Come bloccare siti indesiderati su Google per non trovarseli più nei risultati di ricerca

Come bloccare siti indesiderati su Google per non trovarseli più nei risultati di ricercaUna delle cose più fastidiose quando si naviga su internet, è quella di incappare in siti web inutili raggiunti tramite il motore di ricerca, in questo caso specifico con Google.

Inutili in quanto il titolo dei risultati di ricerca promette tutto il contrario di quello che invece si troverà realmente dentro la pagina web in questione alla quale si viene reindirizzati.

Pagine costruite nella maggior parte dei casi appositamente per trarre in inganno l’utente malcapitato che si vedrà aprire banner di ogni tipo, come quelli che se non vengono cliccati non permettono di continuare la navigazione del sito, altri che obbligano a installare un software e in generale tutti quei siti internet che non trattano dell’argomento per cui si è entrati bensì che sono finalizzati esclusivamente a imbrogliare il visitatore e/o in generale tutti quelli che personalmente per per un motivo o per un altro si ritengano essere inutili.

Bene. Se si è soliti finire in siti internet di questo tipo, esiste la giusta soluzione che consente di bloccarli per fare in modo di non trovarseli mai più nei risultati di ricerca di Google.

Infatti lo stesso Google per ovviare a questo problema ha sviluppato per Chrome l’ottima estensione Personal Blocklist la quale una volta installata permetterà agli utenti di bloccare i siti internet indesiderati direttamente dai risultati di ricerca tramite l’apposito pulsante che verrà aggiunto per ogni dominio (come nell’esempio sotto in figura):

Personal Blocklist

Una volta cliccato il pulsante relativo al sito indesiderato, nelle prossime ricerche il sito in questione non verrà più visualizzato fra i risultati di Google.

Dalle opzione dell’estensione è ovviamente possibile sbloccare i siti internet che si ha bloccato per sbaglio.

Download: Installa Personal Blocklist

Ma anche per Firefox esiste una risorsa simile e dal nome Google Domain Blocker e che consente di fare quanto appena detto per Chrome.

Google Domain Blocker è un script per Greasemonkey, quindi prima si dovrà installare su Firefox l’addon gratuito Greasemonkey (scaricabile da questo indirizzo per chi ancora non lo avesse), poi l’estensione Google Domain Blocker.

Come in Chrome anche su Firefox nei risultati di ricerca di Google sarà ora disponibile un nuovo pulsante dal nome Blacklist Domain (come nell’esempio sotto in figura):

Google Domain Blocker

una volta cliccato, il corrispondente sito internet verrà eliminato dai risultati di ricerca e non sarà più visualizzato in futuro fino a che è dentro la black list.

Download: Installa gratis Google Domain Blocker

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati