Windows 10 fare l’avvio pulito per capire cosa lo rallenta all’accensione

Come effettuare l’avvio pulito di Windows 10 per capire quali servizi e programmi stanno rallentando il sistema all’accensione del PC

Nel tempo, con l’installazione di programmi e applicazioni varie, il computer può diventare più lento durante la fase di avvio.

Questo perché alcuni software installati nel computer, e talvolta annessi servizi, vengono aggiunti all’esecuzione automatica di Windows 10 incrementando il tempo di avvio del sistema operativo: maggiore sarà il numero dei programmi e servizi che vengono eseguiti al boot, più Windows sarà lento a caricarsi completamente.

LEGGI ANCHE: Misurare tempo di avvio, spegnimento e riavvio del PC

Ecco perché fra i consigli per velocizzare Windows 10 viene suggerito anche di disattivare i programmi e disabilitare i servizi inutili che si avviano con il SO.

Quando si riscontra lentezza all’avvio, può tornare utile eseguire l’avvio pulito di Windows 10 per capire cosa lo sta rallentando al boot. Vediamo come procedere.

1. Aprire il menu Start, digitare il comando msconfig e cliccare il risultato di ricerca “System Configuration” per aprire l’omonima finestra dello strumento Configurazione di sistema.

NOTA: In alternativa, per aprire lo strumento “System Configuration”, richiamare la finestra di dialogo Esegui con la combinazione dei due tasti Windows+R, quindi digitare e inviare il comando msconfig.
Windows 10 System Configuration
2. Nello strumento “System Configuration” portarsi sulla scheda “Servizi” e come nell’esempio sopra in figura, selezionare la casella di controllo dell’opzione “Nascondi tutti i servizi Microsoft“, in maniera tale da escludere i servizi indispensabili di Windows e visualizzare così solamente i servizi di terze parti che si avviano con il sistema operativo, dunque deselezionarli cliccando il pulsante “Disabilita tutto“.

3. Ora spostarsi nella scheda “Avvio” e qui cliccare il link “Apri Gestione attività” per aprire il Task Manager, altrimenti eseguibile con la combinazione dei tre tasti Ctrl+Shift+Esc.
Windows 10 Gestione attività scheda Avvio
4. Come nell’esempio sopra in figura, nel Task Manager portarsi nella scheda “Avvio” per visualizzare i programmi che si avviano automaticamente con Windows 10 (quelli che nella colonna “Stato” riportano la voce “Abilitato“), dunque, procedendo uno per volta, con un clic selezionare il programma e nell’angolo in basso a destra cliccare il pulsante “Disabilita” (in alternativa fare un clic destro di mouse sul servizio e cliccare l’opzione “Disabilita” nel menu contestuale). Disabilitati tutti i programmi, chiudere il Task Manager.

5. Riavviare il computer. Come si avrà modo di notare adesso il tempo di avvio di Windows 10 risulterà più veloce rispetto a prima.

A questo punto per individuare i programmi e/o i servizi colpevoli del rallentamento, si deve andare per esclusione.

Più nello specifico si deve tornare allo strumento “System Configuration” e attivare uno o due servizi per volta, e riavviare il computer per verificare se questi impattano con i tempi di avvio di Windows 10: se così fosse si avrà individuato il responsabile del rallentamento al boot; in caso contrario procedere con i tentativi, riattivando (pochi per volta, massimo due) gli altri servizi ed eventualmente i programmi disabilitati nel Task Manager, fino a identificare quello problematico, il quale ovviamente dovrà essere nuovamente disattivato.

Al fine di una maggiore velocità in avvio di Windows, è ad ogni modo consigliabile tenere sempre disattivati dall’avvio automatico tutti i programmi non indispensabili per il sistema operativo (ad esempio Skype e altri di terze parti), bensì eseguirli solo quando necessari, manualmente.

LEGGI ANCHE: Velocizzare il PC Windows, falsi miti



Lascia un commento