Passa ai contenuti principali

Oggi è l'ultimo giorno per aggiornare a Windows 10 gratis

Oggi 29 Luglio è l'ultimo giorno per aggiornare gratis a Windows 10 il PC Windows 7 e 8.1
Oggi 29 Luglio 2016 è l'ultimo giorno utile per aggiornare gratis Windows 7 SP1 e Windows 8.1 Update 1 a Windows 10.

Più nello specifico se entro le 23:59:59 della data odierna non si effettua l'upgrade, per avere Windows 10 si dovrà comprare una licenza che per l'edizione Home costa 119 euro e per l'edizione Pro 190 euro.

Termina così l'anno della promozione gratuita (lanciata lo scorso 29 Luglio 2015) per passare al nuovo sistema operativo di Microsoft.
Ottieni Windows 10
AGGIORNAMENTO: Si può ancora aggiornare gratis a Windows 10 dopo il 29 Luglio

Ricordo che per aggiornare gratis a Windows 10 è sufficiente cliccare l'icona dell'app "Ottieni Windows 10" visualizzata nell'area di notifica della barra delle applicazioni e poi il pulsante "Aggiorna Ora", oppure scaricare il Media Creation Tool di Microsoft con il quale a propria discrezione si può scegliere di ottenere l'immagine ISO da masterizzare su DVD o su chiavetta USB per creare il supporto di installazione, oppure selezionare l'opzione "Aggiorna ora" per aggiornare subito il PC a Windows 10.

Come meglio spiegato nell'articolo Cose da sapere prima di aggiornare a Windows 10 facendo l'upgrade verranno conservati tutti i dati, file personali applicazioni e programmi dunque al termine dell'aggiornamento ci si ritroverà con tutti i contenuti che si aveva in precedenza su Windows 7 o 8.1

Inoltre voglio ricordare che è possibile riservarsi una licenza gratis di Windows 10 aggiornando Windows 7 SP1 o Windows 8.1 Update 1 entro la mezzanotte di oggi, per poi tornare al precedente sistema operativo e passare nuovamente a Windows 10 in un secondo momento quando si riterrà opportuno ma senza pagare nulla in quanto appunto con questa procedura ci si è aggiudicati legittimamente una licenza gratis di Windows 10.

Ovviamente se si decide di non aggiornare non succede nulla. Più nello specifico gli utenti Windows 7 SP1 potranno usare in sicurezza il sistema operativo sino al 14 gennaio 2020 mentre gli utenti Windows 8.1 Update 1 godranno del supporto e aggiornamenti di sicurezza di Microsoft fino al 10 gennaio 2023. Ma se sul PC è installato Windows 8 tenere bene in considerazione che questo SO non è più supportato e dunque bisogna aggiornare il prima possibile a Windows 8.1.

Se invece si decide di aggiornare a Windows 10 e ci si trova un po' spaesati con le novità grafiche e funzionali introdotte da Microsoft, consiglio di leggere l'articolo Come iniziare a usare Windows 10 (guida e consigli).

Infine tutti coloro che entro oggi aggiorneranno a Windows 10, il prossimo 2 Agosto 2016 riceveranno il secondo grande aggiornamento (dal nome Anniversary Update) di Windows 10 che porta sul sistema operativo interessanti novità quali le estensione su Microsoft Edge, la bash di Linux e altre migliorie ancora.

Commenti

  1. Ieri ho ceduto alla proposta di aggiornamento da W.7 Professional a W.10, ma l'aggiornamento, giunto alla fase dell'installazione dei driver ha comunicato l'esistenza di un problema, il tentativo di superarlo e infine il ritorno alla vecchia versione di Windows. Niente di male, non ero nemmeno troppo convinto, solo che nella partizione "D" del mio disco ho riscontrato la presenza di una cartella "Windows10Upgrade" di 2,9 GB, datata 29/07/2016, che ritengo creata durante la procedura fallita di aggiornamento a W.10. Posso cancellarla? Tutta o solo il contenuto? C'è altro spazio da recuperare? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si puoi cancellarla perché quelli sono i file di aggiornamento a Windows 10. Ad ogni modo sappi che dato che hai aggiornato il PC a Windows 10 potrai comunque tornare gratis a Windows 10 in un secondo momento (anche da immagine ISO) in quanto con l'upgrade ti sei riservato una licenza gratis:

      http://www.guidami.info/2016/05/aggiornare-gratis-a-windows-10-dopo-il-29-luglio.html

      Per liberare eventuale altro spazio eliminando la cartella Windows.old leggi qui:

      http://www.guidami.info/2014/07/10-suggerimenti-per-liberare-spazio-su-disco-in-windows.html

      Elimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Windows 10 October 2018 Update risolto il problema che cancellava i file con l'aggiornamento

Lo scorso 5 ottobre Microsoft ha interrotto la distribuzione di Windows 10 October 2018 Update iniziata ufficialmente tre giorni prima, in quanto dopo l'aggiornamento su alcuni computer (solo sullo 0.001% delle installazioni) venivano cancellati file personali contenuti nelle cartelle Documenti, Immagini, Musica, Video, Download ecc.

Ma ieri con un post sul blog ufficiale di Windows è stato annunciato che gli ingeneri hanno identificato e risolto tutti i problemi noti che portavano a tale perdita di dati con l'upgrade a Windows 10 versione 1809.

Qual'è stata la causa del problema? La perdita dei dati ha interessato i file contenuti nelle cartelle Documenti, Immagini, Musica, Video, Download e via dicendo, reindirizzate in un percorso di destinazione diverso da quello predefinito (es. C\Users\NomeUtente\Documents); soluzione che alcuni adottano per risparmiare spazio sul disco di sistema archiviando, con il reindirizzamento delle cartelle, tali file su altre unità di memori…

Vedere il consumo elettrico dei programmi nel Task Manager di Windows 10

A partire dall'aggiornamento October 2018 Update, il Task Manager di Windows 10 ora mostra il consumo elettrico da parte dei programmi in esecuzione.

In questo modo è possibile individuare rapidamente i processi degli applicativi che incidono maggiormente a livello energetico quando il computer portatile è alimentato dalla solo batteria, e in base a tali informazioni decidere se terminare o meno i programmi più dispendiosi in questo senso, soprattutto se sono in esecuzione in background.

Per prima cosa è necessario aprire il Task Manager facendo un clic destro sulla barra delle applicazioni e qui nel menu contestuale cliccando la voce "Gestione attività"; oppure ci si può servire direttamente della combinazione dei tre tasti Ctrl+Shift+Esc.

LEGGI ANCHE: Cosa si può fare con il Task Manager di Windows 10

Qualora il Task Manager venisse eseguito in un piccola finestra, allora qui nell'angolo in basso a sinistra cliccare il link "Più dettagli" per visualizzare…