Cose da fare appena passati a TIM per non perdere euro dal credito inutilmente

Come non pagare servizi non richiesti e/o indesiderati con TIM per cellulari, disattivando tutto ciò che c’è di troppo oltre la normale offerta sottoscritta

Se si è scelto di passare all’operatore di telefonia mobile TIM, a seguire andremo a vedere alcune cose da fare non appena la SIM verrà attivata, per evitare che dal credito telefonico residuo vengano sottratti euro inutilmente e in alcuni casi scorrettamente.

La ragione di questo articolo è la situazione in cui mi sono ritrovato nel passaggio a TIM con due differenti numerazioni.

In breve, una volta ricevute e attivate le due SIM, dopo il primo mese oltre al normale costo di rinnovo dell’offerta, ho constato (tramite l’app MyTIM e l’area personale MyTIM del sito web della TIM) che sono stati addebitati sul credito residuo:
  • il costo di 2 euro per il rinnovo della tariffa base “TIM BASE e Chat“, abilitata per impostazione predefinita, che al momento della sottoscrizione dell’offerta non è stata nominata dall’operatore, né è stato specificato che fosse a pagamento dopo il primo mese gratuito per i nuovi clienti;
  • il costo di 1,59 euro per il rinnovo del servizio LoSai e ChiamaOra di TIM che è gratis solo il primo mese per i nuovi clienti;
  • il costo di 2,44 euro per un SMS a pagamento ricevuto da mittente “Cuponissimo“, senza mia alcuna richiesta e/o interazione con tale servizio;
  • il costo di 10,16 euro (5,08 euro a settimana) per l’attivazione di un servizio a pagamento mai richiesto Happy Box fornito da Adventure S.r.l.“, che si è attivato sicuramente nel modo più subdolo, ovvero toccando per errore un qualche banner mostrato sullo schermo mentre si stava utilizzando il telefono.
Va da se che di questo passo mensilmente si rischia di perdere diversi euro inutilmente, dunque a seguire andiamo a vedere le cose da fare per evitare di ritrovarsi in questa situazione e pagare esclusivamente il normale costo di rinnovo dell’offerta sottoscritta.

1. Disattivare i servizi a pagamento
È la prima cosa da fare (con qualsiasi operatore telefonico) nell’immediato appena la nuova SIM TIM è stata abilitata.

In tal senso ci si deve rivolgere al Servizio Clienti TIM chiamando gratuitamente il numero 119, scegliere di parlare con un operatore al quale poi chiedere la disattivazione dei servizi a pagamento compresi: il blocco di tutti i Servizi, il blocco di tutti i Servizi VM18, il blocco di TELEVOTO.

Fatta la richiesta, entro pochi minuti se tutto è stato effettuato correttamente dall’operatore si riceverà un SMS di conferma dell’avvenuta disattivazione dei servizi a pagamento (sono compresi anche gli SMS a pagamento):
SMS di TIM di conferma del blocco dei servizi a pagamento
Tenere in considerazione che all’operatore è possibile richiedere il rimborso di almeno una parte dell’ammontare che è andato perduto con i servizi a pagamento.

LEGGI ANCHE: Vedere e disattivare i servizi a pagamento sul cellulare Vodafone, Wind, TIM, 3, PosteMobile, iliad e Fastweb

2. Disattivare la tariffa base TIM BASE e Chat
In tal senso si deve agire dall’area personale MyTIM del sito web della TIM raggiungibile all’indirizzo https://www.tim.it/.
MyTim sito web sezione Tariffa base piano TIM BASE e Chat
Qui portarsi nella scheda “La mia linea“, in fondo alla pagina individuare la sezione “Tariffa base” e se qui è riportato il piano “TIM BASE e Chat” (come nell’esempio nell’immagine qui sopra) allora cliccare l’adiacente pulsante “Modifica” e nella nuova schermata che verrà visualizzata (sotto in figura):
MyTim sito web configura profilo cambio profilo da TIM Base Chat a TIM Base News
selezionare il nuovo piano tariffario “TIM BASE News” che è gratuito, e confermare cliccando il pulsante “Procedi“. Dopo qualche minuto il nuovo piano tariffario abilitato dovrebbe comparire nella scheda “La mia linea” al posto di “TIM BASE e Chat“.

3. Disattivare il servizio LoSai e ChiamaOra
Ovvero quel servizio che rispettivamente ci informa di chi ci ha chiamato quando non eravamo raggiungibili, e quando chi abbiamo chiamato è nuovamente raggiungibile.
MyTim sito web sezione gestione chiamatedisattivare LoSai e ChiamaOra
Se si ritiene che il costo di rinnovo non valga la pena, in tal senso si deve agire dall’area personale MyTIM del sito web della TIM; dunque portarsi nella scheda “Servizi“, scorrere la pagina fino a individuare la sezione “Gestione chiamate” e il servizio “LoSai e ChiamaOra“, qui cliccare il rispettivo pulsante “Vai” e nella successiva schermata alla quale si verrà rimandati, confermare cliccando il pulsante “Disattiva” per disabilitare il servizio.

Fatte queste tre cose, dal prossimo rinnovo mensile, se tutto è andato a buon fine, dal credito verrà scalato soltanto il normale costo dell’offerta sottoscritta, senza vedersi addebitare quello di servizi vari aggiuntivi indesiderati e/o non richiesti.

LEGGI ANCHE: Cose da fare dopo aver cambiato SIM e operatore al cellulare



Lascia un commento