Passa ai contenuti principali

Creare punti di ripristino con un clic anche in automatico con TRPC

Creare punti di ripristino con un clic anche in automatico con TRPC

A partire dal lontano Windows Me la Microsoft ha introdotto nei suoi sistemi operativi la funzione Ripristino configurazione di sistema attraverso la quale è appunto possibile creare un punto di ripristino salvando la configurazione attuale di Windows in maniera tale da poterla riportare a quello stato nel caso in cui dovessero presentarsi problemi in seguito a qualche modifica apportata al sistema operativo.

In linea di massima per sicurezza sarebbe opportuno creare un punto di ripristino ogni qual volta si installano nuovi programmi sul PC (in quanto possono scrivere e modificare dati), oppure si applicano nuovi temi e stili grafici a Windows, si lavora con il registro di sistema e in generale quando si va a mettere mano alla configurazione del sistema operativo.

Creare un punto di ripristino è un’operazione facile su tutte le versioni di Windows che supportano tale funzione, non sono tanti i passaggi da effettuare anche se per gli utenti meno esperti però non per forza il tutto potrebbe risultare così semplice.

In tal caso è possibile ovviare facilmente servendosi di The Restore Point Creator un’applicazione gratis sviluppata appositamente per lo scopo, ovvero che permette di creare punti di ripristino di Windows semplicemente con un clic di mouse e all’occorrenza anche di creare in automatico un punto di ripristino di Windows non appena essa viene avviata. Vediamola nello specifico.

The Restore Point Creator

Per creare velocemente un punto di ripristino con The Restore Point Creator, si dovrà solamente compilare il campo di inserimento testo “Description of Restore Point” digitando una descrizione per il punto di ripristino in questione; dunque confermare e avviarne la creazione cliccando il pulsante Create. Entro pochi secondi il punto di ripristino verrà così creato e la buona riuscita dell’operazione sarà confermata dalla notifica “Restore Point Created Successfully”.

Se invece si preferisce fare in modo che The Restore Point Creator crei in automatico un punto di ripristino appena viene avviato il programma, basterà mettere la spunta all’opzione Auto Create Restore Point on a Launch; in questo modo ogni qual volta si eseguirà The Restore Point Creator, automaticamente verrà creato un punto di ripristino di Windows. Infine attivando anche l’opzione “Auto Close After 5 Seconds”, The Restore Point Creator verrà chiuso in automatico dopo cinque secondi.

Restando sempre sullo stesso tema potrebbe tornare utile anche l’articolo Come ripristinare singoli file dai punti di ripristino di sistema di Windows.

Compatibile con Windows: XP, Vista, 7 e 8 | Dimensione: 108 KB | Download The Restore Point Creator

Commenti

  1. ciao winni, sono ale, ho notato nelle prime righe:A partire dal lontano Windows Me la Microsoft, ..questo me, non mi tona, forse e un errore? ciaaaooo

    RispondiElimina
  2. Ciao ale, no non è un errore è un vecchio sistema operativo della Microsoft (Microsoft Windows Millennium Edition) rilasciato il 14 Settembre del 2000.

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…