Windows 8 come aumentare la durata della carica della batteria sul PC portatile e tablet

Una lista di azioni da attuare per migliorare e aumentare la durata della batteria su portatili e tablet Windows 8 e 8.1

La carica della batteria è un problema che accomuna, chi più chi meno, tutti i dispositivi mobili come smartphone, tablet e computer portatili.

In linea di massima a prescindere dal sistema operativo installato sul dispositivo, per risparmiare la carica della batteria i principali provvedimenti da attuare e che ormai tutti conoscono riguardano la regolazione della luminosità dello schermo e la disattivazione del WiFi quando non si deve usare internet.

Ad ogni modo per migliorare e prolungare ulteriormente la durata della carica della batteria ci sono altre impostazioni alle quali è possibile mettere mano e che nell'insieme potrebbero far guadagnare qualche decina di minuti preziosi utili per completare il proprio lavoro senza invece vedersi spegnere il dispositivo di punto in bianco. Se in questo articolo abbiamo visto alcuni consigli per risparmiare la batteria su i dispositivi mobile Apple iOS, a seguire andremo a vedere alcuni settaggi sui quali intervenire al fine di aumentare la durata della batteria su tablet e laptop con sistema operativo Windows 8 e 8.1.

LEGGI ANCHE: Durata di vita della batteria dei cellulari, tablet e computer portatili: consigli utili

1. Disattivare WiFi e Bluetooth
Se sul proprio portatile o tablet Windows 8 si sta lavorando senza aver bisogno della connessione a internet e di comunicare con altri dispositivi, disattivare il WiFi e il Bluetooth è un primo passo per risparmiare carica della batteria.

Per quanto riguarda il WiFi dato che al momento non si ha necessità di accedere a internet, oltre che a disconnettersi dalla rete sulla quale si è connessi torna utile disattivare direttamente il WiFi in maniera tale da interrompere la ricerca delle reti disponibili in zona, ricerca che diversamente se è attiva influirà sul consumo della batteria. Per fare ciò si deve richiamare la Charm bar (su computer la si può richiamare anche con la scorciatoia Windows + C) toccare "Impostazioni", a seguire toccare l'icona delle reti internet disponibili e impostare su "Disattivata" l'opzione "Wi-Fi" (come nell'esempio sotto in figura):
Stessa cosa vale per il Bluetooth il quale fra l'altro è attivo per impostazione predefinita consumando di conseguenza inutilmente la batteria se non si prevede di adoperarlo. Per disattivare il Bluetooth seguire il percorso Charm bar > Impostazioni > Modifica impostazioni PC > PC e dispositivi > Bluetooth e impostare l'opzione su "Disattivata".

2. Regolare la luminosità dello schermo
Lo schermo è la causa principale del consumo della batteria. Per preservarla è dunque necessario regolare la luminosità del monitor riducendola il più possibile, senza ovviamente rendere difficile la lettura dei contenuti, bensì trovando il giusto compromesso.
Dunque richiamare a Charm bar e toccare il pulsante "Impostazioni", successivamente toccare il pulsante "Luminosità" e come nell'esempio sopra in figura agire sull'apposito cursore per regolarla a dovere.

3. Scegliere la combinazione per il risparmio energia
Windows 8, come del resto anche i suoi predecessori, permette all'utente di cambiare combinazione per il risparmio energetico al fine di aumentare la durata della carica della batteria. Da impostazioni predefinite il piano energetico attivo è quello "Bilanciato", ma i risultati migliori si ottengono attivando la modalità "Risaprmio energia" la quale consente di risparmiare energia riducendo le prestazioni del computer quando è possibile, automaticamente. Questa è la migliore soluzione da mettere in atto nel caso in cui si prevede di utilizzare a lungo il PC senza possibilità di collegarlo alla presa elettrica.
Per settare il piano energetico su Windows 8 andare in Pannello di controllo > Opzioni risparmio energia e attivare la modalità "Risparmio energia".

LEGGI ANCHE: Ottimizzare il PC portatile per aumentare la durata della batteria con Battery Optimizer

4. Impostare lo spegnimento automatico dello schermo
Restando sempre sul fatto che lo schermo è la principale causa di consumo della batteria è anche importante fare in modo che esso si spenga in automatico dopo tot tempo di inutilizzo. Questa opzione si raggiunge dalle Opzioni risparmio energia cliccando il link "Modifica impostazioni combinazione" corrispondente al piano energetico in uso, e come nell'esempio sotto in figura:
in "Disattivazione schermo" sarà possibile indicare dopo quanto tempo di inattività lo schermo si deve spegnere automaticamene sia per quanto riguarda l'alimentazione a batteria che da rete elettrica. Il valore minimo settabile è di 1 minuto ed è quello che conviene impostare.

LEGGI ANCHE: Screensaver che spegne lo schermo del PC per risparmiare energia

5. Attivare la Modalità aereo
WiFi, Bluetooth e dati mobile come abbiamo già visto incidono sulla batteria determinando un maggiore consumo. Se non si ha intenzione di utilizzare queste funzionalità wireless è dunque bene disattivarle e per fare ciò torna utile la "Modalità aereo" la quale una volta attiva disabilita tali funzionalità automaticamente favorendo un conseguente minore consumo della batteria del dispositivo.
Per attivare la Modalità aereo seguire il percorso Charm bar > Impostazioni > Reti > Modalità aereo e settare quest'ultima su "Attivata".

6. Disattivare gli aggiornamenti automatici delle applicazioni
Lo Store di Windows 8 fra le sue impostazioni prevede anche l'Aggiornamento delle app automatico la quale se attivata, provvederà a scaricare e installare la nuova versione disponibile delle proprie applicazioni installate. Seppur non incida sensibilmente sulla carica della batteria, disattivando questa funzionalità si potrebbe migliorare in qualche modo la durata della carica e comunque così facendo sarà l'utente a decidere quando installare gli aggiornamenti delle app manualmente.

Per disattivare gli aggiornamenti automatici delle app in Windows 8, accedere al Windows Store, richiamare la Charm bar e qui premere "Aggiornamenti app"; infine come nell'esempio sopra in figura impostare su "No" l'ozpione "Aggiorna automaticamente le mie app".

7. Scollegare i dispositivi
Dispositivi come mouse, chiavette USB e via dicendo, per funzionare devono essere alimentati elettricamente, energia che viene fornita dal computer o comunque dalla fonte alla quale sono collegati. Seppur si tratta di un basso livello di consumo, se si prevede di non utilizzarli è allora bene scollegarli così da non incidere anche a quel minimo livello sulla carica della batteria. [Via MakeUseOf]

LEGGI ANCHE: Perché è pericoloso comprare batterie lowcost per computer portatili e smartphone

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati