Google Trova il tuo telefono per localizzare il cellulare Android e iOS

Trova il tuo telefono Android e iOS è un nuovo servizio Google per localizzare il cellulare perso o rubato e gestirlo a distanza

Google, in occasione del primo anniversario del servizio "Account personale" (raggiungibile all'indirizzo https://myaccount.google.com/) ovvero la pagina web attraverso la quale si ha facilmente a disposizione tutti gli strumenti per gestire la privacy e la sicurezza in un unico luogo e che nell'ultimo anno è stata visitata da oltre un miliardo di persone, ha annunciato l'introduzione di altre tre novità per accedere facilmente di controllo e protezione dei dati.

La prima è "Trova il tuo telefono" raggiungibile all'indirizzo http://myaccount.google.com/find-your-phone (e presto anche con a ricerca su Google "Ho perso il mio telefono" cosa fra l'altro già fattibile come spiegato in questo post dedicato) attraverso la quale si potrà trovare e localizzare il proprio smartphone o tablet Android e iOS rubato o perso oltreché farlo squillare, bloccarlo e resettarlo a distanza da remoto, ma non solo.
Google Trova il tuo telefono indicare smartphone da gestire localizzare
Come si avrà modo di notare (come nell'esempio sopra in figura) una volta collegati con la pagina Trova il tuo telefono in lista verranno visualizzati i propri cellulari e tablet sui quali in passato si è effettuato l'accesso all'account Google e perciò associati automaticamente a esso.

Dopo aver selezionato il dispositivo di proprio interesse si verrà indirizzati alla rispettiva pagina degli strumenti e suggerimenti di gestione del telefono perso o rubato (sotto in figura):
Google Trova il tuo telefono opzioni di gestione e localizzazione
Andando in ordine:
- Fai squillare per far suonare il telefono (con la suoneria che si è configurato per le normali chiamate) utile per ritrovare il cellulare o tablet se lo si è perso dentro casa o comunque in un'area circoscritta.

LEGGI ANCHE: App Android per ritrovare il cellulare con un fischio

- Individua per localizzare su mappa geografica il telefono attraverso il servizio Gestione dispositivi Android di Google.

- Blocca il telefono per impostare da remoto una password per bloccare lo schermo del cellulare o tablet in maniera tale che la persona che lo ha trovato o rubato non possa frugare i contenuti in memoria. Fra l'altro è anche possibile digitare del testo da far comparire sulla schermata di blocco, ad esempio il proprio nome e/o un recapito telefonico al quale farsi contattare per accordarsi circa la restituzione.

- Prova a chiamare il tuo telefono che grosso modo ha la stessa utilità dell'opzione "Fai squillare" ma con la differenza che si dovrà agire da un altro telefono invece che far partire lo squillo da remoto.

- Esci dall'account sul telefono utile funzione che permette di disconnettere da remoto il proprio account Google sul cellulare o tablet in maniera tale che nessun altro possa accedervi.

- Contatta il tuo operatore viene suggerito di contattare il proprio operatore telefonico per richiedere di disattivare la scheda SIM, ordinarne una nuova o reindirizzare le chiamate a un altro numero.

- Contatta l'assistenza locale fornisce un link per trovare (con Google Maps) l'ufficio oggetti smarriti più vicino al quale rivolgersi per chiedere informazioni circa il ritrovamento del proprio smartphone o tablet.

- Valuta la possibilità di resettare il dispositivo come ultima spiaggia (ovvero se proprio non c'è alcuna speranza di riavere indietro il telefono) questa funzione serve a cancellare da remoto tutti i contenuti, dati e quant'altro sul dispositivo in maniera tale che il ladro non possa fare uso di tali informazioni. Tenere in considerazione che resettando il dispositivo Google potrebbe non essere in grado di resettare completamente tutte le schede di memoria, Trova il telefono e Gestione dispositivi Android non saranno più in grado di individuare, far squillare o bloccare il tuo telefono, si perderà definitivamente l'accesso a tutti i dati sul dispositivo.

NOTA: Affinché queste opzioni di localizzazione e gestione remota del dispositivo funzionino è necessario in primis che il cellulare o tablet sia connesso a internet e che il servizio di localizzazione sia stato attivato dalle impostazioni del dispositivo.

Le altre due novità in arrivo riguardano una il comando vocale "Ok Google, mostrami il mio account Google" (deve essere installata l'ultima versione dell'app Google) per aprire subito la pagina "Account personale", opzione che è attualmente già disponibile in lingua inglese e presto lo sarà dunque anche in altre lingue.

La terza e ultima novità riguarda sempre la semplificazione di accesso alla pagina "Account personale" ma questa volta con una ricerca Google attraverso la quale basterà cercare semplicemente il proprio nome, e se si ha effettuato l'accesso al proprio account si vedrà immediatamente un collegamento a "Account personale".

LEGGI ANCHE: Rintracciare cellulare Android perso o rubato agendo come Ospite da un altro smartphone

2 commenti

Il problema si pone (e Google non ha ancora risolto) come fa se (vedi sotto):

"Online
L'accesso alla posizione del dispositivo è disattivato.
Ultimo contatto online: 2 giugno 2016"

Telefono irrecuperabile...

Rispondi

Si quello è il grosso limite in quanto la localizzazione del dispositivo è a discrezione dell'utente proprietario del dispositivo dove soltanto lui può decidere se farsi localizzare o meno. Andrebbe lasciata attivata di default senza possibilità di disattivarla, ma già mi immagino le ovvie proteste per violazione della privacy.

Rispondi

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati