Passa ai contenuti principali

Come creare codici QR su Windows XP, Vista e 7 con il programma gratis QRGen

Abbiamo già visto in questo articolo come creare codici QR adoperando servizi internet appositi e come leggerli con lo smartphone.

In quest’altro post invece abbiamo visto come leggere codici QR online adoperando un’estensione per Chrome e un decodificatore per il desktop.

Oggi andremo invece a vedere come creare codici QR al PC su Windows XP, Vista e 7 in modo facile e veloce, con la possibilità di deciderne la dimensione e il formato immagine nel quale salvarlo.

Quanto appena detto è possibile effettuarlo con il piccolo programma gratis QRGen, che fra l’altro non richiede neanche installazione. Semplice da usare, una volta avviato QRGen si presenterà con questa interfaccia grafica (sotto in figura):

QRGen

All’interno dell’area evidenziata in fucsia si dovrà digitare oppure incollare il testo o i link di proprio interesse al quale deve puntare il codice QR quando verrà letto.

Cliccando il pulsante evidenziato in verde è invece possibile selezionare la dimensione desiderata dell’immagine del codice QR che si sta per creare, partendo da un minimo di 100 x 100 px a un massimo di 500 x 500 px.

Cliccando il pulsante evidenziato in giallo si dovrà selezionare il formato immagine nel quale si preferisce salvare l’immagine del codice QR nel PC (PNG, GIF, JPG, JPEG o BMP), quindi cliccare il pulsante Save Image evidenziato in rosso per salvarlo nel computer. All’occorrenza cliccando il pulsante Generate è possibile generare il QR code usando Google Chart API per poi salvarlo nel computer cliccando Save Image.

Compatibile con Windows: XP, Vista e 7 | Dimensione: 428 KB | Download QRGen

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Scaricare video da ogni sito internet – Migliori programmi gratis per farlo

Scaricare video da internet è un’operazione ormai comune a tutti. La maggior parte degli utenti ha imparato bene come fare il download dei filmatidalla rete.

Ma la tendenza per la stragrande maggioranza degli utenti è quella di scaricare video sempre dagli stessi siti, tendenza in parte dovuta alla loro popolarità, al tanto materiale disponibile e alle varie risorse gratis sviluppate appositamente per fare il download da quei siti.

Però bisogna ricordare che oltre ai soliti noti, internet brulica di tanti altri portali video ricchi di contenuti di vario tipo e genere. L’unico problema potrebbe essere quello di non sapere come fare a scaricare i video nel PC anche da questi siti, magari perché non esistono estensioni dedicate o software appositi.

A tale proposito sotto a seguire andiamo dunque a vedere una lista dei migliori programmi gratis per scaricare video praticamente da ogni sito internet, anche da quelli dove normalmente è impossibile farlo.

1. aTube Catcher
Ne avevamo parlato de…

Ingrandire testo su Windows 10 1809 di menu, icone, barre del titolo ecc con la funzione integrata

Con Windows 10 October 2018 Update Microsoft ha finalmente reintegrato la funzione nativa per aumentare la dimensione del testo delle icone, menu, barre del titolo ecc del sistema operativo.

Infatti, non si sa per quale motivo, a partire dall'aggiornamento Windows 10 Creators Update Microsoft aveva rimosso tale caratteristica costringendo l'utente a rivolgersi a soluzioni di terze parti come i validi, gratuiti e già recensiti Winaero TweakerSystem Font Size Changer.

Adesso senza servirsi di software esterni, per regolare la dimensione del testo del SO, ci si deve portare in menu Start > Impostazioni > Accessibilità > Schermo e qui come nell'esempio sotto in figura:
nella sezione "Ingrandisci testo" si dovrà trascinare verso destra il cursore dell'opzione "Trascina il dispositivo di scorrimento fino a quando il testo di esempio è facile da leggere".

Si parte dalla percentuale predefinita del 100% con la possibilità di raggiungere il massi…

Chrome 70: disponibile l'opzione per impedire l'accesso a Chrome quando si fa il login a un servizio Google

Fra le tante novità introdotte da Google in Chrome 69, c'è stata anche una caratteristica abbastanza discussa la quale faceva si che venisse automaticamente effettuato l'accesso al browser non appena ci si autenticava su un qualsiasi servizio di Google.

Ad esempio eseguendo l'accesso a Gmail per controllare la casella di posta elettronica, in automatico veniva effettuato anche l'accesso a Chrome.

La critica mossa a Google è che l'accesso a Chrome deve essere effettuato a sola discrezione dell'utente indipendentemente dal login ad altri servizi dell'azienda; anche perché l'accesso forzato potrebbe magari dare luogo a dinamiche che hanno a che fare con il rispetto delle norme sulla privacy e sincronizzazioni non volute (anche se Google ha smentito ciò).

Se in questa guida abbiamo visto come bloccare tale accesso forzato, è bene sapere che da poche ore Google ha rilasciato Chrome 70, versione nella quale ha introdotto l'opzione per disattivare l'ac…