Windows 10 è il secondo sistema operativo più usato al mondo (Gennaio 2016)

A Gennaio 2016 Windows 10 è diventato il sistema operativo più diffuso al mondo

Critiche a parte i dati del mercato dei sistemi operativi desktop parlano chiaro: Windows 10 è diventato il secondo sistema operativo più diffuso al mondo a Gennaio 2016.

Successo ovviamente e ampiamente dovuto al fatto che si può passare gratis (entro Luglio 2016) a Windows 10 aggiornando una copia genuina di Windows 7 o Windows 8.1, ma sta di fatto che in soli sei mesi questo nuovo sistema operativo di Microsoft è stato installato su qualcosa come circa 200 milioni di computer in tutto il mondo.

In questi sei mesi Windows 10 è riuscito a superare in diffusione prima Windows 8, poi Windows 8.1 e infine anche l'immortale Windows XP, mentre continua a rosicchiare quote di mercato a Windows 7 che ad ogni modo domina ancora largamente incontrastato il primo posto in classifica.
Quote di mercato dei sistemi operativi desktop Gennaio 2016
Come si può vedere nel grafico sopra in figura (ricavato dai dati statistici di NetMarketShare) Windows 10 si aggiudica il secondo posto del podio con l'11,85% di quota di mercato dei sistemi operativi desktop.

Subito dietro c'è ancora Windows XP che nonostante sia stato definitivamente abbandonato da Microsoft da quasi due anni, è il terzo sistema operativo più diffuso al mondo con l'11,42%.

Segue poi Windows 8.1 con il 10,4% che in un mese rispetto a Dicembre 2015 è cresciuto di 0,1%, quota strappata a Windows 8 (diffuso solo al 2,68%) dato che quest'ultimo dal 12 Gennaio 2016 non è più supportato da Microsoft ovvero ha smesso di ricevere patch e aggiornamenti di sicurezza obbligando per forza di cose gli utenti a passare (gratis) a Windows 8.1.

E infine con il 52,47% domina incontrastato Windows 7, ma attenzione però perché in un solo mese rispetto a Dicembre 2015 ha perso ben 3,21 punti percentuale, quote che vanno tutte in un'unica direzione ovvero ai sistemi operativi più recenti Windows 8.1 e 10.

Considerando il fatto che si potrà passare gratis a Windows 10 per ancora altri sei mesi e che i nuovi computer vengono già venduti con preinstallato Windows 10, da qui ai prossimi 180 giorni c'è da aspettarsi quasi sicuramente una ulteriore e notevole trasformazione del mercato dei sistemi operativi desktop tutta in favore del nuovo SO di Microsoft al quale quest'ultima sta puntando davvero tutto. Staremo a vedere.

LEGGI ANCHE: Classifica dei software più vulnerabili del 2015

4 commenti

Però fa riflettere il fatto che un sistema operativo nato nel 2009, ben sette anni fa, abbia preso il posto sia del vecchio XP che dei nuovi Vista, otto, otto.1, e che abbia perdite limitate rispetto a win 10, nonostante quest' ultimo sia gratuito.
Non è che Microsoft si sta dando la zappa sui piedi, con tutta questa telemetria e forzature (sia verso gli utenti che i produttori di PC)?

Rispondi

Di certo Microsoft si sta rendendo molto antipatica con gli aggiornamenti pesantemente suggeriti a Windows 10 (adesso notificati come raccomandati) e caratteristiche come la telemetria. Eguagliare Windows 7 certo richiederà tempo ma ad ogni modo accadrà e neanche fra tantissimo (o comuqnue prima della fine del supporto di Windows 7) visto che in soli 6 mesi Windows 10 ha guadagnato il 10% della quota di mercato e restano altri 6 mesi di passaggio gratis (dopo i quali magari Microsoft proporrà qualche altra promozione invitante); senza poi contare che i nuovi PC vengono venduti con preinstallato Windows 10 e non Windows 7.

Rispondi

Eppure non sopporto quelle inutili "tiles" (piastrelle) e ho riportato il mio win 8.1 al classico "start menu".
Intanto la mia azienda ha installato due mesi fa win 7 su tutti i PC, e non penso che abbia fatto male (volendo rimanere in Microsoft).
Poi io inserisco una pendrive con linux, giusto per trovare subito le stampanti più vicine, cosa che non riesce con windows. Ma questo ritengo che sia un errore di configurazione dell' admin.

Rispondi

Si anche io su Windows 8.1 usavo il classico menu Start separatamente dalla schermata Start:

http://www.guidami.info/2012/11/mettere-il-pulsante-start-su-windows-8.html

Su Windows 10 invece uso quello predefinito che è una rivisitazione moderna del menu Start classico, davvero utile, carino e comodo e fra l'altro ha due facce una richiamabile con il clic sinistro l'altra con il clic destro, quest'ultima con link diretti a utili e importanti directory del sistema operativo.

http://www.guidami.info/2015/07/come-usare-il-menu-start-di-windows-10.html

Rispondi

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati