Passa ai contenuti principali

Usare lo smartphone Android come webcam PC in WiFi, USB o IP camera

Come usare il cellulare Android come webcam WiFi, USB o IP camera sul computer Windows con l'applicazione DroidCam Wireless Webcam
Si ha necessità di usare il PC Windows per fare una videochiamata su Skype oppure per chattare su una videochat ma non si ha una webcam oppure quella che si possiede è rotta o non funziona?

In tal caso è bene sapere che come alternativa è possibile usare la fotocamera del cellulare o del tablet Android come webcam del computer.

Se già abbiamo visto come fare con l'applicazione IP Webcam, a seguire andremo invece a vedere come procedere utilizzando l'app DroidCam Wireless Webcam con la quale non solo è possibile utilizzare il telefono Android come webcam WiFi o USB, bensì all'occorrenza anche come camera IP di sorveglianza (da controllare da remoto attraverso il browser internet).

Usare il cellulare come webcam WiFi o USB
1. Per prima cosa sullo smartphone o tablet installare l'applicazione DroidCam Wireless Webcam.

2. Sul computer Windows invece scaricare e installare il Client DroidCam che a sua volta provvederà a installare i driver necessari sul PC.

3. Se si intende collegare la webcam al PC in WiFi (senza fili) assicurarsi che il cellulare e il computer siano entrambi connessi alla stessa rete WiFi; se invece si preferisce effettuare il collegamento via USB allora collegare il cellulare e il computer con il cavo.

4. Avviare l'applicazione DroidCam Wireless Webcam sul telefono e andare avanti fino alla schermata delle informazioni di rete (sotto in figura):
App Android DroidCam info rete e impostazioni
nella quale è riportato l'indirizzo "WiFi IP" che servirà per collegare la webcam al PC in WiFi, e l'indirizzo "Browser IP Cam Access" che invece servirà per accedere alla webcam del cellulare da remoto attraverso il browser internet.

5. Avviare il Client DroidCam sul PC e nell'interfaccia grafica che verrà visualizzata, come nell'esempio sotto in figura:
DroidCam Client PC desktop
in alto cliccare il primo pulsante da sinistra se si desidera collegare la webcam in WiFi, oppure cliccare il secondo pulsante se si intende collegarla via cavo USB.

Nel primo caso, collegamento via WiFi, nel campo di inserimento "Device IP" si dovrà digitare l'indirizzo "WiFi IP" visualizzato nella schermata delle informazioni di rete dell'app DroidCam Wireless Webcam. Il campo "DroidCam Port" dovrebbe invece risultare essere già compilato. Se si desidera trasmettere sia l'audio che il video dalla fotocamera del cellulare, allora nel client DroidCam spuntare le due annesse caselle opzionali. Non resta che cliccare il pulsante "Start" per avviare il collegamento.

Se invece si desidera collegare la fotocamera dello smartphone via cavo USB, prima di cliccare il pulsante "Start" sul client PC, affinché il client rilevi il cellulare è necessario attivare la funzione "Debug USB" sullo smartphone Android che si trova nelle "Opzioni sviluppatore".
DroidCam Client PC desktop fotocamera cellulare Android rilevata
In entrambi i casi dopo aver cliccato il pulsante "Start" entro qualche secondo, come nell'esempio sopra in figura, nell'interfaccia del client DroidCam comparirà in video ciò che è inquadrato con la fotocamera dello smartphone, proprio come una webcam.

Webcam che adesso è possibile utilizzare dove occorre, ad esempio su Skype dove infatti come è possibile vedere nell'esempio sotto in figura:
Impostazioni video Skype con DroidCam come opzione webcam
essa sarà disponibile come periferica video "DroidCam" da selezionare per usare il telefono Android come webcam per le videochiamate. Allo stesso modo di Skype la fotocamera del cellulare si può usare come webcam su programmi di videoconferenza simili e su i siti di videochat.

La riproduzione video può essere interrotta sia dall'app DroidCam Wireless Webcam che dal client DroidCam toccando o cliccando rispettivamente il pulsante "Ferma" o "Stop".

Dall'app DroidCam accedendo alle impostazioni è possibile regolare diversi aspetti come ad esempio scegliere se utilizzare la fotocamera frontale o posteriore del cellulare come webcam, oscurare automaticamente lo schermo dello smartphone quando è in modalità webcam così da consumare meno batteria, limitare i fotogrammi per secondo "FPS" e via dicendo.

Nella versione gratis di DroidCam sia client che app non si ha la possibilità di regolare la riproduzione video, opzioni gestionali consentite infatti solo alla versione Pro, a pagamento.

Usare il cellulare come camera IP
Se invece si ha necessità di utilizzare la fotocamera del cellulare come videocamera di sorveglianza, magari da sistemare nella cameretta del bambino per tenerlo sotto controllo oppure in qualsiasi altra stanza o ambiente da monitorare, dopo aver collegato il cellulare alla stessa rete WiFi del computer non si deve fare altro che aprire il browser internet sul PC e nella barra degli indirizzi digitare e inviare il "Browser IP Cam Access" visualizzato nella schermata delle informazioni di rete dell'app DroidCam Wireless Webcam.
DroidCam IP camera dal browser internet
Come nell'esempio sopra in figura se tutto è andato a buon fine dopo qualche secondo sul browser comparirà ciò che la fotocamera del cellulare sta inquadrando.

A differenza dell'app e del client, la versione camera IP dal browser gode di vari strumenti gestionali del flusso video come ad esempio lo zoom avanti e indietro, la messa a fuoco automatica, la possibilità di attivare il flash LED dello smartphone, catturare schermate, limitare i FPS, cambiare la qualità video scegliendo tra 240p, 480p, oppure 720p.

Per quanto riguarda la videosorveglianza, se si è in cerca di strumenti più completi consiglio la lettura del dedicato articolo: Programmi PC gratis per sorvegliare con webcam e IP camera.

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…