Passa ai contenuti principali

Come si usano i nuovi Appunti di Windows 10 e come funzionano

Come funziona Appunti Windows 10, la nuova clipboard dotata di cronologia che memorizza più elementi copiati pronti da incollare con un clic
Fra le novità che l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha introdotto nel sistema operativo, ci sono anche i nuovi Appunti (altrimenti noti con il termine inglese clipboard).

Se fino alla precedente versione del SO gli appunti di Windows potevano copiare e tenere in memoria un solo elemento per volta, adesso questo limite è stato abbattuto dalla nuova funzione Appunti.

Per impostazione predefinita la funzione Appunti è disattivata, dunque per servirsene la si deve abilitare manualmente portandosi in Impostazioni > Sistema > Appunti e qui come nell'esempio sotto in figura:
Windows 10 Impostazioni Appunti
settando su "Attivato" l'interruttore dell'opzione "Cronologia degli Appunti".

Più nello specifico con Appunti di Windows 10 adesso è possibile copiare (come si fa normalmente con l'opzione "Copia" del menu contestuale del mouse oppure con la scorciatoia Ctrl+C) e tenere memorizzati più elementi fra i seguenti: schermate catturate, testo, link e HTML, purché non abbiano dimensione superiore ai 4 MB ciascuno.

NOTA: Con i nuovi appunti non è possibile copiare file e cartelle; in tal senso si dovrà procedere alla solita maniera con gli appunti di Windows tradizionali.
Cronologia degli Appunti di Windows 10
Gli elementi copiati vengono memorizzati (con tanto di data e ora dell'avvenuta copia) nella dedicata cronologia degli Appunti (sopra in figura) alla quale si accede rapidamente premendo la combinazione dei due tasti Windows+V.

Per incollare un elemento della cronologia degli Appunti, si deve mettere in primo piano la destinazione (ad esempio un documento di testo), quindi premere la combinazione dei due tasti Windows+V per aprire la cronologia degli Appunti, e qui cliccare l'elemento memorizzato desiderato il quale verrà automaticamente incollato nella destinazione (ad esempio nel punto in cui sta lampeggiando il cursore di testo del documento).

L'utente ha anche la possibilità di gestire gli elementi copiati nella cronologia degli Appunti servendosi dell'opzione "Cancella tutto" per cancellare tutti quelli memorizzati, oppure eliminando solo gli elementi desiderati cliccando in tal senso il rispettivo pulsantino della "X".
Pulsanti di gestione elementi della cronologia degli Appunti di Windows 10
Invece qualora si volesse tenere sempre in memoria uno o più specifici elementi e impedire che vengano cancellati anche quando si usa l'opzione "Cancella tutto", allora si possono bloccare/sbloccare quelli desiderati cliccando il rispettivo pulsantino "Aggiungi" (in alternativa si può premere il tasto "P" per bloccare l'elemento selezionato, e il tasto "U" per sbloccarlo).

Volendo la cronologia degli appunti si può cancellare agendo anche da Impostazioni > Sistema > Appunti cliccando il pulsante "Cancella" della sezione "Cancella dati degli Appunti".

Tenere in considerazione che la cronologia degli Appunti verrà cancellata automaticamente (anche gli elementi bloccati) in caso di riavvio del computer o della chiusura della sessione di lavoro corrente.

Infine, all'occorrenza, attivando l'opzione "Sincronizza nei dispositivi" in Impostazioni > Sistema > Appunti, è anche possibile sincronizzare la cronolgoia degli Appunti con gli altri dispositivi Windows 10 October 2018 Update o successivi, sui quali si è effettuato l'accesso con il medesimo account utente Microsoft in uso sul PC, in maniera tale da ritrovarsi subito pronti a disposizione gli elementi copiati in precedenza.

LEGGI ANCHE: Tutte le novità di Windows 10 October 2018 Update v. 1809 (il nuovo aggiornamento di ottobre 2018)

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…

Scaricare video da ogni sito internet – Migliori programmi gratis per farlo

Scaricare video da internet è un’operazione ormai comune a tutti. La maggior parte degli utenti ha imparato bene come fare il download dei filmatidalla rete.

Ma la tendenza per la stragrande maggioranza degli utenti è quella di scaricare video sempre dagli stessi siti, tendenza in parte dovuta alla loro popolarità, al tanto materiale disponibile e alle varie risorse gratis sviluppate appositamente per fare il download da quei siti.

Però bisogna ricordare che oltre ai soliti noti, internet brulica di tanti altri portali video ricchi di contenuti di vario tipo e genere. L’unico problema potrebbe essere quello di non sapere come fare a scaricare i video nel PC anche da questi siti, magari perché non esistono estensioni dedicate o software appositi.

A tale proposito sotto a seguire andiamo dunque a vedere una lista dei migliori programmi gratis per scaricare video praticamente da ogni sito internet, anche da quelli dove normalmente è impossibile farlo.

1. aTube Catcher
Ne avevamo parlato de…

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…