Per usare WhatsApp devi avere 16 anni se vivi in Europa

Dal prossimo 26 maggio per usare WhatsApp si deve avere 16 anni per i residenti nell'Unione Europea, Italia compresa

Con le nuove leggi sulla privacy che il mese prossimo debutteranno in Europa, per usare WhatsApp si dovrà avere 16 anni di età e non più 13 come è stato fin'ora.

Difatti, come riportato nel recente aggiornamento dei termini di servizio, al fine di conformarsi con il GDPR (il regolamento generale sulla protezione dei dati) che entrerà in vigore definitivamente il prossimo 26 maggio, nei 28 Paesi dell'Unione Europea (Italia compresa) sia tutti i nuovi che tutti i vecchi utenti, dovranno obbligatoriamente confermare di avere 16 anni per poter utilizzare o continuare a utilizzare questa applicazione di messaggistica di proprietà di Facebook.

Qualora l'età fosse inferiore ai 16 anni, per poter usare comunque WhatsApp, allora dovranno essere i genitori ad accettare i termini del servizio per i minori.

Come avverrà la verifica dell'età? Salvo eventuali future modifiche, se il metodo impiegato è quello attuale, la verifica è pressoché inesistente in quanto basta semplicemente spuntare una piccola casella.
WhatsApp schermata Termini del servizio e Informativa sulla privacy
Come infatti riportato nell'esempio sopra in figura, dopo aver aggiornato alla versione più recente di WhatsApp è necessario accettare i nuovi termini di servizio e informativa sulla privacy, avendo cura di selezionare la casella "Conferma di avere almeno 16 anni". Fatto ciò si è pronti a usare l'applicazione.

Fra l'altro WhatsApp ha anche annunciato l'introduzione a breve di una funzione dal nome "Richiedi informazioni account" (sarà disponibile sotto Impostazioni > Account) che consente di richiedere ed esportare, in un file ZIP sulla memoria del dispositivo, un rapporto delle informazioni (es. foto del profilo e i nomi dei gruppi) e delle impostazioni del proprio account WhatsApp; qualcosa come la nuova funzione Scarica le tue informazioni di Facebook.

LEGGI ANCHE: WhatsApp trucchi e funzioni da conoscere per usarlo al meglio

3 commenti

ahahahaha, wow... come far sprecare tempo agli sviluppatori di whatsapp

Rispondi

Per attivare una SIM (e quindi whatsapp), in Italia devi avere 18 anni, non 16, quindi il problema (in teoria) non si pone.
In pratica, i genitori danno telefoni sbloccati anche ai figli 14enni.
Quindi mi chiedo se la sorveglianza spetti ai gestori TELCO, ai genitori, all'UE oppure allo stato.
O è necessario finalmente collaborare, per non far cadere i figli in trappole da adulti?

Rispondi

Il fatto poi è che al momento della richiesta non c'è un controllo ulteriore che possa certificare effettivamente l'età. Quindi è giusto una proforma di Facebook per dire "il nostro l'abbiamo fatto"; prevedo in futuro nuovi problemi.

Rispondi

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore