Disponibile Microsoft Edge basato su Chromium: supporta già le estensioni Chrome

Disponibile la versione di anteprima di Microsoft Edge Chromium based; fra le altre cose il browser supporta già le estensioni di Google Chrome

Pubblicità

Da poche ore Microsoft ha annunciato e rilasciato in anteprima le versioni test del nuovo Microsoft Edge basato sul codice sorgente di Chromium, il medesimo utilizzato da Google Chrome.

Al momento tutti gli utenti con sistema operativo Windows 10 possono scaricare e installare sul computer la versione di anteprima (la versione Dev è quella offerta di default ma volendo è possibile optare per la Canary e a breve anche per la Beta) del nuovo browser Microsoft Edge; prossimamente il download e l'installazione verrà estesa anche per i PC Windows 8 e Windows 7, in quanto il nuovo Edge sarà compatibile anche con questi due SO e non più esclusiva di Windows 10.

Graficamente la nuova versione ricorda vagamente il vecchio Edge per le tonalità e per la grafica squadrata. Questa prima versione di test è al momento disponibile solamente in lingua inglese.

In via generale, il funzionamento è medesimo a qualsiasi altro browser web classico. Sotto al menu principale si trovano le classiche opzioni predefinite per aprire una nuova scheda, una nuova finestra e una nuova finestra di navigazione anonima "InPrivate"; sempre dal menu è possibile accedere rapidamente ai download, ai preferiti, alla cronologia, estensioni e ritrovare alcune funzioni del vecchio Edge come "Leggi ad alta voce" e "Trasmetti a dispositivo".
Microsoft Edge basato su Chromium finestra impostazioni Settings
Dal menu principale è poi possibile entrare nelle impostazioni "Settings" del browser dalle quali si avrà modo di gestire il profilo utente (fra le altre cose da qui è possibile gestire le password salvate e importare dati da altri browser internet o file HTML), l'aspetto del browser (qui c'è l'opzione per mostrare il pulsante "Home" accanto alla barra degli indirizzi), le impostazioni sulla privacy (fra le quali quella per cancellare la cronologia di navigazione) e servizi (di default è attivato il filtro SmartScreen ma è possibili disattivarlo), i permessi dei siti web e l'opzione per resettare le impostazioni del browser allo stato predefinito.

Ma la caratteristica più importante del nuovo Microsoft Edge è che a partire già con questa prima versione di anteprima, il browser supporta già le estensioni di Google Chrome (oltre alle estensioni del Microsoft Store).
Notifica Microsoft Edge su Chrome Web Store abilitato per installare estensioni Google Chrome
Se infatti, come nell'esempio sopra in figura, ci si porta sul Chrome Web Store di Google, si avrà modo di notare che sotto alla barra degli indirizzi internet del browser comparirà la notifica "You can now add extensions from the Chrome Web Store to Microsoft Edge"; per concedere tale permesso al browser si deve cliccare il pulsante "Allow extensions from other stores" (ovvero "Consenti le estensioni da altri store") e confermare ulteriormente cliccando il pulsante "Allow" nella notifica popup che comparirà subito dopo.

Finito. A questo punto per installare una qualsiasi estensione Google Chrome su Microsoft Edge, nel Chrome Web Store una volta individuata quella di proprio interesse, come nell'esempio sotto in figura:
Microsoft Edge installazione di estensione Google Chrome dal Chrome Web Store
non si dovrà fare altro che cliccare il pulsante "Aggiungi" e confermare cliccando il pulsante "Add extension" nel popup di elenco dei permessi e di conferma che comparirà subito dopo.

L'icona/pulsante dell'estensione appena installata (se è prevista), verrà visualizzata nella barra delle estensioni di Microsoft Edge, ovvero nell'area che c'è subito a destra della barra degli indirizzi.

Le estensioni installate si gestiscono o con un clic destro di mouse sulla loro icona/pulsante visualizzato nella barra delle estensioni, oppure portandosi in Menu > Extensions dove si ha la possibilità di disabilitare/abilitare, disinstallare, vedere i permessi alle quali hanno accesso, consentirne l'uso anche in modalità di navigazione anonima.

Concludendo, questa prima versione di anteprima del nuovo Microsoft Edge basato su Chromium si rivela essere un progetto interessante con tante potenzialità; il supporto delle estensioni Google Chrome è una caratteristica importante e di peso, ma da sole non bastano per decretarne il successo, in quanto spetterà a Microsoft sfruttare bene le potenzialità di questo browser per distinguerlo e renderlo davvero competitivo con la diretta concorrenza: Opera ne è la prova; seppur supporti da tempo le estensioni di Google Chrome, il browser si è distinto in modo particolare per la VPN integrata, illimitata e gratuita fornita di default.

LEGGI ANCHE: Le novità di Microsoft Edge in Windows 10 October 2018 Update


Pubblicità

1 commenti:

A mio parere, scarichi un browser basato su Chromium finche non scopri la velocità stratosferica di Chromium stesso ;)

Rispondi

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore del blog