Passa ai contenuti principali

CompactGUI comprimere file e cartelle su Windows 10 senza creare archivi

Comprimere file e cartelle su Windows con CompactGUI per risparmiare spazio ma senza creare archivi
CompactGUI è un programma per Windows attraverso il quale è possibile comprimere file e cartelle sulle unità NTFS al fine di risparmiare spazio su disco, e su hard disk vecchi soprattutto, anche per ridurre i tempi di caricamento in quanto i file più piccoli (compressi) sono più rapidamente accessibili.

Ma a differenza dei programmi di archiviazione come WinRAR, 7zip e simili, i file compressi con CompactGUI rimangono sempre accessibili così come sono e con un basso impatto in termini di perdita delle prestazioni in modo particolare sulle CPU moderne.

CompactGUI per la compressione si avvale del comando compact di Windows il quale normalmente però può essere impartito solo da linea di comando; con CompactGUI invece lo si può impartire più comodamente da una intuitiva interfaccia grafica. Maggiori dettagli sul comando compact sul sito Technet di Microsoft.
Compact GUI interfaccia grafica
Facile da usare, una volta avviato (non richiede installazione) come nell'esempio sopra in figura per prima cosa in "Select Target Folder" si deve indicare la cartella contenente i file da comprimere e più sotto in "Select Compression Algorithm" selezionare il metodo di compressione desiderato tenendo in considerazione che:
  • XPRESS4K: è il metodo più veloce ma ha un basso livello di compressione
  • XPRESS8K: è il metodo più equilibrato tra velocità e livello di compressione (perciò selezionato di default)
  • XPRESS16K: è il metodo più lento ma con il più alto livello di compressione
  • LZX metodo con una compressione molto compatte e perciò indicato solo per la compressione di cartelle alle quali non si accede spesso (da evitare per programmi e giochi)
Indicato il metodo di compressione non resta che cliccare il pulsante "Compress Folder" per dare inizio al tutto.

La procedura potrebbe richiedere più o meno tempo a seconda del metodo di compressione e della dimensione della cartella indicata.

Tenere in considerazione che la compressione di alcune cartelle potrebbe far recuperare molto spazio oppure poco spazio a seconda dei casi; questo perché non c'è uno standard o qualche riferimento riguardo lo spazio che è possibile risparmiare con la compressione; ogni cartella è un discorso a sé. Come nell'esempio sotto in figura:
Compact GUI riepilogo compressione
a termine della compressione lo spazio risparmiato verrà mostrato nella finestra di riepilogo di CompactGUI (nel mio caso 239 MB risparmiati da una cartella che originariamente pesava 1242 MB e adesso dopo la compressione 1003 MB).

Lo sviluppatore di CompactGUI ha ottenuto ottimi risultati con la compressione della cartelle del programma Adobe Photoshop che dall'originale dimensione di 1,71 GB è passata a 886 MB, e della cartella del videogame Portal 2 che da 11.8 GB è stata compressa a 7.88 GB.

Per decomprimere una cartella compressa, dopo averla selezionata in "Select Target Folder", cliccare il pulsante "Analyze Folder" e nella schermata di riepilogo avviare la decompressione cliccando il pulsante "Uncompress".

Compatibile con Windows: 10 | Dimensione: 1.48 MB | Download CompactGUI

LEGGI ANCHE: Ridurre le dimensioni dei video HD senza perdere qualità con IFME per Windows

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Windows 10 October 2018 Update risolto il problema che cancellava i file con l'aggiornamento

Lo scorso 5 ottobre Microsoft ha interrotto la distribuzione di Windows 10 October 2018 Update iniziata ufficialmente tre giorni prima, in quanto dopo l'aggiornamento su alcuni computer (solo sullo 0.001% delle installazioni) venivano cancellati file personali contenuti nelle cartelle Documenti, Immagini, Musica, Video, Download ecc.

Ma ieri con un post sul blog ufficiale di Windows è stato annunciato che gli ingeneri hanno identificato e risolto tutti i problemi noti che portavano a tale perdita di dati con l'upgrade a Windows 10 versione 1809.

Qual'è stata la causa del problema? La perdita dei dati ha interessato i file contenuti nelle cartelle Documenti, Immagini, Musica, Video, Download e via dicendo, reindirizzate in un percorso di destinazione diverso da quello predefinito (es. C\Users\NomeUtente\Documents); soluzione che alcuni adottano per risparmiare spazio sul disco di sistema archiviando, con il reindirizzamento delle cartelle, tali file su altre unità di memori…

Vedere il consumo elettrico dei programmi nel Task Manager di Windows 10

A partire dall'aggiornamento October 2018 Update, il Task Manager di Windows 10 ora mostra il consumo elettrico da parte dei programmi in esecuzione.

In questo modo è possibile individuare rapidamente i processi degli applicativi che incidono maggiormente a livello energetico quando il computer portatile è alimentato dalla solo batteria, e in base a tali informazioni decidere se terminare o meno i programmi più dispendiosi in questo senso, soprattutto se sono in esecuzione in background.

Per prima cosa è necessario aprire il Task Manager facendo un clic destro sulla barra delle applicazioni e qui nel menu contestuale cliccando la voce "Gestione attività"; oppure ci si può servire direttamente della combinazione dei tre tasti Ctrl+Shift+Esc.

LEGGI ANCHE: Cosa si può fare con il Task Manager di Windows 10

Qualora il Task Manager venisse eseguito in un piccola finestra, allora qui nell'angolo in basso a sinistra cliccare il link "Più dettagli" per visualizzare…