Passa ai contenuti principali

Google Drive un hard disk online da 5GB per caricare file da aprire via internet ovunque ci si trovi

Google Drive un hard disk online da 5GB per caricare file da aprire via internet

Di questi tempi i servizi di cloud storage si stanno sempre più diffondendo ed espandendo vista la loro effettiva utilità. Tali servizi altro non sono che un hard disk virtuale che risiede su internet e nel quale gli utenti possono caricare file in maniera tale da poterli aprire ovunque ci si trovi anche da altri PC o dal cellulare servendosi della sola connessione al web.

Tra i più popolari ci sono Dropbox e Windows Skydrive, SugarSync, Comodo Cloud e altri ancora. Google Drive invece è stato lanciato da poco ed è il nuovo servizio di cloud storage di Google che prende il posto di Google Documenti. Per il momento per ogni account a disposizione ci sono 5 GB di spazio dove caricare file di ogni tipo siano essi video, audio, immagini, documenti e via dicendo e si può comunque continuare a creare documenti di testo, presentazioni, fogli di calcolo e in generale tutto ciò che si faceva prima in Google Documenti.

Per richiedere il proprio spazio Google Drive ci si deve collegare a questa pagina con il proprio account Google e verificare se lo spazio è già pronto, diversamente si riceverà una notifica via email non appena Google Drive è stato attivato sull’account in questione.

Il passo successivo è quello di installare l’applicazione Google Drive sul computer che andrà a creare una cartella dal nome Google Drive (su Windows di default viene creata in Documenti ma volendo si può indicare un’altra directory) nella quale si potranno caricare i file di proprio interesse dal PC in maniera tale da renderli reperibili in ogni momento accedendo via internet al proprio account Google Drive da un altro computer o cellulare. I file inseriti nello spazio di archiviazione verranno automaticamente sincronizzati.

Per quanto riguarda i telefonini al momento l’applicazione Google Drive è disponibile solo per i dispositivi Android, mentre per quanto riguarda gli Apple e altri ancora, al momento si accede a Google Drive passando per Google Documenti, ovvero dal browser mobile ci si deve collegare con l’indirizzo https://docs.google.com. A breve comunque verrà rilasciata l’applicazione anche per i dispositivi Apple.

L’interfaccia grafica online del proprio account Google Drive si presenterà in questo modo:

image

semplice ed intuitiva da usare. Da notare il pulsante CREATE per creare file con Google Documenti e subito accanto il pulsante Upload di Google Drive per caricare file nello spazio di archiviazione.

Al momento Google Drive è disponibile in differenti piani:

Free che è quello gratuito con 5 GB di spazio di archiviazione disponibili (ma che sicuramente in futuro verranno incrementati);

Da 25 GB aggiuntivi pagando mensilmente 2.49 dollari;

Da 100 GB aggiuntivi pagando mensilmente 4.99 dollari;

Fino a un massimo di 16 TB di spazio aggiuntivo per 799.99 dollari da pagare mensilmente.

A seguire il video di presentazione di Google Drive:

Commenti

  1. Adesso sempre tramite il mio iPhone e l impostazione localizzazione mi dice che il mio iPad non e in linea come posso fare??? Devo aspettare
    ?? Rinunciare?? Ricordo ancora che la polizia non ne capisce e non interviene riferiscono sempre che non e attendibile l indirizzo che compare .. E vero??

    RispondiElimina
  2. Concetta per poterlo localizzare il dispositivo deve essere connesso a internet. In tutte le prove che ho fatto la localizzazione è sempre stata precisa. La Polizia ne capisce eccome di queste cose.

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…