Passa ai contenuti principali

Impedire a Facebook di spiare la nostra attività online (su PC Windows, Mac e Linux)

Una lista di indirizzi di monitoraggio da bloccare per impedire a Facebook di spiare la nostra attività online durante la navigazione su PC Windows, Mac e Linux
Lo scandalo che ha coinvolto Facebook e Cambridge Analytica, circa la facile cessione di dati personali di milioni di utenti a fini elettorali in piena beffa al rispetto della privacy, è forse servita ad aprire gli occhi a una parte di iscritti al social network di Zuckerberg.

Come conseguenza c'è chi ha deciso di chiudere il proprio account Facebook (come suggerito da Brian Acton, il co-fondatore di WhatsApp) e chi di limitarne fortemente l'uso per ridurre totalmente o in buona parte lo scambio di dati personali.

Dati e informazioni personali che ad ogni modo Facebook riesce a ricavare semplicemente anche monitorando l'attività degli utenti durante la navigazione su internet, grazie ai cookie traccianti (memorizzati sul browser web), ma anche ai tanti widget Facebook come quello dei commenti, i badge fan e i pulsanti Mi piace che ormai si trovano praticamente in qualsiasi sito.

Se in tal senso si è preoccupati di questo ficcanasare, allora può tornare utile la lista di indirizzi di monitoraggio (noti per essere impiegati dal social network per il tracciamento) pubblicata da GitHub che una volta aggiunta al file host del computer Windows, Mac o Linux, blocca completamente Facebook ma anche Instagram e WhatsApp (o comunque in grossa parte) impedendogli di spiare la nostra attività online durante la navigazione su internet. Vediamo come procedere.

NOTA: Va specificato che con "blocca completamente" si intende il fatto che non sarà possibile caricare e accedere sul browser web al sito Facebook (ma anche Instagram) in quanto insieme al blocco dei loro indirizzi di monitoraggio sono compresi anche gli indirizzi di dominio; diversamente il tutto non avrebbe senso. Dunque questa soluzione è da adottare nel caso in cui si è deciso di porre la parola "fine" al proprio rapporto con questo social network.

LEGGI ANCHE: Vietare a Amazon, Google e Facebook di mostrare pubblicità degli oggetti cercati o acquistati

1. Per modificare il file host portarsi in Risorse del computer > Disco locale (C:) > Windows > System32 > drivers > etc e qui con il Blocco note o WordPad aprire il file "host".
File host di Windows
2. Come nell'esempio sopra in figura, subito sotto all'ultima riga del file host incollare l'intera lista di indirizzi pubblicata da GitHub su questa pagina https://github.com/jmdugan/blocklists/blob/master/corporations/facebook/all (a partire dalla riga 19 fino alla fine, nel momento in cui scrivo le righe e altrettanti indirizzi sono 1489).

3. Non resta altro che salvare le modifiche al file host cliccando nell'editor di testo Blocco note o WordPad, File > Salva.

Sin da subito, o comunque dal prossimo avvio del browser, Facebook non potrà più servirsi di quegli indirizzi di monitoraggio per spiare la nostra attività online. Ad ogni modo periodicamente conviene tenere d'occhio la lista GitHub per vedere se è stata aggiornata con nuovi indirizzi, che in tal caso si dovranno aggiungere al file host come appena visto.

Ovviamente la procedura è completamente reversibile; ovvero per riportare tutto come era prima basterà cancellare tutti gli indirizzi di monitoraggio aggiunto al file host e salvare.

È bene ricordare che con il file host è possibile impedire e bloccare diverse attività. In tal senso infatti abbiamo già visto Come impedire ai siti internet di usare la CPU per minare Bitcoin e altre criptovalute e Come bloccare l'accesso a siti internet su Windows.

LEGGI ANCHE: Come chiedere la rimozione di foto intime o non autorizzate da Google, Facebook e tutti i social network

Commenti

  1. Ciao, vorrei un tuo parere su cio' che mi è successo un paio di giorni fa.
    Ero su messenger da cellulare, a un certo punto ho sentito un suono strano (tipo il cigolio di una porta che si apre); ho fatto una ricerca ma a quanto pare questo suono non è associato a nulla in messenger, quindi vorrei capire il perché è successo e se devo preoccuparmi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non saprei. Messenger e il resto funziona bene? Se è si allora non preoccuparti.

      Elimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…