Passa ai contenuti principali

Disattivare l'aggiornamento di Windows 7 a Windows 10 con l'udpate KB3050265

Microsoft permette di disattivare l'aggiornamento a Windows 10 di Windows 7 con l'udpate KB3050265
Poco dopo il 29 Luglio 2015 su tutti i PC con sopra installato Windows 7 SP1 e Windows 8.1 Update 1 la Microsoft ha iniziato a inviare notifiche per aggiornare gratis il sistema operativo corrente al nuovo Windows 10.

Dato che queste notifiche si son fatte via via sempre più insistenti e talvolta sul computer venivano anche scaricati i file per l'aggiornamento a Windows 10 senza che fossero stati richiesti dall'utente, per tutti coloro che invece vogliono restare su Windows 7 o 8.1 in tanti si sono adoperati fornendo svariate soluzioni per bloccare a più livelli l'aggiornamento a Windows 10 come ad esempio quelle elencate in questo articolo.

Ma senza scaricare software di terze parti o addentrarsi in procedure non sempre alla portata di tutti, la stessa Microsoft ha offerto un modo per disattivare l'aggiornamento a Windows 10 su Windows 7 facilmente.

Più nello specifico Microsoft ha rilasciato l'aggiornamento per Windows 7 (KB3050265) il quale una volta installato aggiunge un'opzione all'Editor Criteri di gruppo locali che una volta attivata disattiva l'aggiornamento del sistema operativo corrente all'ultima versione di Windows ovvero Windows 10. Vediamo come procedere.

NOTA:  Ricordo che il prossimo 29 Luglio 2016 scade il termine per aggiornare completamente gratis Windows 7 SP1 e Windows 8.1 Update 1 a Windows 10. Per preservarsi comunque una copia gratis di Windows 10 restando su Windows 7 o 8.1 leggere la guida Aggiornare gratis a Windows 10 dopo il 29 Luglio 2016.

1. Per prima cosa è necessario scaricare l'aggiornamento per Windows 7 (KB3050265) da questi indirizzi a seconda dell'architettura del proprio sistema operativo:

- Aggiornamento (KB3050265) per Windows 7 32 bit (x86)
- Aggiornamento (KB3050265) per Windows 7 64 bit

2. Scaricato l'aggiornamento, che pesa solo 3,14 MB, installarlo sul PC e al termine dell'installazione come da richiesta riavviare il computer.

Riavviato il computer la nuova opzione è ora disponibile e non resta che attivarla; vediamo come procedere agendo dall'Editor Criteri di gruppo locali per chi ha Windows 7 Pro e in alternativa dall'Editor del Registro di sistema per chi ha Windows 7 Home.

Metodo I - Editor Criteri di gruppo locali (per Windows 7 Pro)
1. Nella tastiera premere la combinazione dei due tasti Windows+R per aprire la finestra di dialogo "Esegui" e al suo interno digitare e inviare il comando gpedit.msc per visualizzare l'Editor Criteri di gruppo locali.

2. Nella finestra dell'Editor Criteri di gruppo locali nella colonna a sinistra portarsi in Configurazione computer > Modelli amministrativi > Componenti di Windows > Windows Update e come nell'esempio sotto in figura:
Editor Criteri di gruppo locali impostazione per disattivare aggiornamento a Windows 10
individuare l'impostazione "Turn off the upgrade to the latest version of Windows through Windows Update".

3. Fare doppio clic di mouse sull'impostazione in questione per aprire la rispettiva finestra di gestione nella quale non resta settarla su "Attivata" e confermare il tutto cliccando i pulsanti "Applica" e "OK".

Finito. Da ora in avanti Windows 7 non potrà più essere aggiornato a Windows 10 (volontariamente o accidentalmente) da Windows Update. Ovviamente qualora si cambiasse idea e si volesse passare a Windows 10 via aggiornamento occorrerà prima disattivare o mettere su "Non configurata" tale impostazione agendo sempre dall'Editor Criteri di gruppo locali.

Metodo II - Registro di sistema (per Windows 7 Home)
1. Nella tastiera premere la combinazione dei due tasti Windows+R per aprire la finestra di dialogo "Esegui" e al suo interno digitare e inviare il comando regedit per visualizzare l'Editor del Registro di sistema.

2. Nell'Editor del Registro di sistema nel menu a colonna a sinistra portarsi sul percorso HKEY_LOCAL_MACHINE > Software > Policies > Microsoft > Windows fare un clic destro di mouse sulla cartella "Windows", nel menu contestuale cliccare la voce Nuovo > Chiave e alla nuova chiave assegnare il nome "Windows Update".

3. Con un clic sinistro di mouse selezionare la nuova chiave Windows Update e nel pannello a destra fare un clic destro di mouse su un'area vuota e attraverso il menu contestuale fare clic su Nuovo > Valore DWORD e al nuovo valore che verrà creato assegnare il nome DisableOSUpgrade.
Registro sistema cambio Dati valore chiave
4. Infine fare doppio clic di mouse sul valore DisableOSUpgrade e nel campo d'inserimento "Dati valore" digitare 1 dunque confermare cliccando il pulsante "OK", chiudere il registro e riavviare il computer.

Anche in questo caso Windows 7 non potrà più essere aggiornato da Windows 10 tramite Windows Update. Se in futuro si cambiasse idea basterà eliminare il valore DisableOSUpgrade creato al punto 3.

LEGGI ANCHE: Scaricare tutti gli aggiornamenti di Windows 7 in un unico pacchetto (dal 2011 al 2016)

Commenti

  1. E per chi ha Windows 7 starter ???
    GRAZIE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono sicuro se è fattibile o meno. Comunque prova uno dei due metodi e vedi un po' che succede. Magari se ti va fammi sapere dell'esito.

      Elimina
    2. Grazie per l'attenzione, ma non ho ancora deciso (ho solo 1 GB di ram).
      Complimenti per il sito la seguo spesso.

      Elimina
  2. Post utilissimi come al solito.Grazie mille

    RispondiElimina
  3. Post utilissimi come al solito.Grazie mille

    RispondiElimina
  4. Tutte queste storie per evitare gli avvisi e l'aggiornamento... mi ricorda un film di dieci anni fa, della serie Star Trek: "Noi siamo i Borg. La resistenza è inutile. Verrete assimilati." :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa proprio che l'ispirazione è partita da li :)

      Elimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Scaricare video da ogni sito internet – Migliori programmi gratis per farlo

Scaricare video da internet è un’operazione ormai comune a tutti. La maggior parte degli utenti ha imparato bene come fare il download dei filmatidalla rete.

Ma la tendenza per la stragrande maggioranza degli utenti è quella di scaricare video sempre dagli stessi siti, tendenza in parte dovuta alla loro popolarità, al tanto materiale disponibile e alle varie risorse gratis sviluppate appositamente per fare il download da quei siti.

Però bisogna ricordare che oltre ai soliti noti, internet brulica di tanti altri portali video ricchi di contenuti di vario tipo e genere. L’unico problema potrebbe essere quello di non sapere come fare a scaricare i video nel PC anche da questi siti, magari perché non esistono estensioni dedicate o software appositi.

A tale proposito sotto a seguire andiamo dunque a vedere una lista dei migliori programmi gratis per scaricare video praticamente da ogni sito internet, anche da quelli dove normalmente è impossibile farlo.

1. aTube Catcher
Ne avevamo parlato de…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…

3 modi per aumentare il volume dei file video se l'audio è troppo basso

Alcune volte può capitare che riproducendo un file video al computer, un film scaricato da internet ad esempio, l'audio sia troppo basso e di conseguenza si faccia fatica a sentire i dialoghi anche aumentando al massimo il volume del player multimediale e/o del computer stesso.

Se si sta usando un computer fisso si può rimediare facilmente alzando il volume delle casse collegate al case, mentre invece il discorso cambia se si sta usando un computer portatile per il quale per ovvie ragioni di comodità, specialmente se si è fuori casa, non si avranno sicuramente con se le casse esterne da collegare al PC, di conseguenza aumentare il volume del lettore e del computer stesso potrebbe rivelarsi essere non sufficiente per ottenere un livello audio accettabile.

In tali circostanze si può comunque risolvere abbastanza rapidamente riproducendo il video su alcuni player multimediali provvisti di apposita opzione che permette di aumentare ulteriormente il volume anche se lo si è già portato …