Windows 10 consolida il suo vantaggio su Windows 7

Windows 10 stacca Windows 7 di oltre 3 punti consolidando così il suo vantaggio e il suo primato come sistema operativo desktop più diffuso al mondo

Pubblicità

Lo scorso mese di Dicembre 2018, anche per le più severe statistiche di NetMarketShare, Windows 10 ha superato Windows 7 divenendo così il sistema operativo desktop più usato e diffuso al mondo.

In realtà, secondo altre agenzie statistiche, il sorpasso di Windows 10 su Windows 7 era avvenuto già tempo prima, e in Europa (Italia compresa), Usa e Oceania, già da un anno Windows 10 era il SO più utilizzato.
Statistiche diffusione SO Windows dati NetMarketShare
Ad ogni modo adesso la prima posizione di Windows 10 è certificata da tutte le agenzie statistiche, ma non solo, stando sempre ai dati NetMarketShare, la crescita di Windows 10 è progredita tant'è che a Gennaio 2019 il sistema operativo ha ulteriormente consolidato il suo vantaggio su Windows 7 staccandolo di ben 3,71 punti percentuale: una crescita di ben 1,68% in una sola mensilità.

In Gennaio 2019 Windows 10 ha infatti segnato il 40,90% contro il 37,19% di Windows 7 (da notare che quest'ultimo è cresciuto dello 0,29% rispetto a Dicembre 2018).

E dato che la fine di Windows 7 è fra meno di un anno, nei prossimi mesi le statistiche non potranno fare altro che andare in favore di Windows 10, e allo stesso tempo decretare il declino di Windows 7, per il quale ad ogni modo è molto probabile che anche dopo la fine del supporto di Microsoft del 14 gennaio 2020, una grossa fetta di utenza continui a utilizzarlo, proprio come avvenne con Windows XP, tenendo questo sistema operativo, presumibilmente anche per diverso tempo, come il secondo più utilizzato globalmente, anche se obsoleto.

LEGGI ANCHE: Come aggiornare gratis a Windows 10 nel 2018


Pubblicità

3 commenti

avessero continuato a sviluppare Win 7 non credo che la solenne porcata di Win 10 si troverebbe nelle vesti di primo SO. Ovvio che una statistica come questa non ha nessun valore dal momento che mette l'utenza nelle condizioni di un upgrade obbligatorio. Il mio disprezzo per Win 10 è legato unicamente al fattore privacy, non esiste nulla di più invasivo di questo spione targato Microsoft e, purtroppo, gli viene concesso di farlo.

Rispondi

D'accordo con te. Il primo posto è obbligatorio per il fatto della fine del supporto di Windows 7. E il grosso difetto di Windows 10 è la privacy che viene meno rispetto al passato e l'utente può fare poco o niente:

https://www.guidami.info/2018/07/disattivare-funzioni-windows-10-non-importanti.html

Rispondi
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore del blog