Chrome 74 con modalità scura e lazy image loading

È disponibile Chrome 74 con il supporto della modalità scura e della funzione lazy image loading per velocizzare il caricamento delle pagine internet

Pubblicità

Il 23 aprile scorso Google ha rilasciato la versione stabile del suo browser internet, ovvero Chrome 74.

Le novità più importanti della nuova release in questione sono due: il supporto della tanto attesa modalità scura, e l'introduzione della funzionalità lazy image loading.

Partendo dalla modalità scura, è bene specificare che è stata introdotta da Google solo per un numero limitato di utenti (tanto per allungare l'attesa).

Ma tutti coloro che non fanno parte di questa ristretta cerchia di "fortunati" possono ad ogni modo attivare forzatamente la modalità scura facendo un clic destro di mouse sull'icona di avvio di Google Chrome, nel menu contestuale cliccare "Proprietà", dunque nella finestra delle proprietà di Chrome che verrà visualizzata, come nell'esempio sotto in figura:
Finestra proprietà Chrome
nel campo "Destinazione" portarsi alla fine del percorso "C:\Program Files (x86)\Google\Chrome\Application\chrome.exe" dare uno spazio e poi incollare la stringa --force-dark-mode quindi confermare cliccando i pulsanti Applica e OK. Riavviare il Chrome per godere della modalità scura (sotto in figura in Windows 7):
Chrome 74 modalità scura
Ovviamente la modalità scura renderà decisamente meglio su Windows 10 con attivato il tema scuro, sistema operativo sul quale non si vedrà la barra del titolo di colore blu che invece compare in Chrome su Windows 7; inoltre, per un risultato finale migliore, è possibile potenziare l'effetto dark della modalità scura di Chrome installando una delle due estensioni Dark Reader e Super Dark Mode.

Venendo invece alla funzionalità lazy image loading, si tratta del proseguo del progetto iniziato da Google nell'agosto del 2018, che ha come scopo di aumentare ulteriormente la velocità di caricamento delle pagine internet e di ridurre il consumo di dati mobile, posticipando il caricamento degli elementi fino a quando non siano visibili sullo schermo.

Se nell'agosto 2018 in Chrome è stata introdotta la flag chrome://flags/#enable-lazy-frame-loading per rimandare il caricamento di alcuni fotogrammi di origine incrociata, adesso è disponibile anche la nuova flag chrome://flags/#enable-lazy-image-loading che rimanda invece il caricamento delle immagini finché non si arriva a esse scorrendo la pagina verso il basso.
Chrome pagina flags
Per attivare tali funzionalità, procedendo una alla volta, nella barra degli indirizzi di Chrome inviare le due stringhe chrome://flags/#enable-lazy-frame-loading e chrome://flags/#enable-lazy-image-loading, settarle su "Enabled", dunque applicare la modifica riavviando il browser con un clic sul pulsante "Relaunch Now" che comparirà subito dopo in basso a destra.

Infine, ma non meno importante, con Google Chrome 74 sono stati corretti  ben 39 diversi problemi di sicurezza nella versione desktop del browser web, alcuni dei quali segnalati con un elevato livello di gravità.

Si ricorda che per aggiornare Google Chrome alla nuova versione ci si deve portare in Menu > Guida > Informazioni su Google Chrome dove automaticamente verrà rilevata, scaricata e poi installata la nuova versione disponibile; al termine si dovrà riavviare il browser per finalizzare l'installazione. Diversamente, per coloro che lo hanno installato, la versione più recente di Google Chrome è scaricabile dal sito ufficiale.

LEGGI ANCHE: Chrome più veloce in caricamento all'avvio con un'estensione


Pubblicità

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore del blog