Passa ai contenuti principali

Come aggiornare gratis a Windows 10 nel 2018

È ancora possibile aggiornare gratis a Windows 10 nel 2018 ma non più via tecnologie assistive
Dopo quasi due anni, come annunciato, Microsoft ha definitivamente chiuso l'offerta di aggiornamento gratis a Windows 10 dedicata agli utenti che utilizzano l'assistive technology, la quale ad ogni modo poteva essere sfruttata da qualsiasi utente purché disponesse di un computer con su installato una versione genuina di Windows 7 SP1 oppure Windows 8.1 Update 1.

Se infatti oggi ci si reca alla pagina dell'offerta riservata agli utenti che utilizzano l'assistive technology si potrà leggere personalmente "Grazie per l'interesse dimostrato verso Windows 10. L'estensione dell'offerta di aggiornamento gratuito per i clienti di Windows 7 e Windows 8 che utilizzano l'assistive technology è scaduta il 31 dicembre 2017" (in realtà l'ultimo giorno utile è stato lo scorso 16 gennaio 2018) come nell'esempio sotto in figura:
Ad ogni modo ancora oggi (nel momento in cui scrivo) è possibile aggiornare gratis a Windows 10 un PC Windows 7 SP1 oppure Windows 8.1 Update 1 utilizzando per lo scopo il Media Creation Tool di Microsoft. Vediamo come.

Prima di procedere però è bene recuperare e annottare da qualche parte (su un foglio di carta), il product key della versione di Windows 7 SP1 o 8.1 Update 1 attualmente installata sul computer e in tal senso tornano utili questi programmi gratis per vedere il codice di attivazione.

Fatto ciò scaricare da questa pagina https://www.microsoft.com/it-it/software-download/windows10/ il Media Creation Tool di Microsoft, avviarlo e quando giunti a questa schermata (sotto in figura):
Media Creation Tool Windows 10
servirsi dell'opzione "Aggiorna il PC ora" per aggiornare subito a Windows 10, oppure (qualora la funzione "Aggiorna il PC ora" non dovesse più funzionare) servirsi dell'opzione "Crea supporti di installazione" per ottenere l'immagine ISO di Windows 10 da masterizzare poi su DVD oppure su chiavetta USB per creare il supporto di installazione, il quale dovrà essere eseguito all'avvio del computer indicandolo dal BIOS.

Qualora durante l'installazione di Windows 10 venga chiesto di immettere il product key, in tal caso digitare quello di Windows 7 oppure 8.1 annottato precedentemente e confermare. Se tutto è andato a buon fine l'installazione proseguirà fino al suo completamento.
Windows 10 attivato con licenza digitale collegata a tuo account Microsoft
Infine, una volta installato Windows 10, per essere sicuri che il sistema operativo è stato correttamente attivato portarsi in Start > Impostazioni > Aggiornamento e sicurezza > Attivazione e come nell'esempio sopra in figura se compare la dicitura "Windows è attivato con una licenza digitale" oppure "Windows è attivato con una licenza digitale collegata al tuo account Microsoft" allora significa che la copia di Windows 10 in uso è stata attivata correttamente.

Se si ha intenzione di passare a Windows 10 gratis, è il caso di procedere in tal senso quanto più presto possibile, prima che Microsoft (sempre più soddisfatta della crescente diffusione di questo SO) decida di interrompere anche quest'ultima opportunità; dopodiché per avere Windows 10 sarà necessario acquistare una licenza o un computer nuovo con preinstallato Windows 10.

LEGGI ANCHE: Cose da sapere prima di aggiornare a Windows 10

Commenti

  1. ho un problema, l'aggiornamento si ferma al punto ' sto verificando se il sistema è pronto per l'istallazione' cosa fare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova a saricare la ISO di Windows 10, masterizzala su DVD o chiavetta USB e installalo da li.

      Elimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Scaricare video da ogni sito internet – Migliori programmi gratis per farlo

Scaricare video da internet è un’operazione ormai comune a tutti. La maggior parte degli utenti ha imparato bene come fare il download dei filmatidalla rete.

Ma la tendenza per la stragrande maggioranza degli utenti è quella di scaricare video sempre dagli stessi siti, tendenza in parte dovuta alla loro popolarità, al tanto materiale disponibile e alle varie risorse gratis sviluppate appositamente per fare il download da quei siti.

Però bisogna ricordare che oltre ai soliti noti, internet brulica di tanti altri portali video ricchi di contenuti di vario tipo e genere. L’unico problema potrebbe essere quello di non sapere come fare a scaricare i video nel PC anche da questi siti, magari perché non esistono estensioni dedicate o software appositi.

A tale proposito sotto a seguire andiamo dunque a vedere una lista dei migliori programmi gratis per scaricare video praticamente da ogni sito internet, anche da quelli dove normalmente è impossibile farlo.

1. aTube Catcher
Ne avevamo parlato de…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…

3 modi per aumentare il volume dei file video se l'audio è troppo basso

Alcune volte può capitare che riproducendo un file video al computer, un film scaricato da internet ad esempio, l'audio sia troppo basso e di conseguenza si faccia fatica a sentire i dialoghi anche aumentando al massimo il volume del player multimediale e/o del computer stesso.

Se si sta usando un computer fisso si può rimediare facilmente alzando il volume delle casse collegate al case, mentre invece il discorso cambia se si sta usando un computer portatile per il quale per ovvie ragioni di comodità, specialmente se si è fuori casa, non si avranno sicuramente con se le casse esterne da collegare al PC, di conseguenza aumentare il volume del lettore e del computer stesso potrebbe rivelarsi essere non sufficiente per ottenere un livello audio accettabile.

In tali circostanze si può comunque risolvere abbastanza rapidamente riproducendo il video su alcuni player multimediali provvisti di apposita opzione che permette di aumentare ulteriormente il volume anche se lo si è già portato …