Recuperare spazio su disco dopo aver aggiornato a Windows 10

Liberare parecchio spazio su disco dopo aver aggiornato a Windows 10 da Windows 7 o 8

Se si è fatto l'aggiornamento a Windows 10 da Windows 7 o Windows 8.1 e si è deciso di tenere questo nuovo sistema operativo di Microsoft perché soddisfatti, allora è bene sapere che in tal caso è possibile liberare parecchio spazio prezioso sul disco eliminando i file della vecchia versione di Windows precedentemente installata e quelli generati durante l'installazione del nuovo SO.

Infatti quando si aggiorna il sistema operativo esistente a una versione di Windows più recente, durante l'aggiornamento in Disco locale (C:) viene generata la cartella Windows.old nella quale sono raccolti tutti i file e tutti i dati della precedente versione di Windows, in maniera tale da poter ripristinare i contenuti che eventualmente durante l'upgrade non stati portati sul nuovo sistema operativo.

Proprio per questo motivo la cartella Windows.old può raggiungere dimensioni considerevoli, solitamente nell'ordine di qualche GB (nel mio caso più di 18 GB di dimensione). Ma una volta appurato che sul nuovo sistema operativo ci sono tutti i file e dati di nostro interesse e si è deciso di restare sulla nuova versione di Windows (e non di tornare a quella precedente, in questa guida abbiamo visto come fare), allora tenere la cartella Windows.old non ha più senso in quanto va a occupare spazio sul disco prezioso inutilmente.

Ma piuttosto che eliminare la cartella Windows.old manualmente è invece meglio servirsi dell'apposita opzione disponibile sotto il tool predefinito "Pulizia file di sistema". Vediamo come procedere.

1. Andare in Risorse del computer e qui fare un clic destro di mouse sul disco principale dove è installato Windows che solitamente, a meno di apposite modifiche apportate, è (C:) e nel menu contestuale cliccare la voce "Proprietà" (come nell'esempio sotto in figura):

2. Nella finestra delle proprietà del disco che subito dopo verrà visualizzata, come nell'esempio sotto in figura:
Pulizia disco e file di sistema Windows 10
nella scheda "Generale" nel riquadro "Capacità" cliccare il pulsante "Pulizia disco", attendere il rilevamento dei file che è possibile eliminare e a seguire nella finestra "Pulizia disco" che verrà visualizzata cliccare il pulsante "Pulizia file di sistema".

3. Attendere anche qui il rilevamento dei file di sistema che è possibile eliminare e una volta terminato ecco che nella finestra che verrà visualizzata (come nell'esempio sotto in figura):
fra i "File da eliminare" tra gli altri in lista sarà disponibile l'opzione "Installazioni di Windows precedenti" che come detto prima raccoglie nella cartella Windows.old tutti i dati della precedente versione di Windows installata. Nel mio caso il peso delle "Installazioni precedenti di Windows" è di ben 18,3 GB di dimensione.

Ma oltre a "Installazioni precedenti di Windows" dare un occhiata anche all'eventuale spazio su disco occupato dai "File temporanei di installazione di Windows" (sono dei file utilizzati dal programma di installazione del sistema operativo e restano sul disco anche dopo l'installazione, ma è possibile eliminarli senza problemi) che nel mio caso ammonta ad altri 3,65 GB.

Dunque selezionare queste due voci spuntando la corrispondente casella di selezione e cliccare il pulsante OK. A seguire, come nell'esempio sotto in figura:
Windows 10 confermare pulizia file di sistema
nella notifica "Rimuovere in modo definitivo questi file" che verrà visualizzata confermare cliccando il pulsante "Eliminazione file" e successivamente nell'altra notifica che informa l'utente "Se si puliscono le installazioni precedenti di Windows o eliminando i file temporanei di installazione, non sarà possibile ripristinare la versione precedente di Windows nel computer" alla domanda "Continuare?" rispondere cliccando il pulsante "Si" per avviare l'eliminazione di tali file (procedura che per essere completata richiederà più o meno di qualche manciata di minuti a seconda della dimensione totale dei file da cancellare).

Al termine si avrà così liberato parecchio spazio prezioso sul disco, nel mio caso 22,1 GB. Se poi si intende provare a liberare ulteriore spazio intervenendo su altre aree e directory di sistema, allora potrebbe tornare utile la guida: Liberare spazio su disco su Windows 10.

2 commenti

Che poi, se uno ha il codice di attivazione del vecchio win, credo sia comunque possibile tornare indietro scaricando l'ISO da Microsoft. Giusto?
Invece, scusa, un'altra cosa che penso possa interessare anche altre persone.....
Io ho fatto l'aggiornamento su W8.1 e qui tutto ok.
Ho fatto anche l'aggiornamento su W7. Questo era già diventato lentino prima (io lo impunto a tutti gli aggiornamenti del SO fatti; ad ogni aggiornamento mi ci metteva di più a caricare tutto, quindi ho dedotto che dipendesse da questo). Speravo che cambiasse con W10 e invece bah, diciamo, un pochetto meno....ma non troppo. Ho provato anche a fare la pulizia dei processi inutili ma sono dovuto tornare indietro perchè, dopo aver corretto il registro, la barra era "inerte": non si apriva più il tasto start se non con il tasto destro del mouse (ma chiaramente mi dava le funzioni solo del "destro") e viceversa il destro non funzionava sulle icone dei programmi aggiunti alla barra. Cliccando sulle connessioni di rete non me le faceva più vedere. Quindi pensavo, sperando di velocizzare un pochetto, di fare un'istallazione "pulita" formattando il tutto (ho sia in codice di attivazione di W7, quello di W10 nuovo, e il codice di attivazione di Office Home e penso che anche quest'ultimo possa essere riscaricato e riattivato). Indicazioni sul da farsi???
Ciao Paolo :)

Rispondi

In teoria si dovrebbe essere possibile, ma ho qualche dubbio dato che il codice di attivazione di Windows 7 o 8.1 aggiornato a Windows 10 viene convertito in un numero di attivazione differente.

Per quanto riguarda la pulizia del registro non la conisglio mai, uno perché le chiavi inutili occupano pochissimo spazio (siamo nell'ordine dei KB) e due perché i pulitori di registro spesso e volentieri vanno a toccare chiavi che non vanno toccate causando diversi problemi. Io preventivamente per tenere il registro di sistema il più pulito possibile, quando rimuovo un programma uso i disinstallatori in profondità come questi gratis:

http://www.guidami.info/2012/06/migliori-software-gratis-per.html
http://www.guidami.info/2015/08/iobit-uninstaller-5-disinstallare-programmi.html
http://www.guidami.info/2015/06/forzare-la-disinstallazione-di-un-programma.html

perché a differenza del tool predefinito di Windows sono in grado di trovare ed eliminare tutte le tracce residue (comprese le rispettive chiavi e volori nel registro di sistema) che normlamente invece resterebbero in memoria.

Per quanto riguarda la lentezza del PC guarda un po se questi suggerimenti ti aiutano a migliorare la situazione:

http://www.guidami.info/2015/03/suggerimenti-per-velocizzare-un-vecchio-pc-windows.html

Rispondi

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati