Windows 10 come creare un’immagine di sistema e ripristinare il computer

Guida per creare un’immagine di sistema di Windows 10 e come ripristinarlo da immagine di sistema

In seguito a un errore grave e/o ad altre problematiche il computer potrebbe non riuscire più a caricare il sistema operativo, Windows 10 in questo caso specifico.

Dato che situazioni di tale tipologia pur non essendo all’ordine del giorno possono comunque capitare, per evitare di ritrovarsi fregati in tal senso è bene attrezzarsi preventivamente in maniera tale da poter affrontare e risolvere il problema, ad esempio: Creare chiavetta USB di ripristino Windows 10 per risolvere problemi del PC e installare AOMEI OneKey Recovery che consente di creare una partizione di ripristino da usare anche se Windows non si avvia.

Un’altra utile precauzione è di creare un’immagine di sistema di Windows 10, ovvero la copia esatta del sistema operativo così com’è attualmente nel momento in cui la si sta creando (con tutti i file personali, programmi installati, personalizzazioni apportate ecc) in maniera tale da poterlo ripristinare a tale stato qualora in seguito a un errore grave non si riesce più ad usarlo, dunque ad accedere a tutti i suoi contenuti. Andiamo dunque a vedere come creare un’immagine di sistema e ripristinare Windows 10 da’un immagine di sistema.

NOTA: In questa guida abbiamo visto come recuperare file da computer Windows che non si avvia usando il programma gratis Redo Backup and Recovery, che tornerà utile prima di fare il ripristino di Windows da immagine di sistema, qual’ora sul PC sono presenti file importanti non implementati nell’immagine di sistema perché più recenti rispetto a quest’ultima.

LEGGI ANCHE: Windows 10 come fare il backup dei file su unità USB e ripristinarli sul PC

Come creare un’immagine di sistema di Windows 10
1. Per prima cosa è necessario creare un disco CD/DVD di ripristino del sistema con il quale sarà possibile ripristinare il computer a partire da un’immagine di sistema (in alternativa si può creare la chiavetta USB di ripristino del sistema che fa la stessa identica cosa del disco CD/DVD ma agendo dalla porta USB invece che dal lettore del PC). Per fare ciò portarsi in Pannello di controllo > Sistema e sicurezza > Sicurezza e manutenzione > Cronologia file > Backup delle immagini di sistema e come nell’esempio sotto in figura:
Crea un disco di ripristino del sistema Windows 10
nel menu a colonna a sinistra fare clic sull’opzione “Crea un disco di ripristino del sistema” e nell’omonima finestra che verrà visualizzata, dopo aver inserito un CD o DVD vergine nel lettore/masterizzatore del PC, cliccare il pulsante “Crea disco” per avviare la creazione del disco di ripristino del sistema.

2. Creato il disco di ripristino adesso si potrà procedere con il creare un’immagine del sistema (che potrà essere ripristinata in seguito appunto tramite il disco CD/DVD o chiavetta USB di ripristino appena creato).

Dunque portarsi nuovamente in Pannello di controllo > Sistema e sicurezza > Sicurezza e manutenzione > Cronologia file > Backup delle immagini di sistema e questa volta nel menu a colonna a sinistra cliccare l’opzione “Crea immagine di sistema” e come nell’esempio sotto in figura:
Crea immagine di sistema Windows 10
nell’omonima finestra che verrà visualizzata indicare dove si desidera salvare l’immagine di sistema che si andrà creare scegliendo uno dei tre percorsi messi a disposizione. Ovvero:
  • Su un disco rigido – Su un hard disk esterno (metodo consigliato in quanto più comodo e versatile);
  • Su uno o più DVD – Dato che l’immagine di sistema avrà pressoché le stesse dimensioni dello spazio attualmente occupato sull’hard disk principale del PC e dato che un comune DVD vergine ha capacità di 4.7 GB, questo percorso è consigliato soltanto nel caso in cui lo spazio occupato sul hard disk è minimo (sotto i 15 – 10 GB) in quanto diversamente ci vorrebbero troppi DVD per creare l’immagine di sistema (ad esempio 10 – 11 DVD vergini se lo spazio occupato sul disco è di 47 GB, o più DVD se lo spazio occupato è maggiore);
  • In un percorso di rete – Per salvare l’immagine di sistema su un’altro computer o unità connessa alla rete remota.
3. Selezionato il percorso di salvataggio (in questo caso “Su un disco rigido“) non resta che confermare le impostazioni di backup (verrà visualizzata anche la dimensione finale dell’immagine di backup, che nel mio caso è di 137 GB) e avviare la creazione dell’immagine di sistema di Windows 10 cliccando il pulsante “Avvia backup“:
Confermare impostazioni di backup Windows 10
Il completamento della procedura potrebbe richiedere più o meno tempo a seconda della dimensione dell’immagine di sistema; ad ogni modo al termine sull’hard disk esterno verrà creata l’immagine di sistema pronta da usare per ripristinare il computer qualora malauguratamente ce ne fosse bisogno.

Come ripristinare Windows 10 da un’immagine di sistema
1. Per prima cosa accendere il computer ed entrare nel BIOS e qui nella scheda “Boot” indicare l’avvio del PC dal lettore CD/DVD (o dalla chiavetta USB) in maniera tale che alla prossima accensione del computer venga caricato il disco di ripristino (o chiavetta USB di ripristino) creato al passo 1 della prima parte di questa guida.

2. Riavviato il computer (con inserito nel lettore il CD/DVD di ripristino oppure con collegata la chiavetta USB di ripristino), se nel BIOS si è indicato l’avvio del PC dal lettore CD/DVD, non appena sullo schermo verrà visualizzata la scritta “Press any key to boot from CD or DVD….” (sotto in figura):
Premere un qualsiasi tasto per continuare
nella tastiera premere un qualsiasi tasto per far avviare il computer dal disco di ripristino. Se invece si è  indicata nel BIOS la chiavetta USB di ripristino, riavviato il computer la scritta “Press any key to boot from CD or DVD….” non comparirà, dunque non si dovrà premere alcun tasto in quanto il PC verrà avviato automaticamente dalla chiavetta USB.

3. Nella prima schermata del disco di ripristino si dovrà scegliere il layout di tastiera, ovvero la lingua della tastiera, dunque fra quelle disponibili selezionare l’italiano (o quella desiderata).
Scegli il layout di tastiera Windows 10
4. A seguire verrà visualizzata la schermata “Scegli un’opzione” nella quale si dovrà cliccare l’opzione “Risoluzione dei problemi“.
Unità ripristino Windows 10 schermata iniziale
5. Nella schermata “Risoluzione die problemi” che seguirà, cliccare l’opzione “Opzioni avanzate“.
Unità ripristino Windows 10 Risoluzione dei problemi
6. Nella schermata “Opzioni avanzate” che verrà visualizzata, fra le altre disponibili, cliccare l’opzione “Ripristina immagine del sistema
Unità ripristino Windows 10 Opzioni avanzate
A seguire come sistema operativo di destinazione selezionare Windows 10 ed ecco che subito dopo verrà così caricato il tool per effettuare il backup di Windows 10 dall’immagine di sistema (sotto in figura):
Selezionare un backup dell'immagine del sistema di Windows 10
Dunque collegare l’hard disk esterno (dove si è creata e salvata l’immagine di sistema) e seguire la breve procedura guidata per effettuare il ripristino di Windows 10 il quale al termine verrà riportato esattamente allo stato in cui si trovava al momento della creazione dell’immagine di sistema.

LEGGI ANCHE: Come reimpostare e reinstallare Windows 10 allo stato di fabbrica



Lascia un commento