Passa ai contenuti principali

Usare il vecchio File Manager di Windows 3.0 su Windows 10, 8, 7

Disponibile il vecchio File Manager di Windows 3.0 dei passati anni '90, che adesso può essere eseguito su Windows 10, 8 e 7
Windows 3.0, rilasciato negli anni '90 del secolo scorso, ha ottenuto un buon successo commerciale grazie anche all'introduzione, da parte di Microsoft, del File Manager (oltre al Panello di controllo e al Program Manager) che ha notevolmente semplificato la gestione dei file e dei contenuti in memoria sul disco, prima affidata alla macchinosa shell MS-DOS.

Dopo quasi trent'anni, il File Manager durante tutto questo periodo si è evoluto nell'attuale e più funzionale Esplora Risorse ed Esplora file che tutti gli utenti oggi utilizzano su i loro computer Windows.

Per i nostalgici che hanno avuto modo e fortuna di assistere a questi cambiamenti, ma anche per coloro che sono nati dopo, tornerà utile sapere che Microsoft ha recentemente rilasciato il codice sorgente e compilato la build v10.0 WinFile del vecchio File Manager di Windows 3.0, il quale può così essere scaricato liberamente ed eseguito (senza installazione in quanto è un'applicazione portable) da chiunque anche sulle versioni più recenti di Windows, ovvero Windows 10, 8.1, 8, 7.
Interfaccia del vecchio File Manager di Windows 3.0
Come si avrà modo di constatare personalmente, e come nell'esempio sopra in figura, si può notare la semplicità e l'essenzialità del vecchio File Manager, il quale tempo però fu davvero rivoluzionario per il fatto di permettere all'utente di navigare rapidamente in ogni directory del disco e di gestire i file e cartelle attraverso il le menu contestuale. Operazioni che prima del File Manager, come già detto, era invece necessario effettuare in MS-DOS.

Ci sono le opzioni essenziali: i pulsanti per passare rapidamente tra le unità di memoria e periferiche collegate al computer, i menu contestuali per gestire i contenuti selezionati, e i menu contestuali per gestire la disposizione dei contenuti nel File Manager.

Certamente non avrebbe molto senso sostituirlo all'attuale Esplora File e Risorse dato che la vecchia versione manca di importanti caratteristiche quali ad esempio i Preferiti e la ricerca interna; ad ogni modo però qualora tali mancanze non fossero un problema lo si potrebbe invece prendere in considerazione almeno per il fatto di incidere quasi niente sulle risorse di sistema, solamente 10 - 15 KB.

Compatibile con Windows: Tutte le versioni | Dimensione: 728 KB | Download WinFile

NOTA: Qualora avviando l'eseguibile WinFile.exe si ottiene l'errore "MSVCP140.dll e VCRUNTIME140.dll file non trovati", allora è necessario installare sul PC Visual C++ Redistributable for Visual Studio 2015 scaricabile liberamente da questo indirizzo: https://www.microsoft.com/it-it/download/details.aspx?id=48145.

LEGGI ANCHE: Il nuovo Esplora File di Windows 10 da provare in anteprima

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…