Come funziona Assistente notifiche in Windows 10 (per non essere disturbati)

Assistente notifiche di Windows 10, come funziona e a cosa serve la nuova caratteristica introdotta dall'aggiornamento April 2018 Update

Con l'aggiornamento April 2018 Update, Windows 10 ha guadagnato una serie di novità fra le quali "Assistente notifiche".

Questa caratteristica serve a ridurre le distrazioni mentre si sta lavorando al computer (non per niente nella versione inglese tale feature è chiamata "Focus Assist"), bloccando temporaneamente oppure limitando soltanto a quelle prioritarie e importanti, le notifiche delle varie applicazioni e programmi e dello stesso sistema operativo, che passano e vengono visualizzate attraverso il Centro notifiche di Windows 10.

Con Assistente notifiche infatti è possibile bloccare qualsiasi notifica per un certo periodo di tempo, oppure ricevere solo notifiche che si ritengono importanti, oppure inibire le notifiche mentre si sta giocando a schermo intero, oppure quando lo schermo è duplicato. Vediamo come usare questa funzionalità.

Raggiungibile in Impostazioni > Sistema > Assistente notifiche si presenterà con questa interfaccia (sotto in figura):
L'utente ha a disposizione tre differenti modalità di impiego dell'Assistente notifiche; più nello specifico:

  1. Disattivato - Si riceveranno tutte le notifiche da qualsiasi applicazione e dai contatti;
  2. Solo priorità - Si riceveranno le notifiche soltanto dalle applicazioni e dai contatti che si è indicato in "Elenco priorità" (al quale si accede cliccando il link "Personalizza il tuo elenco delle priorità";
  3. Solo sveglie - Verranno nascoste tutte le notifiche ad eccezione delle sveglie.

A ognuna di queste tre modalità è poi possibile combinare alcune regole automatiche circa la visualizzazione delle notifiche; più nello specifico:

  1. In questi orari - Cliccando tale opzione si avrà modo di indicare un intervallo di tempo entro il quale l'Assistente notifiche deve attivarsi automaticamente per far rispettare la modalità di impiego che si è indicato sopra;
  2. Durante la duplicazione dello schermo - Per arrestare le notifiche quando si duplica il display su un monitor esterno (magari durante una presentazione);
  3. Quando sto utilizzando un gioco - Per arrestare le notifiche durante le partite ai videogame in modalità schermo intero su DirectX.

Ovviamente le notifiche temporaneamente bloccate e nascoste dall'Assistente notifiche non andranno perse, in quanto per impostazione predefinita è abilitata l'opzione "Mostra un riepilogo di quello che è successo mentre l'Assistente vocale era attivo" che difatti al termine del blocco mostrerà la cronologia delle notifiche ricevute durante tale fase.
Windows 10 menu contestuale Centro notifiche gestione Assistente notifiche
Infine, come riportato nell'esempio sopra in figura, tenere in considerazione che l'Assistente notifiche può essere comodamente e rapidamente gestito anche dal menu contestuale che compare facendo un clic destro di mouse sul pulsante del Centro notifiche nella barra delle applicazioni di Windows.

LEGGI ANCHE: L'aggiornamento di Windows 10 April 2018 Update, quali le novità

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore