Impostazioni Windows 10 da cambiare e/o controllare

Alcune rilevanti opzioni di Windows 10 da modificare e/o controllare

Se si è passati a Windows 10 da una precedente versione di Windows, nuova veste grafica e funzionalità aggiuntive a parte, non dovrebbero esserci particolari problemi di adattamento perché in linea di massima il nuovo SO è strutturato alla stessa maniera dei suoi predecessori e nel caso in cui non si dovesse trovare qualcosa basterà cercarla con il motore di ricerca messo a disposizione nella barra delle applicazioni accanto al pulsante Start.

Ad ogni modo dopo aver aggiornato a Windows 10 ci sono alcune opzioni e impostazioni, nuove e non, che si dovrebbero conoscere, controllare, verificare ed eventualmente modificare così da configurare il sistema operativo al meglio a seconda dei propri gusti e personali esigenze. A seguire andiamo dunque a vedere le impostazioni più rilevanti sulle quali concentrarsi.

LEGGI ANCHE: Windows 10 ti spia? Ecco cosa disattivare

Impostazioni sulla Privacy
Impostazioni sulla Privacy Windows 10
Quelle sulla privacy sono le prime impostazioni alle quali ci si dovrebbe dedicare in quanto hanno a che fare con le nostre informazioni personali. Microsoft le ha tutte raccolte comodamente in lista in Start > Impostazioni > Privacy così da averle subito visibili e modificabili in un'unica schermata (come nell'esempio sopra in figura).

Qua si avrà modo di gestire importanti impostazioni come la condivisione della propria posizione geografica, l'utilizzo della fotocamera e del microfono, del calendario, delle informazioni dell'account, del riconoscimento vocale,  l'accesso ai contatti, ai messaggi, ID annunci da parte delle applicazioni installate sul computer oltre che l'invio di informazioni di utilizzo del PC e feedback a Microsoft.

Attivazione di Windows
Aggiornando a Windows 10 da Windows 7 e/o 8.1 alcuni utenti hanno lamentato che il sistema operativo non risultava essere attivato. Dato che se Windows non viene attivato entro 30 giorni smette di funzionare, è bene verificare ciò prima che sia troppo tardi così da poter intervenire tempestivamente per risolvere il problema. In questa guida abbiamo già visto come procedere.

Ripristino configurazione di sistema
Ripristino configurazione sistema Windows 10
Alcuni utenti aggiornando Windows 7 e/o 8 a Windows 10 hanno lamentato di aver trovato disattivata l'importante funzione di Ripristino configurazione di sistema per riportare il PC allo stato precedentemente creato (il punto di ripristino appunto).

Dunque è importante verificare che questa impostazione sia attivata e in caso contrario provvedere ad abilitarla. Per farlo, nella tastiera premere la combinazione dei due tasti Windows+Pausa|Interr e nella finestra delle impostazioni di base di sistema che verrà visualizzata cliccare il link "Impostazioni di sistema avanzate".

Nella finestra "Proprietà di sistema" che verrà aperta subito dopo, portarsi nella scheda "Protezione sistema" e verificare che "Ripristino configurazione sistema" sia "Attivata" per l'hard disk principale e volendo anche per le altre eventuali di memoria collegate. In caso contrario fare un clic sull'unità di memoria in questione, cliccare il pulsante "Configura" e infine nella successiva finestra selezionare l'opzione "Attiva protezione sistema" e confermare cliccando i pulsanti Applica e OK (vedi esempio sopra in figura).

Aggiornamenti Windows Update e riavvio PC
Impostazioni Windows Update Windows 10
Per impostazione predefinita su Windows 10 quando gli aggiornamenti Windows Update vengono installati, il PC viene riavviato automaticamente non appena risulterà essere inutilizzato per un certo lasso di tempo.

Dato che ci si potrebbe allontanare dal computer per vari motivi, per evitare che proprio in quel momento il PC si riavvii da solo facendoci magari interrompere eventuali attività, è possibile pianificare il riavvio in maniera tale che avvenga quando si ritiene più opportuno.

Per fare ciò portarsi in Start > Impostazioni > Aggiornamento e sicurezza > Windows Update > Opzioni avanzate e qui in "Scegli come installare gli aggiornamenti" selezionare l'opzione "Notifica per la pianificazione del riavvio".

LEGGI ANCHE: Pianificazione del riavvio per installare gli aggiornamenti in Windows 10, Come disinstallare gli aggiornamenti di Windows 10 e Bloccare l'installazione automatica di specifici aggiornamenti di Windows 10

Accesso automatico all'account Windows
Per impostazione predefinita sia che si sta utilizzando l'account Microsoft o locale, per accedere è necessario digitare la password. Se invece si desidera accedere all'account automaticamente senza mettere la password (verrà ricordata e immessa automaticamente), procedere allo stesso modo di Windows 8 come descritto in questa guida dedicata.

Sensore Wi-Fi
Sensore Wi-Fi Windows 10
Il Sensore Wi-Fi è una nuova funzione di Windows 10 che consente di connettere il PC automaticamente agli hotspot WiFi consigliati e alle reti WiFi condivise dai propri contatti (Skype, Facebook e Outlook). Dato che in questo articolo abbiamo già visto il perché connettersi agli hotspot WiFi pubblici può essere pericoloso, sarebbe bene disattivare questa funzione in maniera tale il computer non si connetta in automatico bensì sarà l'utente a decidere quando e a quale hotspot WiFi connettersi.

Per fare ciò andare in Start > Impostazioni > Rete e internet > Wi-Fi > Gestisci le impostazioni Wi-Fi e disattivare le due impostazioni "Connetti agli hotspot aperti consigliati" e "Connetti alle reti condivise dai miei contatti".

Cambiare browser internet predefinito
App predefinite Windows 10
Per impostazione di default il nuovo browser internet Microsoft Edge è settato come predefinito. Nel caso in cui invece si preferisse impostare Firefox, Google Chrome o altro browser web ancora come predefinito, allora portarsi in Start > Impostazioni > Sistema > App predefinite e qui indicare il browser che si desidera utilizzare.

Dato che ci si trova in questa sezione, approfittare per dare una controllata a tutte le altre applicazioni impostate di default come predefinite e apportare gli eventuali cambiamenti desiderati.

Windows Defender
Windows Defender Windows 10
Se sul computer si sta utilizzando Windows Defender come programma di protezione da virus e malware vari, allora assicurarsi che sia abilitata la protezione in tempo reale del sistema e la protezione basata sul cloud. Per fare ciò andare in Start > Impostazioni > Aggiornamento e sicurezza > Windows Defender.

LEGGI ANCHE: Come usare il menu Start di Windows 10

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati