Passa ai contenuti principali

Reinizializzare Windows 8 senza perdere impostazioni e file personali

Reinizializzare Windows 8 allo stato di fabbrica senza perdere file personali e impostazioni
Per quanto riguarda Windows 8 abbiamo già visto come creare un’immagine di sistema per fare il backup e come creare disco o USB di ripristino ovvero due accorgimenti per la sicurezza che consentono di riportare il sistema operativo a uno stato precedente funzionante e per aggiornare o reimpostare il PC oppure per risolvere problemi anche quando non è possibile avviarlo.

Un po’ come per il ripristino di Windows XP da CD di installazione, ma decisamente più rapido e meno macchinoso, Windows 8 è dotato anche della funzione Reinizializza che consente di ripristinare (reinizializzare) il PC allo stato di fabbrica riportando le impostazioni del computer ai valori predefiniti, conservando però i file e le impostazioni dell’utente, ovvero senza perdere file personali come documenti, immagini, video, audio e via dicendo.

Una soluzione davvero comoda in varie circostanze, ad esempio quando il sistema operativo risulta essere compromesso a livello funzionale in seguito all’attacco di virus e malware vari, oppure quando dopo averlo usato per mesi e mesi risulta essere meno performante (lento) rispetto al primo periodo di utilizzo, in quanto appesantito da residui di file e da installazioni e disinstallazioni che hanno lasciato tracce nel sistema andando via via accumulandosi nel tempo.

Reinizializzare Windows 8 come detto poco più su è davvero semplice e il tutto si effettua in pochi passaggi. Vediamo come procedere.

1. Dalla schermata Desktop richiamare la scheda Impostazioni premendo nella tastiera la combinazione dei due tasti Windows+I e in basso a tale scheda fare clic sul pulsante Modifica impostazioni. A seguire verrà così visualizzata la schermata Impostazioni, dunque come nell’esempio sotto in figura:
Windows 8 Reinizializza il PC conservando i tuoi filenella colonna a sinistra selezionare Generale e a destra cliccare il pulsante Operazioni preliminari (indicato dalla freccia) corrispondente alla voce Reinizializza il PC conservando i tuoi file.2. A seguire verrà mostrata la notifica di riepilogo Reinizializza il PC (sotto in figura): Windows 8 riepilogo Reinizializza il PC nella quale è riportato ciò che succederà con la reinizializzazione. Per proseguire cliccare Avanti.

NOTA: Dopo aver cliccato Avanti potrebbe comparire un messaggio che notifica la mancanza di alcuni file per poter procedere con la reinizializzazione; in tal caso basterà inserire nel lettore del computer il disco di installazione di Windows 8 (in questa guida abbiamo visto come crearlo) dal quale il sistema provvederà in automatico a prelevare i file necessari.

3. Nell’ultima schermata (sotto in figura):
Windows 8 Il PC è pronto per essere reinizializzato una volta notificato che Il PC è pronto per essere reinizializzato non resta che confermare e avviare il tutto cliccando il pulsante Reinizializza. Come suggerito nella schermata, per evitare che una insufficiente carica della batteria determini lo spegnimento del computer portatile durante la reinizializzazione, provvedere in via preventiva nel collegarlo alla presa elettrica.

LEGGI ANCHE: Come reimpostare e reinstallare Windows 10 allo stato di fabbrica

Commenti

  1. A me non dice che mancano dei file e mi appare subito il messaggio "il pc è pronto per essere reinizializzato". Posso farlo senza dvd o c'è il rischio che mi chieda di inserirlo durante il processo di reinizializzazione?

    RispondiElimina
  2. Anonimo si che puoi, significa che hai già tutto l'ocorrente a disposizione; a me ha richiesto di inserire il DVD di installazione perché mancavano alcuni file, ma non è così per tutti e tu sei uno di quelli ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…