Passa ai contenuti principali

Passare da Rete pubblica a privata su Windows 10 Anniversary Update, Creators Update e Fall Creators Update

Come passare da Rete pubblica a Rete privata in Windows 10 Anniversary Update, Creators Update e Fall Creators Update
Sul computer Windows quando si è connessi a una rete internet pubblica ovvero accessibile a tutti (ad esempio l'hotpsot WiFi del bar, ristorante, hotel, aeroporto ecc) al fine della sicurezza è bene impostare la connessione in modalità Rete pubblica in maniera tale che il PC risulti essere non individuabile dagli altri computer e dispositivi connessi alla medesima rete così da proteggerlo dall'azione di eventuali cybercriminali, spioni e software malevoli vari pronti a entrare in azione.

Viceversa quando si sta utilizzando una rete sicura non accessibile a tutti come ad esempio quella di casa, allora si può invece settare la connessione in modalità Rete privata

Abbiamo già visto come attivare la connessione in modalità Rete privata e Rete pubblica su Windows 8 e su Windows 10 November Update.

Ma se si è passati a Windows 10 Anniversary Update 1607 o superiore la procedura è differente rispetto alla precedente versione del medesimo sistema operativo. A seguire andiamo dunque a vedere come passare da Rete pubblica a Rete privata su Windows 10 Anniversary Update o superiore.

LEGGI ANCHE: Sapere quale versione Windows 10 è installata sul PC

Procedura per Windows 10 Anniversary Update e Creators Update
1. Dopo aver connesso il computer alla rete subito dopo portarsi in Pannello di controllo > Rete e internet > Centro connessioni di rete e condivisione e prestare attenzione al riquadro "Visualizza reti attive" (a seguire si capirà perché).

2. Portarsi in Start > Impostazioni > Rete e internet > Wi-Fi per visualizzare la rete internet alla quale si è connessi (come nell'esempio sotto in figura):
Windows 10 Anniversary Update vedere nome rete WiFi connessa
Nel mio caso la rete internet alla quale è connesso il computer si chiama TISCALI.

3. Fare un clic di mouse sul nome della rete internet alla quale si è connessi per aprire la rispettiva finestra delle impostazioni.

4. Nella finestra delle impostazioni della rete internet alla quale si è connessi che subito dopo verrà visualizzata, per passare alla modalità "Rete privata" (come nell'esempio sotto in figura):
Windows 10 Anniversary Update passare a Rete privata
settare su "Attivato" l'impostazione "Rendi individuabile questo PC".

Al contrario per passare invece alla modalità "Rete pubblica" (come nell'esempio sotto in figura):
Windows 10 Anniversary Update passare a Rete pubblica
settare su "Disattivato" l'impostazione "Rendi individuabile questo PC".

Come si potrà constatare personalmente attivando o disattivando l'impostazione "Rendi individuabile questo PC", nella finestra "Centro connessioni di rete e condivisione" del Pannello di controllo in tempo reale nel riquadro "Visualizza reti attive" si potrà vedere il passaggio dallo stato Rete pubblica allo stato Rete privata e viceversa, caratteristica questa che torna utile per sapere nell'immediato il profilo applicato alla rete alla quale si è connessi.

Procedura per Windows 10 Fall Creators Update
Se invece sul computer è installato Windows 10 Fall Creators Update, in Start > Impostazioni > Rete e internet > Wi-Fi > Clic sul nome rete WiFi invece della sezione "Rendi individuabile questo PC" si troverà la sezione "Profilo di rete" nella quale come nell'esempio sotto in figura:
Impostazioni rete internet Windows 10 rete pubblica o privata
più semplicemente non si dovrà fare altro che selezionare l'opzione "Pubblico" per passare alla modalità rete pubblica, oppure "Privato" per passare alla modalità rete privata.

LEGGI ANCHE: Perché connettersi a una rete WiFi pubblica può essere pericoloso

Commenti

  1. Io non ho quella sezione "Rendi individuabile questo PC", come mai?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma la rete WiFi alla quale sei connesso è cliccabile?

      Elimina
  2. Quello che hai scritto funziona con connessioni wifi o lan ma purtroppo non con le connessioni con la chiavetta. Hai qualche suggerimento per questo caso?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova prima ad attivare la modalità "Connessione a consumo".

      Elimina
    2. Grazie ma la connessione con chiavetta viene automaticamente considerata a consumo e non c'è nemmeno il modo di toglierla.

      Elimina
    3. Provando a modificare il registro di sistema come indicato qui risolvi?

      http://winaero.com/blog/change-network-location-type-public-or-private-in-windows-10/

      Elimina
    4. Grazie, ho provato anche questa strada senza successo.
      su un portatile ho trovato nelle reti la connessione con chiavetta wind è ho modificato la categoria ma non è cambiato nulla.
      Su un altro portatile, sempre con Windows 10 anniversary, nel registro delle connessioni manco risulta quella della chiavetta ma solo connessioni wifi o lan.
      Non so proprio cosa fare.

      Elimina
    5. Non saprei diversamente perché non ho una chiavetta per testare pesonalmente. Se scopro qualcosa aggiorno.

      Elimina
    6. Grazie, finalmente sono arrivato ad una conclusione attraverso il forum Microsoft.
      A partire da Windows 10 la connessione con chiavetta o telefono è considerata Pubblica e non esiste più la possibilità di renderla privata, nemmeno modificando il registro. Questo bel regalino di Windows 10 impedisce pure di creare con il pc un hotspot casalingo in quanto la connessione pubblica non può essere condivisa con altri dispositivi in rete.
      Grazie comunque per l'interessamento.

      Elimina
    7. Questa cosa proprio non la sapevo. Grazie a te per l'informazione. Mi dispiace che non hai risolto. :)

      Elimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…