrato nel sistema operativo (sotto Start > Impostazioni > Aggiornamento e sicurezza) la funzione "Trova il mio dispositivo" la quale una volta attivata, esattamente come super smartphone e tablet, permette di localizzare e vedere su mappa geografica la posizione dove attualmente si trova il computer rubato o perso in questione.

LEGGI ANCHE: Come ritrovare il portatile Windows 10 perso o rubato

7. Accesso remoto tra PC distanti
In Windows 10 Anniversary Update la Microsoft ha integrato l'utile strumento "Assistenza rapida" grazie al quale è possibile connettere da remoto due computer Windows 10 distanti per offrire oppure ricevere assistenza.

Una vera e propria alternativa a noti software di tale tipologia come ad esempio il famoso TeamViewer; soltanto che questa volta non c'è bisogno di installare nessun programma perché ora è fornito di default con il sistema operativo.

LEGGI ANCHE: Entrare da remoto in un altro PC Windows 10 distante per dare o ricevere assistenza

8. Disattivare programmi all'avvio
I troppi programmi che si avviano automaticamente con Windows possono incidere anche pesantemente su i tempi di caricamento del sistema operativo.
Task Manager Windows 10 - 8 scheda Avvio
Se sulle precedenti versioni per vedere e disattivare i programmi che si avviano con Windows è necessario servirsi di software di terze parti come ad esempio WhatInStartUp, su Windows 10 (ma anche in Windows 8 e 8.1) si può intervenire direttamente dal Task Manager (o Gestione attività) portandosi nella scheda "Avvio", qui fare un clic destro di mouse sul programma di proprio interesse e nel menu contestuale cliccare la voce "Disabilita" per disattivarlo.

LEGGI ANCHE: Cosa si può fare con il Task Manager di Windows 10 e 8

9. Linux
La shell Bash di Linux è la grande novità dell'aggiornamento Windows 10 Anniversary Update nel quale è installato il sottosistema Ubuntu da usare da linea di comando per eseguire i tipici comandi, script e strumenti come Python, Git, Ruby e via dicendo senza lasciare Windows e senza dover creare partizioni sulle quali installare Linux separatamente dal sistema operativo Micrsoft, bensì direttamente tutto dal desktop.

LEGGI ANCHE: Come attivare la Bash Linux Ubuntu su Windows 10

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati