Windows 7: 0Patch rilascia la prima patch di sicurezza post fine supporto Microsoft

Disponibile la prima patch di sicurezza di 0Patch per Windows 7 dopo la fine del supporto di Microsoft (la patch risolve una vulnerabilità di Internet Explorer 11)

Pubblicità

Dopo la fine del supporto Microsoft di Windows 7, è già disponibile la prima patch di sicurezza non ufficiale rilasciata da 0Patch per correggere una vulnerabilità di sicurezza di Internet Explorer 11.

Come ormai noto, lo scorso 14 gennaio 2020 è terminato il supporto di Windows 7 da parte di Microsoft, dunque il sistema operativo non riceverà più aggiornamenti né patch di sicurezza anche a livello di software Microsoft, in questo caso il browser web Internet Explorer 11, per il quale di recente è stata scoperta una vulnerabilità di corruzione della memoria sfruttabile da remoto (CVE-2020-0674), fra l'altro segnalata da Qihoo 360 come già sfruttata in natura.

Microsoft ha sviluppato una soluzione al problema (al momento non priva di effetti collaterali negativi) che conta di integrare negli aggiornamenti di febbraio.

La soluzione a tale vulnerabilità verrà rilasciata solo per i sistemi operativi supportati da Microsoft (come Windows 10 e Windows 8.1) dunque non per Windows 7.

0Patch, tenendo fede a quanto promesso (ovvero che avrebbe sviluppato aggiornamenti di sicurezza per Windows 7 e Windows Server 2008 R2 dopo la fine del supporto ufficiale a gennaio 2020), ha ricavato una micropatch dalla soluzione offerta da Microsoft, per risolvere la vulnerabilità in questione di Internet Explorer 11, scartandone i suoi effetti collaterali negativi.

LEGGI ANCHE: Windows 7 come ricevere aggiornamenti dopo gennaio 2020 con 0Patch

Tutto quello che si deve fare è scaricare dal sito ufficiale 0Patch Free, installarlo sul PC Windows e creare un account gratuito per poter utilizzare il programma.

La patch per risolvere la vulnerabilità di Internet Explorer 11 verrà automaticamente applicata e ciò lo si potrà constatare personalmente portandosi nella sezione Applications > Patchable Modules e qui nella lista individuare e cliccare la voce "MSHTML.DLL 11.0.9600.19597". Ecco che come nell'esempio sotto in figura:
0Patch interfaccia Patchable modules
nella scheda del dettaglio della voce, nella colonna "Status" verrà visualizzata la dicitura "Enabled" che sta a significare che la patch correttiva per quella vulnerabilità di Internet Explorer 11 è abilitata, dunque il sistema operativo è protetto dai rischi di sicurezza legati a tale falla.

NOTA: Nello specifico la micropatch correttiva è stata rilasciata da 0Patch il 23 gennaio 2020 alle ore 14:40) 

LEGGI ANCHE: Il supporto di Windows 7 termina oggi: ecco le opzioni disponibili


Pubblicità -----------------------------------------------------




Link sponsorizzati -----------------------------------------

2 commenti

Non usate internet Explorer e buonanotte al secchio.

Rispondi

La buona notizia è che per i problemi di sicurezza di Windows 7, 0Patch interviene con le patch correttive al posto di Microsoft che con la fine del supporto non se ne cura più.

Rispondi

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore del blog