Come rimuovere gli aggiornamenti di Windows installati problematici

Due metodi per disinstallare gli aggiornamenti di Windows se causano errori e problemi di stabilità e funzionalità del sistema

Dopo aver effettuato gli aggiornamenti di Windows è buona norma utilizzare il PC per qualche giorno in maniera tale di verificare che tutto stia funzionando correttamente in quanto seppur di rado è possibile che le nuove funzionalità introdotte con gli updates possano causare problemi ed errori di instabilità del sistema operativo.

Ciò è infatti accaduto di recente con gli ultimi aggiornamenti per Windows che Microsoft ha rilasciato il 12 Agosto. Tali aggiornamenti su i computer di molti utenti hanno infatti dato luogo, tra le altre problematiche, alle ormai note schermate blu BSOD e riavvi continui del PC.
Nello specifico gli aggiornamenti incriminati in questione sono KB2982791, KB20960028, KB2075710 e KB2975331, ora rimossi da Microsoft dal Windows Update e che la stessa Microsoft, per coloro che già li hanno installati, consiglia vivamente di disinstallare per risolvere e o evitare gli imprevisti appena accennati. Ma come fare a disinstallare gli aggiornamenti di Windows? Vediamo due metodi.

Disinstallare gli aggiornamenti di Windows da Programmi e funzionalità
Il metodo più semplice per rimuovere gli updates installati sul PC e di intervenire dallo strumento predefinito “Programmi e funzionalità” che si trova nel Pannello di controllo. Una volta avviato Programmi e funzionalità, nella colonna a sinistra della finestra cliccare il link “Visualizza aggiornamenti installati” in maniera tale che in lista vengano mostrati solo gli updates e non i programmi.

Come nell’esempio sopra in figura adesso non resta che individuare l’aggiornamento incriminato, quindi una volta trovato farci sopra un clic destro di mouse e nel menu contestuale che comparirà cliccare l’opzione “Disinstalla“. In questo modo l’aggiornamento in questione verrà rimosso risolvendo così il problema o errore corrispondente.

Disinstallare gli aggiornamenti di Windows dal prompt dei comandi
In alternativa allo strumento Programmi e funzionalità si può intervenire anche da riga di comando per disinstallare gli aggiornamenti di Windows. Dunque per prima cosa occorre eseguire il prompt dei comandi come amministratore (se si ha necessità in questo articolo è spiegato come fare) e inviare il comando wusa /uninstall /kb:2982791 /quiet sostituendo la sigla numerica KB con quella corrispondente all’aggiornamento che si desidera disinstallare.

Nel caso in cui il problema o errore dell’aggiornamento impedisce di avviare Windows correttamente, per disinstallare comunque l’aggiornamento si può intervenire tramite la Modalità provvisoria premendo il tasto F8 dopo qualche secondo che si è acceso il computer (su Windows 8 e 8.1 si deve premere Shift+F8 oppure leggere gli altri metodi descritti in questo articolo dedicato).

Su Windows 7 e precedenti è inoltre possibile sfruttare e tentare di accedere a Windows avviando “Ultima configurazione sicuramente funzionante” opzione che verrà visualizzata dopo aver premuto F8 all’avvio del PC e dalla quale poi procedere con la disinstallazione degli aggiornamenti problematici. [Via gHacks]

LEGGI ANCHE: Eliminare i vecchi aggiornamenti di Windows per liberare spazio (novità Microsoft)



Lascia un commento