Passa ai contenuti principali

Facebook: come cancellare la cronologia delle ricerche

Tutte le ricerche effettuate con il proprio account su Facebook, ad esempio la ricerca di altri utenti e gruppi iscritti sul social network, di default vengono automaticamente salvate nella cronologia “Registro Attività”.

Da impostazioni privacy predefinite tale cronologia è visibile soltanto a noi ma nonostante ciò ci si potrebbe sentire non a proprio agio al pensiero che qualcuno possa vedere le persone che abbiamo cercato. Magari in seguito a un furto dei dati di accesso al nostro account se siamo caduti vittime di un keylogger oppure in seguito a un bug.

Se da tale punto di vista si preferisce restare tranquilli è bene sapere che è possibile eliminare la cronologia delle ricerche Facebook effettuate con il nostro profilo così da evitare che volontariamente  oppure accidentalmente qualcun’altro veda le persone che abbiamo cercato. Vediamo come procedere.

1. Effettuato l’accesso al proprio profilo, nella copertina cliccare il pulsante “Registro attività” (come nell’esempio sotto in figura):

Facebook pulsante Registro attività nella copertina

2. Nella schermata successiva, nel pannello verticale a sinistra “Registro Attività” (sotto in figura):

Facebook Registro attività Altro

subito sotto la voce “Commenti” cliccare la voce “ALTRO”.

3. A seguire, sempre nel pannello a sinistra “Registro attività”, come nell’esempio sotto in figura:

Facebook dati Cerca

subito sotto la voce “Domande” cliccare la voce “Cerca”.

4. Verrà così visualizzata la schermata “Cercanella quale è riportata la cronologia completa delle ricerche Facebook effettuate (sotto in figura):

Facebook schermata cronologia delle ricerche effettuate

Qui, per eliminare completamente le ricerche fatte con il proprio account Facebook basterà cliccare l’apposito pulsante “Cancella ricerche” posto in alto a destra della schermata ed evidenziato in rosso, quindi nella schermata di conferma che verrà visualizzata autorizzare la cancellazione.

Invece nel caso in cui si volesse eliminare soltanto specifiche ricerche si dovrà cliccare il pulsante “Nascosto dal diario” corrispondente alla ricerca in questione (sopra in figura il pulsante è evidenziato in verde). Ovviamente ripetere lo stesso procedimento periodicamente per cancellare le successive ricerche che si effettueranno in seguito.

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…