Passa ai contenuti principali

Controllare quali app Android possono accedere a internet con NoRoot Firewall

NoRoot Firewall per Android permette di gestire i permessi di accesso a internet delle app installate consentendo o negando le autorizzazioni
Le applicazioni sono una delle principali ragioni di successo degli smartphone e dei tablet in quanto è grazie ad esse che è possibile estendere le funzionalità del dispositivo a livello di personalizzazione con giochi, app per la fotografia, video, audio, chat, social, web e quant'altro.

Quando sul dispositivo si installano le applicazioni, esse richiedono chi più chi meno, l'autorizzazione per accedere in alcune aree e ad alcune funzionalità del cellulare o tablet, come ad esempio l'accesso a internet; permessi fra l'altro che è necessario consentire in quanto diversamente non sarà possibile procedere con l'installazione. Proprio per questo motivo molti utenti Android installano e/o aggiornano le applicazioni senza controllare l'intero elenco delle autorizzazioni di accesso da esse richieste.

Quando si autorizza un'app ad accedere a internet essa può connettersi automaticamente ai server su internet anche a insaputa dell'utente se non si è provveduto ad attrezzare il dispositivo con un apposito strumento di monitoraggio. In tal caso se si desidera avere notizie e controllo in merito può allora tornare utile l'applicazione gratis NoRoot Firewall.

NoRoot Firewall come si puo intuire dallo stesso nome, non richiede il root ed è un firewall per dispositivi Android con il quale monitorare, bloccare e/o consentire l'accesso a internet a tutte le applicazioni installate. Ciò è reso possibile dal fatto che NoRoot Firewal crea una connessione VPN (non reale) alla quale vengono reindirizzate tutte le richieste di accesso a internet delle app del proprio dispositivo; in questo modo le app non potranno accedere a internet come fanno normalmente, bensì le richieste di accesso verranno tenute in sospeso da NoRoot Firewall e sarà l'utente (informato tramite avviso nell'area di notifica del cellulare o tablet) a decidere se consentire o negare l'accesso a internet a quell'applicazione.
 Per far si che NoRoot Firewall possa entrare in azione, una volta installata e avviata, nella schermata "Home" occorre premere il pulsante "Avvia"; volendo è possibile far avviare in automatico NoRoot Firewall all'accensione del dispositivo così da non doverlo fare ogni volta manualmente, spuntando la casella "Avvio automatico".

Quando NoRoot Firewall è in esecuzione, tutte le le richieste di accesso a internet delle app verranno prese da essa in consegna, e come detto prima tali richieste verranno notificate all'utente (esempio sotto in figura):
Dunque l'utente su NoRoot Firewall dovrà spostarsi nella scheda "In attesa dell'accesso" e nella lista, tramite gli appositi pulsanti, scegliere se consentire o negare l'accesso a internet per le app che ne hanno fatto richiesta.

NoRoot Firewall, nella scheda "Applicazioni" consente anche di impostare i permessi di accesso a internet (sia in modalità di connessione WiFi che connessione dati) di tutte le app installate agendo sulle rispettive caselle di selezione. Toccando tali caselle si può applicare un visto verde per consentire l'accesso a internet a quell'app, applicando la X rossa si negherà l'accesso a internet a quell'app, lasciando la casella vuota l'accesso a internet dell'app verrà inoltrato a NoRoot Firewall che notificherà all'utente la richiesta, il quale come visto sopra, nella scheda "In attesa dell'accesso" dovrà decidere se consentirlo o meno.

NoRoot Firewall inoltre permette di settare anche "Filtri globali" per bloccare l'accesso internet a specifici server e porte. Infine nella scheda "Log degli accessi" vengono registrate tutte le notifiche di richieste di accesso alla rete da parte delle app con tanto di data, ora e indirizzo IP del server e gli  interventi in merito attuati dall'utente.

Download NoRoot Firewal per Android

LEGGI ANCHE: Bloccare la connessione dati su Android anche se si attiva per sbaglio

Commenti

  1. Davvero utile, ci sono app che si connettono solo per inviare i dati personali a scopo pubblicitario o peggio, in questo modo le blocco in partenza. Grazie Vinnie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, anche io ho bloccato quella tipologia di app. Sapevo che alcune potevano connettersi a internet, ma di tante altre app non avevo neanche il minimo sospetto. Ben vengano queste soluzioni ;)

      Elimina
  2. ciao winnie, sono ale, o non ci sentiamo per niente,oppure in pochi giorni ci sentiamo tanto. comunque:volevo chiedertti,se ci sono delle app per android, che bloccano internet,cioe che non fanno collegare il telefonino ad internet,ne con il wifi,ne con sim,oppure solo il wifi,(mi interessa il wifi) grazie ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ale, per la connessione dati avevamo già visto qui come fare:

      http://www.guidami.info/2014/01/bloccare-la-connessione-dati-su-android.html

      Per la WiFi l'unico modo è disattivare la funzioen WiFi e proteggere l'accesso alle impostazioni del cellulare (dunque anche alle impostazioni WiFi) con una password usando una delle tante app apposite.

      Elimina
  3. provata. è ok.
    però, volevo usare soltanto puffin, e non google,
    non sono riuscito a bloccarlo quest'ultimo
    Mi sai dire il motivo.
    e se resta bloccato, ho un asus, l'aggiornamento che fine fa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi bloccare Chrome non Google, sono due app differenti.

      Elimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Scaricare video da ogni sito internet – Migliori programmi gratis per farlo

Scaricare video da internet è un’operazione ormai comune a tutti. La maggior parte degli utenti ha imparato bene come fare il download dei filmatidalla rete.

Ma la tendenza per la stragrande maggioranza degli utenti è quella di scaricare video sempre dagli stessi siti, tendenza in parte dovuta alla loro popolarità, al tanto materiale disponibile e alle varie risorse gratis sviluppate appositamente per fare il download da quei siti.

Però bisogna ricordare che oltre ai soliti noti, internet brulica di tanti altri portali video ricchi di contenuti di vario tipo e genere. L’unico problema potrebbe essere quello di non sapere come fare a scaricare i video nel PC anche da questi siti, magari perché non esistono estensioni dedicate o software appositi.

A tale proposito sotto a seguire andiamo dunque a vedere una lista dei migliori programmi gratis per scaricare video praticamente da ogni sito internet, anche da quelli dove normalmente è impossibile farlo.

1. aTube Catcher
Ne avevamo parlato de…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…

3 modi per aumentare il volume dei file video se l'audio è troppo basso

Alcune volte può capitare che riproducendo un file video al computer, un film scaricato da internet ad esempio, l'audio sia troppo basso e di conseguenza si faccia fatica a sentire i dialoghi anche aumentando al massimo il volume del player multimediale e/o del computer stesso.

Se si sta usando un computer fisso si può rimediare facilmente alzando il volume delle casse collegate al case, mentre invece il discorso cambia se si sta usando un computer portatile per il quale per ovvie ragioni di comodità, specialmente se si è fuori casa, non si avranno sicuramente con se le casse esterne da collegare al PC, di conseguenza aumentare il volume del lettore e del computer stesso potrebbe rivelarsi essere non sufficiente per ottenere un livello audio accettabile.

In tali circostanze si può comunque risolvere abbastanza rapidamente riproducendo il video su alcuni player multimediali provvisti di apposita opzione che permette di aumentare ulteriormente il volume anche se lo si è già portato …