Le principali novità di Windows 10 versione 1903 April 2019 Update

Le più importanti novità e funzioni di Windows 10 April 2019 Update versione 1903, ovvero il primo grande aggiornamento del 2019 di Windows 10

Pubblicità

Entro un mese Microsoft rilascerà Windows 10 April 2019 Update versione 1903, ovvero il primo grande aggiornamento di sistema del 2019, e il settimo grande aggiornamento dall'uscita di questo SO.

L'aggiornamento in questione verrà distribuito attraverso Windows Update, cliccando il pulsante "Verifica disponibilità aggiornamenti"; inizialmente sarà disponibile su i computer con configurazione ritenuta ottimale da parte di Microsoft, poi verrà esteso globalmente a tutti i PC compatibili.

Come ogni grande aggiornamento di sistema, anche Windows 10 April 2019 Update versione 1903 porta con se importanti novità, e a tale proposito a seguire andiamo a vedere le principali.

LEGGI ANCHE: Sapere quale versione Windows 10 è installata sul PC

Windows Sandbox
Windows Sandbox Windows 10
L'abbiamo già vista in anteprima in questo articolo, Windows Sandbox è una nuova funzione di Windows 10 con la quale si potranno eseguire e testare file e programmi, anche pericolosi, in un ambiente virtuale isolato e sicuro che non può recare danni al PC (per la virtualizzazione dell'hardware viene impiegato Microsoft Hypervisor).

Tutte le modifiche apportate nella sessione Windows Sandbox virtualizzata rimarranno confinate all'interno dell'ambiente virtuale in questione, e in automatico verranno cancellate in modo definitivo alla sua chiusura.

Tema chiaro (Tema Light)
A partire da Windows 10 versione 1903, il sistema disporrà del nuovo tema chiaro che apporta colori più chiari al menu Start, al Centro operativo, alla barra delle applicazioni, alla tastiera touch e ad altri elementi grafici ancora, conferendo a Windows un aspetto più pulito e leggero.

Per attivarlo ci si deve portare in Impostazioni > Personalizzazione > Colori, qui scegliere l'opzione "Chiaro" nel menu a discesa "Scegli il tuo colore".

Archiviazione
La pagina delle impostazioni di archiviazione è stata ridisegnata in maniera tale che l'utente possa vedere immediatamente come è utilizzato e ripartito lo spazio, senza dover più selezionare ogni singola unità per ottenere le medesime informazioni (procedura non intuitiva a tutti gli utenti).

Di conseguenza come prima schermata non verrà visualizzata la sezione "Sensore memoria" il quale però all'occorrenza potrà essere attivato/disattivato cliccando l'apposito link "Configura sensore memoria o eseguilo ora" che compare sotto al sezione "Archiviazione".

Infine, nella sezione "Altre impostazioni di archiviazione", adesso sono disponibili anche le opzioni per accedere alle impostazioni "Ottimizza unità" per lanciare la finestra di gestione/avvio della deframmentazione.

Memoria (o archiviazione) riservata
A partire da Windows 10 versione 1903, Microsoft introdurrà la funzionalità "Memoria/Archiviazione riservata", la quale si appropria di circa 7 GB di spazio del disco dedicandolo agli aggiornamenti di Windows, file temporanei, cache di sistema e applicazioni, per evitare così problematiche dovute a memoria insufficiente.

Quando sarà disponibile un nuovo aggiornamento, Windows 10 cancellerà automaticamente i file che si trovano in archiviazione riservata liberando lo spazio per l'installazione dell'aggiornamento.

Cortana e ricerca
L'assistente vocale di Microsoft, Cortana, non ha avuto il successo sperato. Per questo motivo a partire da Windows 10 versione 1903 April 2019 Update, Cortana e la ricerca saranno due funzionalità separate e distinte.

Dunque da ora in avanti le ricerche non vedranno più l'interazione di Cortana, assistente vocale però che all'occorrenza sarà comunque disponibile in Windows 10, ma come caratteristica a parte; difatti nella barra delle applicazioni si troveranno una casella di ricerca e un pulsante Cortana.

Altro ancora
Ma non solo queste. Il nuovo grande aggiornamento infatti porta con se tante altre novità che seppur  minori, nel loro piccolo contribuiscono a migliorare ulteriormente l'esperienza di utilizzo di Windows 10. Novità che, come di consueto, andremo a vedere più nel dettaglio non appena Windows 10 versione 1903 April 2019 Update verrà distribuito ufficialmente da Microsoft.


Pubblicità

13 commenti

è in arrivo un altro disastro ? Conviene fare una bella immagine e duisattivare windows update, lo faccio sempre, e vedere cosa succederà.

Rispondi

Si, conviene sempre creare un'immagine preventiva. Credo (spero) che Microsoft, preso atto del iper-problematico October 2018 Update, questa volta abbia adottato precauzioni doverose.

Rispondi

l'aggiornamento 1809 non l'ho mai scaricato e nemmeno mi è stato proposto attrverso Windows Update, certo che se si affidano al programma insider siamo a cavallo.Con Win 7 controllavo spesso gli aggiornamenti, mi davano una sensazione positiva di sicurezza, con Win 10 è come se avessi un nemico da combattere. Non si può creare problemi ogni 6 mesi, oltretutto si sono inventati i 7 giga dell'HD a loro disposizione. Vedrò come funziona ma sicuramente aspetterò mesi prima di decidere cosa fare.

Rispondi

Dovrebbe essere sufficiente evitare di cliccare su "Verifica disponibilità aggiornamenti" in modo che il download avvenga in un secondo tempo quando eventuali (o quasi certe?) problematiche siano risolte.

Rispondi

l'unico modo è disabilitare il servizio e stare a guardare

Rispondi

@Anonimo 2 tieni presente che Windows 10 October 2018 Update, Microsoft ha ripreso a rilasciarlo globalmente solo pochi giorni fa. Se non lo vedi in Windows Update anche dopo aver cliccato il pulsante "Verifica aggiornamenti" può essere dovuto (forse e fra le altre cause) a incompatibilità e/o a queste motivazioni:

https://www.guidami.info/2018/11/ancora-problemi-con-aggiornamento-windows-10-1809.html

Rispondi

0@Anonimo 3, si in teoria non cliccando il pulsante "Verifica disponibilità aggiornamenti" non dovresti ricevere l'aggiornamento, ma non mi meraviglierebbe se te lo ritrovassi comunque fra i Windows Update disponibili.

Rispondi

Si, quello è senza dubbio il metodo più effeicace, e magari utilizzare WuMgr per scegliere quali Windows Update installare su Windows 10:

https://www.guidami.info/2018/10/scegliere-quali-windows-update.html

Rispondi

ne ho fatto volentieri a meno :)

Rispondi

con questo non passa nulla...https://www.sordum.org/9470/windows-update-blocker-v1-1/

Rispondi

Si, e anche questi metodi:

https://www.guidami.info/2018/01/disattivare-aggiornamenti-windows-10.html

https://www.guidami.info/2016/05/come-disattivare-aggiornamenti-windows-10.html

Rispondi

il secondo link l'avevo visto, mentre Win Update Stop mi era sfuggito, interessante. Sai se c'è la versione portable e se va eseguito come amministratore ?

Rispondi

No, la versione portable non c'è.

Rispondi

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore del blog