Nuovo scandalo: CCleaner forza gli aggiornamenti di versione anche se disattivati

CCleaner si aggiorna forzatamente alla versione più recente se sul PC è installata una più vecchia; anche se l'utente disattiva l'opzione di auto-update

Ultimamente Avast con CCleaner non ne azzecca una. È infatti recente il nuovo scandalo del noto programma di pulizia per PC Windows da parte di fili inutili e cronologie varie, adesso è accusato di aggiornarsi di versione in automatico anche se l'utente ha disattivato le relative opzioni di controllo e installazione degli aggiornamenti.

Non è dunque bastata la batosta subita con CClenar 5.45, versione caratterizzata da impostazioni assurde come: la raccolta dati telemetrici impossibile da disattivare, il monitoraggio sempre attivo e l'aggiunta all'esecuzione automatica del sistema operativo senza il consenso dell'utente; release non per niente ritirata dopo pochi giorni visto il meritato polverone sollevato; adesso mancavano solo gli aggiornamenti forzati di versione.

Tutto è nato dalla segnalazione di un utente fatta sul forum ufficiale di Piriform lo scorso 6 settembre 201,8 il quale ha lamentato il fatto di stare usando una precedente versione del programma (CCleaner 5.35.6210) e il giorno dopo trovarselo aggiornato alla più recente release, ovvero CCleaner 5.46; questo nonostante avesse espressamente disattivato gli aggiornamenti automatici di versione deselezionando, in Opzioni > Impostazioni, l'opzione "Informami sugli aggiornamenti di CCleaner".

Il fatto è stato poi confermato dalla Bleeping Computer, e dimostrato in questo video pubblicato su YouTube:
Piriform/Avast ha confermato l'aggiornamento forzato degli utenti alla nuova versione e ha motivato la necessità di "soddisfare i requisiti di legge e dare agli utenti maggiore autonomia e trasparenza sulle loro impostazioni di privacy".
Come impedire che CCleaner si aggiorni in automatico senza consenso?
Preso atto di quanto ultimamente sta accadendo con CCleaner, l'utente può prendere in considerazione due vie: disinstallare CCleaner e rimpiazzarlo con una di queste migliori alternative gratis, oppure installare la versione CCleaner precedente desiderata bloccando però il programma impedendogli di aggiornarsi forzatamente. In tal caso vediamo come procedere.

Disattivare i processi pianificati di CCleaner
Quando CCleaner viene installato sul computer, esso aggiunge automaticamente, all'Utilità di pianificazione di Windows, due attività pianificate:
  1. CCleanerUpdate si occupa di verificare più volte al giorno la disponibilità di nuovi aggiornamenti di versione
  2. CCleanerSkipUAC provvede a bypassare il controllo UAC (controllo dell'account utente)
Tali attività vanno disattivate in maniera tale che non vengano eseguite portando a spiacevoli sorprese come appunto l'aggiornamento forzato di CCleaner.

Per fare ciò, aprire il menu Start, digitare la parola "pianificazione" e cliccare il risultato di ricerca "Utilità di pianificazione" per aprire il rispettivo e omonimo strumento di sistema. Come nell'esempio sotto in figura:
Utilità di pianificazione Windows disattivare attività CCleaner
individuare le due attività pianificate di CCleaner, selezionarle, farci sopra un clic destro di mouse e nel menu contestuale cliccare l'opzione "Disattivato" per disattivarle. Chiudere lo strumento Utilità di pianificazione.

Finito. Da ora in avanti CCleaner non potrà bypassare il controllo UAC per effettuare Update di versione non richiesti.

Bloccare CCleaner a livello di Firewall
Oltre all'Unità di pianificazione, CCleaner va bloccato anche dal firewall di Windows in quanto sempre autonomamente crea ben quattro regole di connessione in entrata per controllare ed effettuare l'update di versione.

Per fare ciò, aprire il menu Start, digitare la parola "firewall" e cliccare il risultato di ricerca "Windows Defender Firewall"; nell'omonima finestra che verrà visualizzata, nella colonna a sinistra, cliccare il link "Impostazioni avanzate" per aprire lo strumento di sistema Windows Defender Firewall con sicurezza avanzate. Qui, come nell'esempio sotto in figura:
Windows Firewall bloccare connessione regola connessione in entrata di CCleaner
nella colonna a sinistra con un clic selezionare "Regole connessioni in entrata" per visualizzare nel panello centrale la lista delle "Regole connessioni in entrata", nella quale si devono individuare le quattro regole (o comunque tutte quelle disponibili) "CCleaner Update".

Procedendo una per volta, fare un clic destro di mouse sulla singola regola CCleaner Update, nel menu contestuale che verrà visualizzato cliccare l'opzione "Proprietà" per aprire la finestra delle proprietà della regola in questione, nella quale, nella scheda "Generale", nel riquadro "Operazione" si deve selezionare l'opzione "Blocca la connessione" e confermare cliccando i pulsanti Applica e OK; procedere allo stesso modo con le restanti regole.

In questo modo a CCleaner verrà impedito di ricevere dati da internet, dunque di effettuare il download della nuova versione più aggiornata.

Inoltre, per scrupolo, sempre con Windows Defender Firewall, prenderei anche in considerazione di creare una regola di connessione in uscita per bloccare ogni eseguibile di CCleaner presente nella cartella di installazione Questo PC > Disco locale (C:) > Programmi > CCleaner (ovvero CCleaner.exe, CCleaner64.exe e CCUpdate) in maniera tale da evitare eventuali invii, su i server di Avast, di dati telemetrici raccolti dal programma a insaputa e/o contro la volontà dell'utente.

Per creare regola di connessione in uscita (ma anche in entrata) per bloccare un programma, consultare la guida dedicata: Come bloccare l'accesso a internet a un programma con Windows Firewall.

8 commenti

recidivi a quanto pare, io l'ho già eliminato al primo episodio "strano". Ci sono ottime aternative in giro, ad esempio Privazer.

Rispondi

Si, fra gli altri, l'ho infatti messo in questa lista:

https://www.guidami.info/2018/08/migliori-alternative-gratis-ccleaner.html

Rispondi

Infatti l'avevo letta. E' un vero peccato, CC è stato un must per anni e anni,in pratica i garanti della sicurezza che l'hanno acquistato, Avast, ne escono malissimo.

Rispondi

Sai che BleachBit, anche in versione portable, non richiede permessi amministrativi?
Semplicemente salta quello che non gli è consentito, ma per il resto (temporanei, cronologia dei browsers ecc.) fa tutto.

Rispondi

Confermo. Da tempo sono fermo alla v. 5.38 e l'altra settimana me lo sono trovato aggiornato all'ultima versione, nonostante aggiornamenti e pianificazione disattivati. Reinstallata la vecchia versione e poi bloccato dal firewall. Non intendo rimpiazzarlo con altri software dato che le voci aggiunte da CCEnancher lo rendono unico.

Rispondi

Si, hanno demolito uno dei migliori e più popolari software per Windows.

Rispondi

Il che semplifica il tutto, senza causare danni.

Rispondi

Condivido. Io su Windows 7 sto perfino utilizzando la versione 4.19 risalente all'epoca pre-Avast. Su Windows 10 le versioni recenti per test (ma una volta testate bloccate con Firewall e Utilità pianificazione).

Rispondi

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore