Passa ai contenuti principali

Differenze tra iPhone 6 Plus, iPhone 6 e iPhone 5S

Le principali caratteristiche e differenze del e tra l'iPhone 6 Plus, iPhone 6 e iPhone 5S (tabella comparativa)
Da poche ore Apple ha ufficialmente presentato i due nuovi modelli di iPhone ovvero l'iPhone 6 Plus e l'iPhone 6, che in Italia arriveranno il prossimo 26 Settembre.

Due nuovi smartphone che meglio si adattano alle attuali richieste di mercato e alla concorrenza con schermi più grandi rispetto a quelli dei predecessori: ben 5,5 pollici per l'iPhone 6 Plus e 4,7 pollici per l'iPhone 6, contro i "soli" 4 pollici del comunque recente iPhone 5S.

Ma le novità non interessano esclusivamente le dimensioni, bensì oltre al fatto che l'iPhone 6 Plus e l'iPhone 6 vengono distribuiti con già installato il sistema operativo iOS 8, rispetto alla precedente generazione di smartphone Apple i cambiamenti qualitativi e hardware ci sono e non sono pochi a partire ad esempio  dal nuovo processore A8 a 64 bit con coprocessore di movimento M8, alla nuova capacità di archiviazione da 128 GB di storage.

Ma anche questi due nuovi modelli, seppur non di tanto, differiscono tra loro oltre che per le dimensioni anche su altri aspetti come ad esempio la risoluzione dello schermo (1920x1080 pixel a 401 ppi dell'iPhone 6 Plus contro i 1334x750 pixel a 326 ppi dell'iPhone 6), l'autonomia della batteria che in standby sull'iPhone 6 Plus è in grado di durare ben 16 giorni contro i comunque rispettabili 10 giorni dell'iPhone 6.
A tale proposito per farsi meglio un'idea sul quale magari puntare in base alle proprie esigenze, a seguire andiamo a vedere una tabella comparativa che illustra le principali caratteristiche e differenze tra l'iPhone 6 Plus, l'iPhone 6 e l'iPhone 5S.

iPhone 6 Plus iPhone 6 iPhone 5S
Sistema Operativo iOS 8 iOS 8 iOS 7
Capacità in GB 16 - 64 -128 16 - 64 -128 16 - 32
Dimensione Altezza 158,1 mm 138,1 mm 123,8 mm
Dimensione Larghezza 77,8 mm 67 mm 58,6 mm
Dimensione Profondità 7,1 mm 6,9 mm 7,6 mm
Peso 172 gr 129 gr 112 gr
Display Retina HD LED da 5,5” Retina HD LED da 4,7” Retina LED da 4”
Risoluzione Display 1920x1080 pixel a 401 ppi
Contrasto 1300:1
Pixel a doppio dominio
Zoom dello schermo
Accesso facilitato
1334x750 pixel a 326 ppi
Contrasto 1400:1
Pixel a doppio dominio
Zoom dello schermo
Accesso facilitato
1136x640 pixel a 326 ppi
Contrasto 800:1
n.d
n.d
n.d
Processore A8 a 64 bit con coprocessore M8 A8 a 64 bit con coprocessore M8 A7 a 64 bit con coprocessore M7
Fotocamera iSight 8 megapixel
Fash True Tone
Autofocus con Focus Pixel
Rilevamento volti perfezionato
Panorama fino a 43 megapixel
8 megapixel
Fash True Tone
Autofocus con Focus Pixel
Rilevamento volti perfezionato
Panorama fino a 43 megapixel
8 megapixel
Fash True Tone
Autofocus Rilevamento volti
Panorama
Fotocamera anteriore 1,2 megapixel 1,2 megapixel 1,2 megapixel
Batteria durata in conversazione Fino a 24 ore su 3G Fino a 14 ore su 3G Fino a 10 ore su 3G
Batteria durata in Standby Fino a 16 giorni (384 ore) Fino a 10 giorni (250 ore) Fino a 10 giorni (250 ore)
Batteria durata internet Fino a 12 ore su 3G, 12 ore su 4G, 12 ore su WiFi Fino a 10 ore su 3G, 10 ore su 4G, 11 ore su WiFi Fino a 8 ore su 3G, 10 ore su 4G, 10 ore su WiFi
Batteria durata in riproduzione video Fino a 14 ore Fino a 11 ore Fino a 10 ore
Batteria durata in riproduzione audio Fino a 80 ore Fino a 50 ore Fino a 40 ore
Sensori Barometro (novità) Barometro (novità) n.d.

Come detto in apertura dell'articolo, l'iPhone 6 Plus e l'iPhone 6 verranno venduti in Italia a partire dal 26 Settembre con le stesse colorazioni dell'iPhone 5S ovvero argento, oro e grigio siderale e bianco. Per quanto riguarda il prezzo dell'iPhone 6 Plus si dovranno pagare 839 euro per la versione a 16 GB, 949 euro per la versione a 64 GB e 1.059 euro per le versione da 128 GB. L'iPhone 6 invece costa 729 euro per la versione da 16 GB, 839 per quella da 64 GB e 949 per l’opzione da 128 GB. Per maggiori dettagli sulle specifiche tecniche dei nuovi iPhone consultare quest'apposita pagina ufficiale della Apple.

LEGGI ANCHE: Differenze tra iPhone 5 e iPhone 4S e iPhone 4

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…