Passa ai contenuti principali

Registrare programmi TV con Vcast su Google Drive, OneDrive, pCloud

Come registrare gratis le trasmissioni dei canali TV con Vcast su Google Drive, OneDrive e pCloud per poi scaricare il video sul PC o guardarlo in streaming
Se non si dispone di una smart TV in grado di registrare i programmi dei canali televisivi, né di un videoregistratore oppure del DVD recorder, in tal senso le soluzioni alternative sono o di procurarsi il flusso streaming del canale desiderato per poi registrare la trasmissione con VLC, oppure utilizzare il sito web Vcast.it.

E Vcast potrebbe essere la migliore soluzione rispetto a VLC in quanto quest'ultimo necessita obbligatoriamente dell'avvio manuale della registrazione da parte dell'utente, mentre con Vcast è possibile programmare la registrazione della trasmissione TV di proprio interesse in maniera tale che venga automaticamente avviata e salvata (sul servizio di cloud storage che si andrà a indicare) in tale ora e tale data dunque senza bisogno dell'intervento dell'utente.

Vcast è disponibile sia come servizio completamente gratuito "Free" che nelle due varianti a pagamento "Premium" e "Premium+". Per quanto riguarda la versione Free (che andremo a vedere e che va più che bene non solo per le "emergenze") si ha la possibilità di registrare ogni 30 giorni consecutivi fino a 16 ore di trasmissione con risoluzione a 420p e in formato video MP4; limiti che ovviamente vengono abbattuti nelle due versioni a pagamento.

A seguire andremo a vedere come procedere agendo dal sito web di Vcast, ma ricordo che in questa guida abbiamo già visto come fare con l'applicazione dedicata per smartphone e tablet Android, iPhone e iPad.

1. Per prima cosa è necessario collegarsi con la pagina iniziale del sito Vcast.it e registrarsi con email e password oppure effettuando l'accesso con il proprio account Facebook. Nel caso di registrazione via email e password si dovrà poi confermare l'iscrizione cliccando il link di conferma che si riceverà nell'email di Vcast sulla casella di posta elettronica indicata.

2. Una volta effettuato l'accesso portarsi in My Vcast > Impostazioni e come nell'esempio sotto in figura:
Sito Vcast collegare servizio cloud storage
in "Storages" si dovrà collegare uno o più servizi di cloud storage a Vcast ai quali si possiede già un account (in caso contrario recarsi su uno dei servizi di cloud storage in questione e crearlo da zero) scegliendo tra Google Drive, Microsoft OneDrive e pCloud, sui quali verranno salvate le registrazioni Vcast delle trasmissioni TV.

3. Configurato il tutto adesso si è pronti per programmare la registrazione della trasmissione TV di proprio interesse sia essa un film, telefilm, show televisivo o quant'altro. Per registrare si può agire in due modi diversi, ovvero: agendo dalla Guida TV oppure con la funzione REC Manuale.

Registrare con Guida TV
Una volta entrati nella sezione Guida TV verrà visualizzato il palinsesto televisivo settimanale dei canali TV supportati da Vcast (oltre 50 canali). Individuata la trasmissione televisiva di proprio interesse non resta che farci sopra un clic di mouse ed ecco che come nell'esempio sotto in figura:
Sito Vcast popup trasmissione TV da registrare
sullo schermo verrà mostrato il popup descrittivo del programma in questione nel quale ora si deve cliccare il pulsante "Registra". A seguire verrà così visualizzato il popup "Registrazione" nel quale come nell'esempio sotto in figura:
Sito Vcast popup programmare trasmissione TV da registrare
viene proposta la programmazione della registrazione già compilata la quale comunque può essere modificata a proprio piacimento indicando ad esempio un differente servizio di cloud storage "Videocassetta" dove salvare la registrazione piuttosto che in quello attualmente indicato, modificare il titolo della registrazione, la data  l'ora di inizio e fine registrazione tenendo in considerazione che di default quelle proposte hanno inizio e fine rispettivamente 5 e 15 minuti prima dalla messa in onda prevista in palinsesto.

Una volta accertati che tutte le impostazioni applicate vanno bene non resta che confermare cliccando il pulsante "Registra". Finito. Vcast in quella data e in quell'ora programmata avvierà automaticamente la registrazione della trasmissione TV in questione e la salverà in automatico sul servizio di cloud storage che si è indicato.

Registrare con REC Manuale
Senza passare per il palinsesto televisivo con Vcast è possibile accedere alla funzione REC Manuale nella quale come nell'esempio sotto in figura:
Sito Vcast programmare manualmente trasmissione TV da registrare
si dovrà indicare il titolo della registrazione, il servizio di cloud storage sulla quale salvarla, il canale televisivo da registrare e la data e l'ora di inizio e fine della registrazione. Compilato il tutto non resta che confermare la programmazione della registrazione cliccando il pulsante "Registra".

Anche in questo caso Vcast alla data e ora programmata avvierà automaticamente la registrazione del canale TV indicato salvandola sempre in automatico sul servizio di cloud storage che si è indicato.

Tenere in considerazione che in ogni momento accedendo nella sezione "Le mie REC" di Vcast si avrà modo di vedere tutte le registrazioni che si è effettuato e quelle programmate e all'occorrenza cancellare o modificare quelle in programmazione.

In un secondo momento accedendo poi sul servizio di cloud storage è possibile guardare direttamente sul browser internet la registrazione oppure scaricare il file video nel computer e all'occorrenza magari convertirlo da MP4 in altri formati video utilizzando ad esempio programma di conversione come il gratuito Format Factory.

Il consiglio è di cancellare la registrazione dal cloud storage una volta che la si è guardata o scaricata sul PC in quanto se lo spazio di archiviazione previsto dal servizio di cloud storage è insufficiente la registrazione non avrà luogo, considerando che il piano gratuito di Google Drive prevede 15 GB, OneDrive 5 GB e pCloud 10 GB.

LEGGI ANCHE: Migliori Cloud Storage gratis per archiviare file su internet

Commenti

  1. WELL DONE! Informazioni BEN FATTE e chiare. Buona premessa per un Servizio efficiente. GRAZIE.

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…