Passa ai contenuti principali

I migliori servizi cloud storage più sicuri per la privacy

Una lista di servizi cloud storage sicuri in lato privacy a prova di spie, hacker e agenzie governative
Di cloud storage è ormai possibile trovarne a decine su internet (LEGGI ANCHE: Più di 20 Cloud Storage gratis per archiviare file su internet) in quanto tali servizi di archiviazione file online sono diventati un vero e proprio business visto il loro largo impiego da parte degli utenti dovuto alla comodità di caricare e ospitare contenuti in rete in una sorta di "hard disk virtuale" dal quale poi reperirli in ogni momento tutte le volte che occorre agendo da qualsiasi dispositivo sia esso computer, smartphone o tablet.

Ma nel caso in cui su questo spazio di archiviazione online si vanno a caricare file di un certo tipo, ovvero contenuti sensibili e privati, è prima bene accertarsi che il servizio di cloud storage che si sta utilizzando sia realmente sicuro ovvero che non abbia la possibilità di vedere in chiaro quello che gli utenti hanno caricato e/o di permettere di fare ciò a qualche agenzia governativa, bensì che provveda alla crittografia dei contenuti in maniera tale che solo l'utente proprietario posso accedervi rispettando così a pieno il lato privacy.

Un'importante questione sulla sicurezza da tenere fortemente in considerazione viste anche le ultime dichiarazioni di Edward Snowden a proposito di privacy e cloud storage che consiglia agli utenti di adoperare SpiderOak piuttosto che Dropbox, definendo quest'ultimo "ostile alla privacy". Questo perché Dropbox e tanti altri noti servizi di cloud storage al momento non prevedono l'importante caratteristica zero-knowledge e end-to-end, ovvero un sistema di sicurezza che impedisce ai server dei servizi di cloud storage di vedere in chiaro e di accedere ai dati caricati nello spazio di archiviazione in quanto criptati con crittografia end-to-end dalla password dell'utente localmete prima che vadano sui server.

In questo modo a parte il proprietario nessun altro potrà avere accesso a tali file che rimarrebbero così al sicuro da occhi indiscreti anche se violati da attacchi hacker e/o da agenzie governative come la NSA. Dunque quali sono attualmente i migliori servizi di cloud storage più sicuri in tal senso sul lato privacy che offrono la crittografia end-to-end? Scopriamoli.

LEGGI ANCHE: Crittografare i file prima di caricarli sul cloud per più sicurezza con 7zip e WinRAR

1. SpiderOak
SpiderOak offre uno spazio di archiviazione gratis di 2 GB ma all'occorrenza qualora fosse necessario più storage prevede anche piani ad abbonamento; funziona su Windows, Mac, Linux, Android e Apple iOS.

Con SpiderOak tutti i file vengono prima criptati (con crittografia 2048 bit RSA e 256 bit AES) localmente sul computer e poi caricati sui server del servizio. Forte della caratteristica zero-knowledge, dato che i file vengono criptati con password a livello locale sul computer, SpiderOak non ha modo di sapere che tipologia di file l'utente sta caricando sul cloud e tanto meno il loro contenuto, di conseguenza tali file non potranno essere decriptati da nessuno eccetto la persona che ha settato la password.

Vai al sito di SpiderOak

2. Wuala
Wuala che gira sotto Windows, Mac, Linux, Android e Apple iOS, offre uno spazio gratuito di 5 GB (prima erano 14 GB free quelli offerti) e anch'esso prevede piani di abbonamento qualora si avesse necessità di maggiore capacità di archiviazione.

Come SpiderOak anche Wuala cripta con password i file localmente sul computer prima di caricarli sui server. Inoltre Wuala provvede a caricare più segmenti di ogni singolo file su diversi server e in questo modo risulterà impossibile identificare a quali utenti e a quali file appartengono tali segmenti.

Le tecniche di crittografia impiegate dal servizio sono AES-256 per criptare i file, RSA 2048 per le firme e per lo scambio delle chiavi nella condivisone delle cartelle, e SHA-256 per i controlli di integrità. In questo modo l'unica persona ad avere accesso ai file sarà esclusivamente l'utente che ha settato la password di sicurezza.

Vai al sito di Wuala

3. Tresorit
Tresorit è un servizio di cloud storage che supporta i sistemi operativi Windows, Mac, Android e Apple iOS e, piani di archiviazione ad abbonamento a parte, offre da subito 5 GB di spazio gratis.

Come SpiderOak e Wuala anche con Tresorit il criptaggio con password dei file avviene localmente sul computer con crittografia AES-256 prima che vengano caricati sui server e a loro volta i file crittografati vengono caricati nel cloud utilizzando i canali protetti TLS; ciò significa che il file non potranno essere decriptati né da Tresorit stesso né da nessun altra persona, agenzia e cybercriminali.

Vai al sito di Tresorit

4. Mega.co.nz
Mega nasce da un'idea di Kim Dotcom il noto fondatore del soppresso Megaupload. Lo spazio di archiviazione offerto gratuitamente da questo servizio di cloud storage è davvero generoso, ben 50 GB, e supporta Windows, Android, Apple iOS e BlackBerry.

Anche su Mega i file vengono prima crittografati in locale sul computer e poi caricati sul server con protocollo di trasferimento SSL.

Concludendo, l'intento di questo articolo non è di invitare gli utenti a lasciare il proprio servizio di cloud storage attualmente in uso per passare a uno di quelli appena indicati, bensì lo scopo è di informare circa le alternative più sicure disponibili qualora l'intenzione fosse di archiviare online file di una certa sensibilità per i quali non si vorrebbe mai correre il rischio che possano essere visti da altre persone.

Vai al sito di Mega.co.nz

5. pCloud
pCloud logo
Come afferma la stessa azienda nelle FAQ ufficiali, pCloud permette all'utente di crittografare prima i dati sul computer per poi effettuare l'upload sui server solo della versione criptata. E dato che file non lasciano mai il dispositivo dell'utente, non vi è alcuna possibilità che qualcuno possa ricavare informazioni sensibili della versione decriptata dei file.

Infine visto che le chiavi di crittografia non sono caricate o memorizzate sui i server del servizio, neanche pCloud stessa o terzi possono visualizzare i file degli utenti. La chiave di crittografia è disponibile solo per l'utente che l'ha creata.

Pcloud è disponibile per le piattaforme Windows, Mac, Linux, iOS, Android, Windows Phone, offre uno spazio gratuito di 10 GB estendibili a 20 GB invitando gli amici a registrarsi al servizio.

Vai al sito di pCloud

6. Sync.com
Sync-com logo
Come riporta la stessa azienda nella FAQ sulla sicurezza, Sync.com è una piattaforma di cloud storage di tipo zero-knowledge che garantisce la privacy ai suoi utenti fornendo la crittografia end-to-end, e solo l'utente ha accesso alle chiavi di crittografia. Ciò significa che né Sync.com, né alcun agenzie governative e quant'altro possono accedere ai file caricati sullo spazio cloud.

Sync.com è disponibile per le piattaforme Windows, Mac, iOS, Android e offre uno spazio gratuito di 5 GB.

Vai al sito di Sync.com

LEGGI ANCHE: Alternative WhatsApp più sicure per la privacy per Android e iPhone iOS

Commenti

  1. Cioa,molto utile,quindi si può usarlo anche su smartphone per non avere problemi di spazio,secondo te qual'è il migliore tra quelli menzionati?Che dati necessitano per l'iscrizione del clou? non si rischia di perderli se ci fossero problemi al server? su smartphone è possibile visualizzarli ofline anche?grazie buon lavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si sullo smartphone puoi usarlo tramite apposita app per accedere ai file che hai caricato sul cloud. SpiderOak, Wuala e Tresorit sono ottimi, va bene uno di questi tre oppure tutti e tre se hai bisogno di più spazio. I dati per creare l'account sono sempre gli stessi ovvero indirizzo email, eventualmente un nickname e la password. I file possono essere visualizzati anche offline a seconda del servizio, leggi le FAQ per ulteriori dettagli. Il rischio che si "rompano" i server è molto basso e non terrei affatto conto di questo problema parecchio remoto. :)

      Elimina
  2. Ciao grazie mille per le utili info..mi stupisci sempre di più.Buona giornata e buon lavoro.

    RispondiElimina
  3. Complimenti! Seguo quotidianamente i tuoi articoli anche sullo smart e li trovo utilissimi.
    Ho scaricato, installato e registrato l'app di Wuala sul PC ma non riesco a caricare nessun file sul server, Mi dice che devo acquistare lo spazio. Ma non sono gratuiti i primi 5Gb? Sbaglio io in qualcosa? Grazie ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Guido grazie della segnalazione. Anche i 5 GB di Wuala a quanto pare non sono più gratuiti bensì si deve pagare un abbonamento mensile di 99 centesimi di dollaro; pensa che quando venne lanciato il servizio lo spazio gratuito che veniva offerto era di ben 14 GB. Peccato perché mi piace come servizio. Comunque puoi puntare a SpiderOak (che utilizzo per i file più sensibili) e a Tresorit che è altrettanto buono. Ciao sei il benvenuto ;)

      Elimina
  4. ciao, io vorrei segnalare anche il mio sito, dove recensisco in dettaglio e confronto 20 servizi sia gratis che a pagamento per il cloud storage e il backup online: http://www.cloudstoragenews.it

    RispondiElimina
  5. Puoi darmi un'opinione su Drive e su Hubic?
    Poi come mai scarti Mega che è quello più generoso in termini di spazio. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luca, non ho scartato Mega, se leggi l'articolo fino alla fine puoi notare che c'è. Voglio ricordare inoltre che in questo articolo ho indicato soltanto i servizi cloud storage più sicury a livello di privacy dei file archiviati. Invece in questo articolo:

      http://www.guidami.info/2012/05/19-cloud-storage-gratis-per-archiviare.html

      ho elencato la tabella comparativa dei migliori servizi di cloud storage (circa 30 servizi al momento) che offrono anche un piano gratuito. Dai un'occhiata così vedi le differenze tra ognuno di essi. Hubic rispetto a Drive offre più spazio di archiviazione, ma da quello che ho letto sul forum gli utenti lamentano una bassa velocità di uplod e download dei file di ostati che è di 10 MB circa. Drive invece lo reputo ottimo anche perché dietro ha Google.

      Elimina
    2. Ok, Mega lo elenchi ma, almeno mia impressione, non è il primo che useresti.

      Drive oggettivamente sembra più veloce di HubiC ma come siamo messi con le politiche sulla Privacy di Google?
      HubiC garantisce che, essendo i server in territorio francese, le politiche sulla privacy sono conformi se non più severe di quelle europee e che nulla hanno a che vedere con l'America.

      Elimina
    3. Sinceramente dal lato privacy mi affiderei a SpiderOak perché lo ha conisgliato niente meno che Edward Snowden:

      http://www.guidami.info/2014/07/cloud-storage-privacy-spideroak-invece-che-dropbox.html

      e se lo dice lui c'è da fidarsi (per quanto sempre e comunque uno può fidarsi della rete). Google e HubiC garantiscono la riservatezza dei contenuti hostati sul cloud, ma ad ogni modo come per tutti gli altri servizi cloud, la cifratura non avviene da locale dunque nel caso in cui le autorità giudiziarie costringessero tali aziende a decriptare i file, loro potrebbero farlo perché sono a conoscenza della password e/o comunque possono risalirci dalla tracce rimaste in memoria sui loro server.

      Cosa che invece non è possibile con SpiderOak e gli altri cloud indicati in questo articolo, proprio perché progettati in maniera tale che a conoscere la password di decifratura sia solo l'utente (il quale se interrogato dall'autorità può sempre rispondere "mi dispiace, ma non me la ricordo", dunque i file in questione resteranno al sicuro).

      Elimina
  6. Ciao, ho un abbonamento a Spideroak "illimitato", preso con una promozione un anno fa a 90 €/anno.
    Permetto che io ci tengo delle foto della mia famiglia e non documenti sensibili, quindi il ragionamento che sto per fare è relativo a backup di foto.
    Devo dire che il servizio è ottimo ma ci sono delle controindicazioni. Innanzi tutto il backup non è accessibile on line, a meno che non si voglia intaccare la sicurezza. Questo perchè inserendo la propria password sul sito questa dovrà necessariamente essere tenuta in memoria per la durata della sessione. Dunque sicurezza si ma comodità no, semprechè non si intenda per cloud sicuro un posto dove mettere le proprie copie di backup in modo da poter essere ripristinate in caso di problemi.
    Altro problema: c'è un'app per dispositivi mobili (io uso android) ma non permette l'upload in quanto i procesori mobili non sono in grado di eseguire la crittografia necessaria (così dicono loro). Inoltre per vedere (per esempio) le proprie foto occorre scaricare il file, non è cioè accessibile in visualizzazione direttamente... e per me questo è un limite.
    Insomma, Spideroak è molto valido come sistema di backup sicuro, tipo un disco esterno messo in una cassetta di sicurezza in banca. E' certametne sicuro, ma ci vai solo per mettere altri dati o per scaricarli, non per vederli.

    RispondiElimina
  7. Avverto che Wuala chiude a fine 2015.
    Loro suggeriscono tresorit.com , che offre uno sconto a chi migra. Ma ... scegliete voi.

    RispondiElimina
  8. Salve, perché nessuno di voi ha tenuto in considerazione l'eccellente servizio di Sync.com ?? Grazie per la risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te della segnalazione, servizio aggiunto a questa lista:

      http://www.guidami.info/2012/05/19-cloud-storage-gratis-per-archiviare.html

      Prossimamente anche a questo articolo.

      Elimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…