Caratteristiche minime che deve avere un buon cellulare da comprare nuovo

Le caratteristiche hardware minime che deve avere un cellulare buono di tipo smartphone da comprare nuovo

Se si sta prendendo in considerazione di comprare un nuovo cellulare di tipo smartphone, prima di posare lo sguardo sul cartellino del prezzo concentrandosi su quelli che costano meno è invece opportuno valutare alcune importanti caratteristiche hardware del dispositivo.

Va benissimo il discorso “Voglio acquistare un cellulare che costi poco perché tanto non ci devo fare chissà che“, però tenendosi sempre su un budget basso è bene sapere che ci sono smartphone economici che pur differendo fra loro di soli pochi euro allo stesso tempo presentano importanti differenze hardware che fanno la differenza tra un telefono performante e uno stressante del quale dopo poco tempo ci si pentirà di averlo acquistato.

A tale proposito a seguire andiamo a vedere le caratteristiche hardware minime che deve avere un buon cellulare da comprare nuovo.

AGGIORNAMENTO: Specifiche hardware aggiornate agli standard minimi richiesti nel 2018.

LEGGI ANCHE: Migliori smartphone 2014 sotto i 100 euro (Android e Windows Phone) e Migliori smartphone Android a meno di 200 euro (Gennaio 2016)
Processore
Insieme alla memoria RAM il processore è la componente hardware che fa la differenza tra un cellulare performante e uno che si impalla spesso e volentieri. Il processore determina infatti la potenza di calcolo dello smartphone che a sua volta è espressa in MHz (milioni di operazioni al secondo) e GHz (miliardi di operazioni al secondo). Va da se che più il processore è potente più il cellulare sarà veloce nel effettuare e portare a termine le azioni, dalle più banali alle più complesse.

È dunque importante scegliere uno smartphone che abbia come minimo un processore non inferiore a 1 GHz e che sia di tipo Quad-Core in quanto detto in parole povere senza tecnicismi con il Quad-Core è come avere quattro processori in uno, quindi una quadrupla potenza. Ma dato che a seconda delle app future (ad esempio giochi pesanti) il processore Quad-Core potrebbe non bastare a fornire un’esperienza soddisfacente, a parità di prezzo o per differenza di qualche euro è decisamente più conveniente puntare a cellulari con processore Octa-Core ovvero a 8 core.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Memoria RAM
La memoria RAM è di notevole importanza in quanto sul cellulare andrà a gestire tutti servizi di sistema attivi oltre che le applicazioni in esecuzione; e dato che solo il sistema operativo, escluse le app di terze parti che comunque non possono mancare sul telefonino, richiede tutt’altro che modeste quantità di RAM (anche 300 MB e più), per evitare che lo smartphone si impalli e/o rallenti vistosamente è bene scegliere un cellulare che abbia come minimo almeno 2 GB di memoria RAM; a anche in questo caso dato che si potrebbe avere spesso a che fare con app impegnative, a parità di prezzo o per differenza di qualche euro conviene puntare a smartphone con 3 GB di memoria RAM o superiore.

Batteria
La batteria del cellulare è un’altra componente hardware da tenere in considerazione perché è da essa che dipendono i tempi di autonomia del dispositivo che comunque variano a seconda dell’uso che si fa. Per avere carica che duri un tempo accettabile è bene  optare come minimo per una batteria non inferiore ai 1800 mAh (milliampere) per smartphone con schermo da 4 pollici, e non inferiore ai 2200 mAh per smartphone con schermo da 5 pollici.

In via generale a parità di prezzo o per differenza di qualche euro puntare a batterie non inferiori a 2200 mAh bensì superiore se è possibile.

LEGGI ANCHE: Consigli per aumentare la durata della batteria su Android

Schermo
Gli schermi degli smartphone principlamente sono di tipo LCD e Super AMOLED. Vanno bene entrambi, e la differenza sostanziale tra i due è che i display LCD offrono colori più realistici e luminosi ma consumano più batteria, mentre i display Super AMOLED peccano dal punto di vista della fedeltà dei colori ma consumano meno batteria.

Quando si compra uno smartphone è bene acquistare un dispositivo che abbia uno schermo da almeno 4 pollici in quanto la lettura, la navigazione internet, i giochi e le app si possono godere decisamente meglio senza sforzo a differenza dei display più piccoli come ad esempio quelli da 3.5 pollici. L’ideale per leggibilità e allo stesso tempo per manegevolezza del cellulare sono i display da 5 pollici o superiore (entro i 6 pollci).

Fotocamera
D’accordo con il discorso “Non mi interessa una fotocamera potente nel cellulare, tanto se devo fare le foto uso la macchina fotografica“, ma dato che dubito fortemente che qualcuno vada sempre in giro con una macchina fotografica, mentre invece avrà sempre con se il cellulare, sarebbe bene optare su uno smartphone che abbia almeno la fotocamera posteriore decente da almeno 8 – 10 megapixel come minimo così da poter fare foto qualitativamente accettabili in ogni momento. Per quanto riguarda la fotocamera frontale non scendere oltre i 5 MP almeno per garantire selfie un minimo decenti.

Memoria
Per quanto riguarda lo spazio di archiviazione, la memoria interna del telefono (la ROM) non deve essere al di sotto di 16 GB , meglio se da 32 GB a parità di prezzo o per poca differenza di prezzo (anche perché 2-3 GB e oltre sono occupati in partenza dal solo sistema operativo e dalle applicazioni preinstallate), e assicurarsi che si possa espandere ulteriormente con scheda di memoria esterna SD (microSD) da almeno 64 GB o superiore. In questo modo si potranno conservare più file, foto, musica e applicazioni.

LEGGI ANCHE: Come liberare spazio in memoria interna sul cellulare Android

Internet
Per quanto riguarda la parte internet, assicurarsi che il cellulare in questione supporti lo standard 4G  che è il più diffuso nelle aree urbane e offre elevate prestazioni in termini di velocità in download e upload. In questo senso potrebbe tornare utile l’articolo: Significato delle icone di connessione dati del cellulare e prestazioni (GPRS, E, H, H+, 3G, 4G).

Sistema operativo
Escludendo gli iPhone che sono smartphone di fascia alta, se il budget è basso molto probabilmente si andrà a comprare un cellulare con installato il sistema operativo Android o Windows Phone. Entrambi ottimi OS, ma dal punto di vista del numero di applicazioni scaricabili disponibili, lo Store di riferimento degli Android, Google Play, vince nettamente e di gran lunga sul Windows Store (che comunque migliora di giorno in giorno) e sull’Apple Store anche. Dunque valutare la scelta del sistema operativo in base al proprio interesse riguardo l’installazione di app sul cellulare.

Riassumendo tutte le informazioni viste fino a qui, a seguire un elenco breve e veloce delle caratteristiche minime che deve avere un buon cellulare da comprare nuovo:
  • Processore: non inferiore al Quad-Core e da almeno 1 GHz o più per core (preferire Octa-Core da 1 GHz o più per ciascun core)
  • Memoria RAM: 2 GB o più
  • Memoria interna: minimo 16 GB (consigliato 32 GB o più)
  • Batteria: non inferiore a 2200 mAh, superiore se è possibile
  • Sistema operativo: Android, iOS, Windows Phone a 64 bit (consigliato Android)
  • Schermo: consigliato da 5 pollici  o superiore
  • Fotocamera: quella posteriore minimo da 8 – 10 megapixel (consigliato 13 megapixel o più), quella frontale non inferiore a 5 megapixel (consigliato 8 megapixel o più)
  • Internet: 4G
Concludendo voglio precisare che le informazioni riportate in questo articolo hanno il solo scopo di aiutare gli utenti meno esperti in materia a farsi un’idea generale (senza tecnicismi che comuqnue è possibile approfondire sul web) sulle caratteristiche minime che dovrebbe avere uno smartphone buono (accettabile) da comprare nuovo.

LEGGI ANCHE: Caratteristiche che deve avere un computer buono da comprare nuovo



Lascia un commento