Passa ai contenuti principali

Come resettare l’iPhone, iPad, iPod touch senza perdere il Jailbreak

In guide precedenti abbiamo già visto come fare il jailbreak dell’iPhone, iPad e iPod touch e all’occorrenza come eliminare il jailbreak per riportare il dispositivo alle impostazioni di fabbrica nel caso in cui presenti instabilità e/o problemi di altro genere, oppure perché lo si vuole vendere.

Ma se l’intenzione è quella di voler ripristinare l’iPhone, iPad o iPod touch alle impostazioni iniziali senza però perdere il jailbreak, dunque tenendo Cydia evitando di fare tutto da capo, adesso ciò è possibile con il programma gratis SemiRestore per Windows, Mac OS X e a breve anche per Linux.

Il bello del programma è che l’utente non dovrà fare praticamente niente, a parte un solo click di mouse per avviare la procedura di ripristino. Vediamo le FAQ evidenziate dallo sviluppatore, i requisiti e come procedere.

FAQ e requisiti

- SemiRestore funziona con iPhone, iPad e iPod touch con versione del firmware compresa tra iOS 5.0 ed iOS 6.1.2 jailbroken. Per effettuare il reset dell’idevice con SemiRestore non sono necessari i certificati SHSH né gli APTickets;

- SemiRestore ha la sola e unica funzione di resettare alle impostazioni di fabbrica la versione iOS jailbroken attualmente installata nel dispositivo senza eliminare il jailbreak; il programma non effettua alcun downgrade del firmware;

- Nel caso in cui il problema che interessa il proprio dispositivo è legato alla modalità Safe Mode, si può risolvere (tentare almeno) senza fare il reset con SemiRestore bensì disinstallando il Mobile Substrate da Cydia;

- Quando si adopera SemiRestore evitare di utilizzare programmi come iTunes e XCode;

- SemiRestore non può ripristinare e non ripristina i file di sistema danneggiati. In via preventiva è dunque bene evitare i port di Siri in quanto oltreché ad essere illegali possono anche danneggiare i file di sistema (lo stesso problema può essere causato da Spire);

- Prima di procedere con il reset del dispositivo effettuare una copia di backup nel caso in cui si volessero rimettere i dati in un secondo momento, in quanto una volta resettato, il jailbreak verrà si mantenuto sul dispositivo, ma ci sarà soltanto Cydia pronto all’uso mentre invece trattandosi appunto di un reset andranno persi i tweak, note, messaggi, applicazioni, foto, musica, video e quant’altro.

- Durante la procedura automatica di reset il dispositivo verrà riavviato diverse volte, quindi non occorre spaventarsi perché è la prassi;

- SemiRestore è compatibile con Windows XP SP3 o sistema operativo Windows superiore, con Mac OS X 10.6 o superiore, e Ubuntu 12.10 o superiore (o l'equivalente Linux).

Come procedere

1. Scaricato SemiRestore nel computer (download a fondo pagina) ed estratto il contenuto dall’archivio, avviare l’eseguibile SemiRestore (non richiede installazione).

2. Collegare l’iPhone, iPad o iPod touch al PC con il cavo USB e attendere che SemiRestore lo rilevi.

SemiRestore

3. Una volta rilevato il dispositivo non resta altro che cliccare il pulsante SemiRestore per avviare la procedura di ripristino automatica che richiederà in termini di tempistica dai 5 ai 10 minuti. Al termine la notifica “SemiRestore Complete” informerà dell’avvenuto ripristino del dispositivo il quale è adesso pronto da configurare dall’inizio, proprio come se fosse la prima volta che lo si sta usando, con l’unica differenza che Cydia è però già installato, ovvero l’idevice è jailbroken.

Dare uno sguardo a questo video ufficiale nel quale è mostrata in tempo reale la semplice procedura per usare SemiRestore:

Compatibile con: Windows, Mac e Linux

Dimensione: 6.47 MB

Download SemiRestore

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…