Passa ai contenuti principali

PhoneClean 3 nuova versione del programma per eliminare file spazzatura da iPhone, iPad e iPod e liberare spazio

La iMobie ha recentemente rilasciato PhoneClean 3 ovvero l’ultima versione del noto programma Windows e Mac per liberare spazio su iPhone, iPad e iPod touch eliminando i file spazzatura che occupano la memoria inutilmente.

Rispetto alla precedente versione, PhoneClean 3 presenta sostanziali differenze a partire dall’interfaccia grafica completamente ridisegnata. A livello operativo sono state apportate nuove funzionalità per pulire ancora più a fondo il proprio dispositivo iOS grazie all’integrazione di oltre 20 tecnologie in grado di rilevare ed eliminare oltre 30 differenti tipologie di file spazzatura.

La versione Pro del programma, quella a pagamento, è anche in grado di individuare ed eliminare dati sensibili dal dispositivo che in qualche modo potrebbero mettere a rischio la propria privacy; dati come: cronologia delle chiamate, cronologia internet, cookie, cache e tracce di utilizzo di Safari, cache delle email, notifiche, messaggi. Ancora, permette di terminare le applicazioni in esecuzione in background che stanno consumando risorse e di ottimizzare le performance del sistema operativo per renderlo più veloce e performante.

C’è poi la sezione Toolbox, fruibile anche nella versione gratuita del programma, nella quale a disposizione vengono messi una serie di strumenti di pulizia e di ottimizzazione aggiuntivi, anche per dispositivi jailbroken. Facile da usare, una volta installato e avviato PhoneClean 3 si presenterà con questa interfaccia grafica (sotto in figura):

PhoneClean 3

Quick Clean è la modalità di scansione e pulizia veloce del dispositivo (disponibile a pieno anche nella versione Free) per rimuovere i file spazzatura come la cache delle applicazioni, i file temporanei delle applicazioni, cookie e crash log delle applicazioni, i file temporanei dei download, la cache delle foto, i file temporanei creati nella memoria interna dalle app di terze parti e la cronologia di iTunes Radio.

Ovviamente l’utente prima di avviare la scansione potrà decidere eventualmente di non comprendere nella pulizia uno o più settori fra quelli elencati (che di default sono tutti selezionati). Al termine della scansione PhoneClean 3 mostrerà il quantitativo di file spazzatura individuati con annesso quantitativo di spazio su disco da essi occupato (come nell’esempio sotto in figura):

PhoneClean 3 eliminare file spazzatura trovati

Nel mio caso il programma ha individuato, in tre minuti e sei secondi, 2.928 file spazzatura che in totale occupano inutilmente 450.64 MB di memoria. Per avviare la pulizia e liberare tale spazio basterà cliccare il pulsante Clean.

Come accennato prima chi passa alla versione Pro di PhoneClean 3 (19,99 dollari per 1 PC), può servirsi anche della modalità Deep Clean per eliminare dal dispositivo i dati sensibili dal punto di vista della privacy. Fra l’altro prima di avviare la scansione il programma andrà a creare automaticamente una copia di backup del dispositivo tramite la quale poter ripristinare i file cancellati (con la funzione Restore) qualora se ne avesse necessità. Ad ogni modo la scansione Deep Clean può essere effettuata anche dagli utenti con la versione Free del software, ma ovviamente non si potrà procedere con la cancellazione dei file individuati.

La sezione Toolbox come detto in apertura dell’articolo, raccoglie una serie di strumenti per pulire altri settori del dispositivo:

PhoneClean 3 Toolbox

Settori come Contatti, Note, Calendario, App Clean per reinstallare o disinstallare applicazioni, Media Clean per rimuovere file multimediali (audio e video), Media Repair un’interessante funzione per riparare file multimediali corrotti (qualora PhoneClean 3 ne individuasse), Photo Clean per eliminare foto. Seguono poi le due opzioni di pulizia System Clean e App Shrink riservate esclusivamente ai dispositivi iOS con jailbreak e che rispettivamente servono a pulire il sistema e a ridurre le dimensioni delle app eliminando i file inutili da esse generati o associati.

Compatibile con Windows: XP, Vista, 7 e 8 | Mac OS X: 10.7, 10.8, 10.9

Dimensione: 6.40 MB

Download PhoneClean 3

LEGGI ANCHE: Recuperare da iPhone, iPad, iPod messaggi, contatti, foto, video e altri dati con EaseUS MobiSaver.

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…