Passa ai contenuti principali

Windows 10 le novità più importanti del nuovo sistema operativo di Microsoft

Lista delle novità e nuove funzionalità di Windows 10 disponibile ora in anteprima
Alla conferenza tenutasi a San Francisco, Microsoft ha presentato il successore di Windows 8.1 che in beffa al dato per scontato Windows 9 si chiama invece Windows 10.

Con Windows 10 Microsoft ha dato vita a un sistema operativo in grado di soddisfare e accontentare maggiormente i suoi utenti portando con se alcune caratteristiche popolari di Windows 7 e di Windows 8-8.1, prendendo anche atto delle lamentale mosse riguardo queste due ultime versioni dell'OS.

Come risultato, seppur ancora in versione di anteprima, quindi non definitivo, Windows 10 è un sistema operativo completo in grado di fare davvero la differenza (ovvero strappare utenza a Windows XP e 7) grazie alle novità in esso introdotte come il ritorno del pulsante Start, della funzionalità Snap, Desktop virtuali e altre nuove features ancora. A seguire andiamo dunque a vedere le principali novità di Windows 10.

Aggiornamento del 22 Gennaio 2015: Windows 10 gratis per gli utenti Windows 7, 8 e 8.1 (e altre novità)

1. Il pulsante Start
Pulsante e menu Start in Windows 10
Il ritorno del pulsante-menu Start nella barra delle applicazioni è forse la caratteristica più attesa dagli utenti non soddisfatti del menu "Win+X" di Windows 8 poi riarrangiato in Windows 8.1. E seppur in questo articolo avevamo visto come avere comunque tale tasto, quello nativo introdotto in Windows 10 oltre che evitare l'installazione di software di terze parti si rivela essere più bello esteticamente e funzionale al massimo.

Per impostazione predefinita il nuovo menu Start oltre che a visualizzare le classiche principali directory di sistema e programmi, dispone nuovamente della casella di ricerca e dei collegamenti alle applicazioni della schermata Start. Il menu è personalizzabile e all'occorrenza si possono rimuovere tutti i collegamenti "metro" conservando solo quelli desktop, rendendolo così ancora graficamente più simile al menu Start di Windows 7.

2. Le applicazioni in finestre
Come Microsoft ha già provveduto a fare in Windows 8.1 con Update 1, anche su Windows 10 le applicazioni Start si potranno aprire sul Desktop e gestite come normali finestre.

3. Task View
Con il nuovo pulsante "Task View" adesso è possibile vedere e spostarsi rapidamente tra i programmi e i file attualmente aperti.

4. Desktop virtuali
Con lo stesso pulsante "Task View" sarà possibile gestire anche i Desktop Virtuali, una nuova funzione di Windows 10 che consente di creare fino a quattro desktop indipendenti l'uno dall'altro sui quali svolgere differenti lavori e operazioni al PC.

5. Snap
Microsoft in Windows 10 riporta la funzione "Snap" di Windows 7 che consente di avere fino a quattro finestre aperte simultaneamente nella stessa schermata del computer così da poter gestire più file e programmi allo stesso tempo.

6. Prompt dei comandi
La novità del prompt dei comandi, immutato da anni, è che in Windows 10 adesso si ha la possibilità di copiare e incollare al suo interno con le consuete combinazioni di tasti Ctrl+C e Ctrl+V. Ad oggi infatti si può agire in tal senso solo tramite il tasto destro del mouse.

7. Nuovo File Explorer
Al File Explorer di Windows sono state aggiunte due nuove directory: una mostra i file recenti e una le cartelle utilizzate più di frequente. Ciò dovrebbe velocizzare ulteriormente la reperibilità di tali contenuti al PC.

8. Pulsante di Ricerca
Accanto al pulsante Start, nella barra delle applicazioni è stato aggiunto un pulsante per effettuare ricerche di file al PC; pulsante che potrebbe rivelarsi comodo per cercare contenuti quando si è nella schermata Start e non sul Desktop.

9. Charm bar
La Charm bar, ovvero la barra degli strumenti in stile "metro" che su Windows 8 e 8.1 compare quando si posa il puntatore del mouse negli angoli in alto e in basso a destra dello schermo o con la combinazione di tasti Ctrl+T, su Windows 10 dovrebbe scomparire almeno dal Desktop, o comunque potrebbe essere messa a dispozione un'opzione per disattivarla.

LEGGI ANCHE: Disattivare la Charm bar e gli angoli attivi su Windows 8 e 8.1

10. Compatibilità
Windows 10 sarà compatibile con tutti i dispositivi come PC, Xbox,  smartphone, tablet che possono eseguire Windows come sistema operativo. Inoltre l'obiettivo di Microsoft è di creare un App Store unico al quale tutti gli utenti di ogni dispositivo potranno fare riferimento per scaricare e installare le app.

I requisiti di sistema sono i medesimi di Windows 8.1, ovvero:
  • Processore 1 GHz o superiore con supporto per PAE, NX e SSE2
  • RAM 1 GB (32-bit) o ​​2 GB (64-bit)
  • Spazio su disco rigido 16 GB (32-bit) o ​​20 GB (64-bit)
Per quanto riguarda la data di uscita della versione finale di Windows 10 ancora non si sa nulla di certo ma dovrebbe essere prevista per la seconda metà del 2015. Sconosciuto resta anche il prezzo del sistema operativo che comunque stando agli attuali rumors dovrebbe essere gratis (come aggiornamento) per gli utenti Windows 8 e 8.1; forse la Microsoft proporrà anche un'offerta vantaggiosa per convincere i numerosi utenti Windows XP, Vista e 7 a  passare a Windows 10.

Da questa pagina del sito della Microsoft è possibile scaricare gratis la versione di anteprima di Windows 10 per provarla su una partizione del disco del proprio computer o su macchina virtuale (in tal caso seguire questa guida su come procedere utilizzando VirtualBox).

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…