Passa ai contenuti principali

I simboli della tastiera iPhone nascosti sotto altri tasti (anche iPad e iPod touch)

Se si è da poco passati a un dispositivo iOS Apple, ovvero un iPhone oppure un iPad o un iPod touch è molto probabile che agni inizi ci si ritrovi disorientati nel digitare il testo, sia esso una ricerca su internet, la composizione di un messaggio, una nota e quant’altro ancora.

Infatti per ovvie ragioni di spazio la tastiera touch di questi dispositivi è di ridotte dimensioni e in primo piano riporta solamente i tasti di uso comune e frequente omettendo (apparentemente) i simboli e i caratteri speciali. Dunque le prime volte si avranno problemi nel trovare ad esempio le lettere accentate, alcuni segni di punteggiatura, simboli speciali come le valute delle monete internazionali, virgolette, altri simboli matematici oltre al più, al meno, al per e via dicendo.

Ma come appena accennato tali caratteri e simboli vengono omessi in modo apparente in quanto in realtà sono invece presenti nella tastiera ma nascosti sotto altri tasti; infatti per farli apparire è necessario tenere premuto il tasto principale sotto a quale essi si trovano e subito dopo verranno visualizzati in un fumetto popup pronti per essere selezionati e immessi nell’area di composizione del testo.

A tale proposito ho voluto creare una serie di screenshot nei quali sono riportati i tasti della tastiera iOS iPhone, iPad, iPod touch sotto ai quali sono nascosti o meglio si trovano altri simboli e caratteri speciali (il sistema operativo utilizzato e riportato nelle immagini che seguono è iOS 7 ma rispetto ai precedenti iOS cambia soltanto la grafica, non la disposizione).

Tasti lettere dell’alfabeto nella tastiera iPhone, iPod touch e iPad

Simboli tasti lettere iOS

Ovvero le vocali a, e, i, o, u con relativi accenti, le consonanti c e s e il punto sotto al quale ci sono i prefissi dei più popolari domini internet.

Tasti numeri, punteggiature e simboli/caratteri speciali nella tastiera iPhone, iPod touch e iPad

Simboli tasti numeri e simboli iOS

Tenendo premuto ogni tasto numerico da 0 a 9, per ognuno di essi comparirà il corrispondente numero ordinale (ad esempio 1, primo, prima oppure 2, secondo, seconda e così via). Seguono i simboli per le valute monetarie internazionali, punto esclamativo e interrogativo rovesciati, la “e commerciale”, le varie tipologie di virgolette, le percentuali.

Nel caso in cui si necessiti di caratteri e simboli speciali non convenzionali, dunque non previsti nella tastiera, tornerà utile l’apposita pagina web Glyphboard nella quale basterà toccare quello di proprio interesse per copiarlo automaticamente negli appunti, pronto da incollare nel campo di composizione:

Simboli speciali per tastiera iOS

Invece per quanto riguarda l’utilizzo e la digitazione delle faccine, note anche come emoticon o emoji ci sono diverse applicazioni free disponibili sull’ App Store, come ad esempio Emoji e Emoji 2.

Tasti della calcolatrice nella tastiera iPhone, iPod touch e iPad

Per quanto riguarda i tasti della calcolatrice basterà una rotazione del dispositivo dall’asse verticale all’asse orizzontale per passare dalla calcolatrice semplice alla calcolatrice scientifica (come nell’esempio sotto in figura):

Tastiera calcolatrice iOS

ovvero con i tasti per calcolare il seno, coseno, tangente, logaritmi, potenze, esponenziali, incognita, radiante, radice, Pi greco e via dicendo.

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…