Windows 7 ricerca Windows Update lenta o bloccata come risolvere

Soluzione ricerca aggiornamenti Windows Update troppo lenta o bloccata su Windows 7 per velocizzare e trovare quelli disponibili in pochi minuti

Soprattutto dopo la prima installazione di Windows 7 la ricerca dei primi aggiornamenti in Windows Update è notoriamente lenta tant’è che potrebbe richiedere anche diverse ore a seconda dei casi ritrovandosi così con lo stato di avanzamento bloccato a “Ricerca di aggiornamenti in corso” senza trovare niente.

Ad ogni modo dopo l’installazione dei primi aggiornamenti la situazione dovrebbe migliorare, ovvero le successive ricerche in Windows Update dovrebbero completarsi in tempi accettabili.

Ma non è sempre così però. Infatti su Windows 7 la ricerca dei Windows Update potrebbe continuare e/o nuovamente richiedere svariate ore di tempo affinché vengano trovati i nuovi aggiornamenti disponibili da scaricare e installare sul PC.

A tale proposito a seguire andiamo a vedere la soluzione (valida dal 13 Settembre 2016 all’11 Ottobre 2016 per il perché vedi la nota a fine articolo) a questo problema che una volta applicata farà si che la ricerca degli aggiornamenti Windows Update in Windows 7 sia più veloce impiegando pochi minuti piuttosto che tante ore.

NOTA: È necessario che su Windows 7 sia installato il Service Pack 1 (SP1) che all’occorrenza si può scaricare da questa pagina Microsoft.
Windows Update Ricerca aggiornamenti
1. Da questa pagina (nella quale è riportata la guida ufficiale della soluzione) scaricare sul computer gli aggiornamenti KB3185911, KB3168965, KB3145739, KB3078601, KB3164033, KB3109094 in base all’architettura a 64 bit o a 32 bit del proprio Windows 7.

NOTA: Se il link dell’aggiornamento KB3185911 non funziona lo si può comunque scaricare da questa pagina di Microsoft.

LEGGI ANCHE: Come scaricare gli aggiornamenti di Windows manualmente nel PC

2. Scaricati i sei aggiornamenti metterli tutti all’interno di una cartella vuota, rinominare la cartella in aggiornamenti, dunque spostare la cartella in “Disco locale (C:)” ovvero nella directory principale dell’hard disk dove è installato Windows 7.

3. Disattivare gli aggiornamenti automatici Windows Update portandosi in Start > Pannello di controllo > Sistema e sicurezza > Windows Update > Cambia impostazioni settando l’impostazione “Non verificare mai la disponibilità di aggiornamenti“.

4. Disattivare il servizio Windows Update aprendo il Task Manager portandosi sulla scheda “Servizi” e qui nella lista individuare il servizio wuauserv farci sopra un clic destro di mouse e nel menu contestuale cliccare l’opzione “Arresta servizio“.

5. Adesso è necessario installare gli aggiornamenti precedentemente scaricati (vedi passo 1). Volendo li si può installare con il classico metodo di farci sopra il doppio clic di mouse e seguire la procedura guidata di installazione, ad ogni modo l’autore della soluzione suggerisce che è meglio installarli da riga di comando agendo dal Prompt dei comandi.

Dunque aprire il Prompt dei comandi di Windows 7 portandosi in Start > Tutti i programmi > Accessori qui fare un clic destro di mouse sul Prompt dei comandi e nel menu contestuale che comparirà cliccare la voce “Esegui come amministratore“.

Per installare gli aggiornamenti da riga di comando ci si deve servire di questo apposito comando:

start /wait “” “%SystemRoot%system32wusa.exe” “C:CARTELLA-AGGIORNAMENTIUpdate.msu” /quiet /norestart

sostituendo CARTELLA-AGGIORNAMENTI con il nome della cartella nella quale si è messo gli aggiornamenti scaricati al passo 1 (nel nostro caso la cartella aggiornamenti che si è collocato sotto la directory principale Disco locale C:), e sostituendo Update.msu con il nome completo di ogni singolo aggiornamento. Ad esempio:

start /wait “” “%SystemRoot%system32wusa.exe” “C:aggiornamentiWindows6.1-KB3185911-x64.msu” /quiet /norestart

NOTA: Seguire questo ordine di installazione degli aggiornamenti KB3185911, KB3168965, KB3145739, KB3078601, KB3164033, KB3109094.

6. Installati tutti e sei gli aggiornamenti non resta che riavviare il computer. Una volta riavviato tornare in Windows Update, attivare nuovamente gli aggiornamenti automatici con l’opzione che più si preferisce e avviare la ricerca degli aggiornamenti. Se tutto è andato a buon fine adesso la ricerca degli aggiornamenti dovrebbe prendere meno o comunque non più di 15 minuti invece che di ore.

NOTA: La soluzione è valida sino al 11 Ottobre 2016 perché Microsoft ogni secondo martedì di ogni mese (Patch Tuesday) rilascia tutti gli aggiornamenti di sicurezza e di sistema per le varie edizioni di Windows supportate. Di conseguenza per ognuno di questi martedì ci saranno nuovi aggiornamenti disponibili diversi (in toto o in parte) da quelli precedenti; va da se che la soluzione del mese precedente non può funzionare per la mensilità successiva.
Ad ogni modo basterà collegarsi con questa pagina della soluzione che mensilmente viene aggiornata dal suo autore con i nuovi update rilasciati da Microsoft e con i quali correggere (con la procedura sopra descritta) il problema della ricerca lenta o bloccata di Windows Update.

LEGGI ANCHE: Scaricare tutti gli aggiornamenti di Windows 7 in un unico pacchetto (dal 2011 al 2016)



Lascia un commento